EUROLEGA, GIR. B: Svanisce il sogno, Milano perde al Pireo

EUROLEGA, GIR. B: Svanisce il sogno, Milano perde al Pireo

Olympiacos Piraeus – Olimpia Milano 73-63(14-13;25-29;48-48)

Nonostante tre ottimi quarti della squadra di Repesa, la società di Piazzale Lotto deve arrendersi al sontuoso Olympiacos dell’ultimo periodo che, guidato da un energico Hackett e un decisivo Strawberry, archivia la pratica milanese vincendo l’ottava giornata della Regular season 73-63. Anche se matematica non è ancora relegata all’eliminazione, è sempre più lontano il sogno TOP 16 per la formazione biancorossa, che privata del proprio capitano, non è arrivata con l’orgoglio dove la squadra greca è approdata col talento.

 

La formazione ospite inizia alla grande la propria partita, segnando due punti con Barac, assistito dalle due triple di Cinciarini e Jenkins, che offrono a Repesa uno slancio di 8-2 nei primi 4 minuti di gioco. Dopo il timeout che ne consegue, entra nella sfida l’ex di giornata Daniel Hackett, che nei suoi primi scampoli di gara colleziona due punti in transizione offensiva. Sono ancora le guardie milanesi precedentemente citate a segnare l’8-13 a poco più di un minuto dalla fine del primo periodo, sebbene poi l’Oly reagisca alla grande con un parziale di 6-0 con cui si conclude la frazione di gioco.

Repesa getta nella mischia Brunito Cerella a inizio secondo periodo. Come prevedibile, le due squadre focalizzano la propria partita sulla metà campo difensiva, concedendo pochissimi punti (come dimostrano i soli due punti di Printezis fino al 14′), ma un ritrovato Jenkins sigla i canestri che riportano sopra Milano sul risultato di 16-18.

Al 17′ Milano “catches fire”, per dirla all’americana, con le triple di Simon e Jenkins, raggiungendo il massimo vantaggio di otto punti, gap limato alla fine del primo quarto a sole 4 lunghezze dai greci.

La ripresa inizia nel segno dell’altro ex Oliver Lafayette, autore delle due triple che portano Milano sul 28-35. La tripla di Mantzaris e 4 punti consecutivi di Nikola Milutinov, però, sono sufficienti ai padroni di casa per tornare avanti. Servono 8 punti di Jamel McLean per permettere a Milano di tenere botta alle sferzate greche, e dopo il vantaggio guadagnato dalla bomba di Hummel subito vanificato da Strawberry, si chiude il terzo periodo (48-48).

Nell’ultima frazione di gioco si completa il successo Olympiacos: intensità maggiore a rimbalzo, turnovers e percentuali; con queste chiavi tattiche il coach della squadra greca esce vittoriosa dal Pireo; decisivi i quattro punti consecutivi di DJ Strawberry, che portano l’Oly sul +9 e obbligano il timeout avversario. Non avviene nessuna reazione tangibile per gli uomini di Repesa, che di secondo in secondo gettano la spugna consegnando la W a un grande Olympiacos. Ora per la qualificazione serve un mezzo miracolo, finisce 73-63.

 

EA7: McLean 11, Lafayette 6, Cerella 0, Amato 0, Cinciarini 12, Jenkins 12, Simon 9, Barac 6, Hummel 7.

OLY: Hunter 4, Papapetrou 0, Strawberry 16, Toliopoulos 2, Milutinov 12, Printezis 11, Agravanis 0, Mantzaris 6, Hackett 9, Lojeski 5, Athinaiou 8

Basketinside.com MVP: Strawberry

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy