EUROLEGA, GIR. C: Lo Zalgiris resiste due quarti ma il Barca la vince di squadra

EUROLEGA, GIR. C: Lo Zalgiris resiste due quarti ma il Barca la vince di squadra

Commenta per primo!

Quarta giornata di Eurolega. Alla Zalgirio Arena si affrontano Zalgiris e Barcellona, entrambi a quota 2-1 e alla ricerca di una vittoria per mantenere il secondo posto.

Cronaca

Partenza forte da entrambi le parti, Arroyo e Tomic cercano sin da subito di fare la differenza per la squadra ospite mentre dall’altra parte Jankunas, Vougioukas e i tiri dalla lunga portano avanti lo Zalgris. Anche sugli spalti, con l’Arena esaurita, il supporto non viene a mancare.

Alla meta del primo quarto il punteggio é di 15 a 8 ed é lo Zalgris, nonostante il vantaggio, a chiamare il primo timeout. Bene i padroni di casa sino a questo momento, dall’altra parte male i catalani, specialmente in difesa, tenuti a galla dai 6 punti di Tomic.

Seconda metà del primo quarto che prosegue con uno Zalgiris che si spegne un po dopo l’uscita dal campo, visti i due falli, di Jankunas. Dall’altra parte la difesa del Barcellona continua a fare acqua mentre in attacco é Perperoglu a riavvicinare i suoi grazie a due triple dall’angolo. 23-22.

Secondo quarto che si apre con una lieve distorsione alla caviglia per Pocius. In campo non c’é Tomic ma Lawal, che viene surclassato da Javtokas. L’ex centro di Sassari male sia in attacco che in difesa. Le cose migliori del Barcellona si vedono pero’ con il secondo quintetto in campo, grazie soprattutto a Satoransky, Abrines e Doellman. Parte centrale del quarto tutta di stampo lituano con i ragazzi di Krapikas che, spinti dal pubblico, costringono Pascual a chiamare timeout. Al rientro Ribas piazza la bomba del +3, recupera un pallone in difesa e in attacco va ancora a segno.

La difesa del Barcellona si alza di livello negli ultimi minuti e alla fine del secondo quarto, grazie ad un tap in finale di Vezenkov dopo l’errore di Satoransky, la squadra blaugrana va al riposo sul punteggio di  39-45.

Ripresa che in inizia con Arroyo ancora in panchina e Navarro in campo, dopo essere stati entrambi seduti per tutti il secondo quarto. É proprio Juan Carlos con una bomba ad aprire le danze. Dall’altra parte risponde Vogioukas. Jankunas continua a farsi sentire sotto canestro e costringe Tomic, sino ad ora il miglior marcatore del Barcellona, al secondo fallo. Problema di falli per la squadra di casa con Javtokas, Vougioukas e Jankunas a quota 3 falli e costretti a ritornare in panchina. Altri 7 punti per Navarro, tra i quali una tripla allo scadere dei 24 secondi quasi impossibile e Barcellona che cerca di scappare, grazie anche ai tanti tiri sbagliati dallo Zalgiris. +14 ad un minuto e mezzo dalla fine per i catalani. Reazione finale dei padroni di casa con due palle rubate e altrittanti canestri e ultimo mini riposo sul punteggio di 67-57 per gli ospiti.

Ultimo periodo che vede in campo insieme Lawal e Samuels, fino a questo momento un po’ in ombra. Subito una bella schiacciata di Samardo e una stoppata di Shane, Zalgiris invece che cerca di rimanere attaccato grazie ai canestri di Seibutis e al calorosissimo pubblico, ma Arroyo da campione spegne gli entusiasmi con la bomba del +11. Canestri da una parte  e dall’altra, Barca che non riesce mai a chiuderla mentre padroni di casa che mai riescono a rientrare veramente in partita. Il finale é di 78-85.

ZALGRIS KAUNAS: Seibutis 18, Jankunas 17, Vougioukas 16
BARCELLONA: Tomic 18, Arroyo 12, Ribas 11

MVP: se dovessimo scegliere un nome, probabilmente sarebbe quello di Ribas, quasi sempre in campo nel terzo e quarto quarto e sempre molto efficace e lucido nelle scelte. É stata comunque una vittoria di squadra per gli ospiti, dove bene hanno fatto anche Tomic, Doellman e altri. Per lo Zalgiris bene Jankunas e Vougioukas.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy