EUROLEGA, GIR. D: Bamberg solido e corale, Maccabi Tel Aviv di nuovo a terra

EUROLEGA, GIR. D: Bamberg solido e corale, Maccabi Tel Aviv di nuovo a terra

spox.com

BROSE BAMBERG 77–66 MACCABI TEL AVIV (23-22, 19-13, 9-22, 26-9)

Vittoria di gran prestigio per il Bamberg di Andrea Trinchieri, che a domicilio mette 11 punti tra sé e il Maccabi Tel Aviv, frutto di una partita che, nonostante un terzo quarto di totale marca israeliana, è sempre emotivamente rimasta nelle mani dei tedeschi. Ottima l’offerta del Brose, abile nel giocare il suo basket corale e nel rimanere lucido nella gestione del gioco, come è manifesto dalle 8 palle perse finali dal Maccabi contro le 4 del Bamberg. La vittoria di Melli (9 punti, 6 rimbalzi e ben 10 assist in 32’) e compagni matura principalmente nell’ultimo quarto, in cui i tedeschi hanno trovato a trainarli Daniel Theis (al season high con 16 punti, 78 da 2, di cui ben 9 negli ultimi 7’), interprete fondamentale del parziale di 26-9 che ha chiuso la gara. Serata buia per il Maccabi Tel Aviv, che non dà seguito alla buona prova contro la Dinamo Sassari e trova la terza sconfitta stagionale in Eurolega, che a questo punto può aprire un campanello d’allarme. Oltre a un super Devin Smith da 19 punti con 58 dall’arco, resta ben poco di positivo per Coach Goodes, che deve fare i conti con un Farmar da 19 dal campo e una squadra che ha dimostrato di disporre, al momento, di solo 10’ di vera intensità. Di intensità da vero Maccabi, si intende.

La Cronaca: Devin Smith porge il benvenuto al match al Bamberg con 2 triple in serie che scrivono il 3-10 del 4’, a cui fa seguito un cattivo flusso offensivo degli israeliani, di cui i padroni di casa approfittano tramite la bomba di Melli e il buon impatto di Elias Harris (finora 4.3 punti di media nella sua Eurolega), che manda a bersaglio il 10-13 del 6’, preludio al primo sorpasso degli uomini di Trinchieri, operato da Darius Miller, sul 14-13 al 7’. Il match dispiega la propria trama in un elastico tra gli 1 o 2 punti, e al primo tentativo di rottura dello schema di Idbihi, segue subito la bomba di Rochestie che al 10’ porta la contesa sul 23-22. I gialli di Tel Aviv soffrono nel controllare i rimbalzi, il Bamberg, però, frutta davvero poco dagli extra possessi, e il duo RandleLandersberg tiene ancora un polveroso Maccabi sul -1 (27-26). La bomba di Strelnieks consiglia a Goodes di rifugiarsi in un timeout, durante il quale Ohayon cambia Rochestie per tentare di trovare un ritmo più incisivo. A esaltarsi è però Wanamaker, che segna e arma i compagni, che volano fino al 38-31 del 18’. A difendere il Maccabi è ancora Devin Smith, che forza la transizione trovando il 42-35 che manda la partita all’intervallo. Non pago, il veterano giallo-blù apre la ripresa, ferendo il Bamberg ancora dall’arco. L’orgoglio del 6 rinvigorsice il Maccabi, che trova in Randle il go-to-guy verso la rimonta: appoggio al vetro del prodotto di Illinois e di nuovo -1 sul 44-43 al 23’. E’ il momento del Maccabi: il canestro dell’ex Mbakwe dà il +1 agli israeliani, che diventa +4 sull’ennesima tripla di Smith, che tocca quota 17 quando il tabellone segna 46-50, al 27’. Con Miller e Theis il Bamberg si riaffaccia nei 2-3 punti di scarto, poi Landersberg pesca un’altra tripla per il 51-57 del 30’. Trinchieri carica i suoi che entrano nell’ultimo quarto con un volto molto meno rassicurante, e propongono un 11-0 che spezza di nuovo il fiato al Maccabi: capo della scorribanda è Zisis, che al 34’ segna il 63-57. Il Maccabi fatica a trovare il canestro: Farmar forza indomitamente dall’arco, Randle di nervosismo commette il 4° fallo e a giovarne è un tarantolato Theis, che scrive il 69-59 del 37’. Mbakwe converte l’errore di Rochestie, ma la tripla di Strelnieks cala il sipario sul match, con il Bamberg che chiude sul 77-66.

BROSE BAMBERG: Theis 16, Wanamaker 15, Zisis 10

MACCABI TEL AVIV: Smith 19, Randle 11, Rochestie 10

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy