EUROLEGA, GIR. D: delude ancora il Maccabi, Kuzminskas eroe andaluso

EUROLEGA, GIR. D: delude ancora il Maccabi, Kuzminskas eroe andaluso

google.com

 Maccabi Tel Aviv – Unicaja Malaga: 82-93  (21-24; 47-47; 63-68)

STARTING FIVE

Maccabi Tel Aviv: Farmar, Smith, Ohayon, Pnini, Onuakwu.

Unicaja Malaga: Markovic, Smith, Thomas, Kuzminskas, Hendrix.

La cronaca. Non poteva esserci inizio più commovente alla Nokia Arena: semplice ma al contempo commovente l’ultimo saluto del popolo giallo-blu a Nate Huffman, centro che ha vestito la casacca del Maccabi dal 1999 al 2002, e con la quale ha vinto 3 campionati israeliani, 3 Coppe d’Israele ed una Suproleague, e che è venuto a mancare 7 giorni fa per un cancro al polmone: la “sua” #7 sventolerà in eterno nei cuori dei tifosi israeliani e sul tetto della stessa Nokia Arena. Ma l’inizio del match è tutt’altro che favorevole ai padroni di casa: Markovic e Smith bombardano subito il canestro del Maccabi e Kuzminskas inizia col piglio giusto facendo sempre la cosa più sensata ed efficace per i suoi; Mbakwe e Farmar provano ad indirizzare il match sui binari gialloblu ma, dopo 5′, coach Goodes è costretto al primo time out del match (7-14). Farmar da un lato (8 punti nei primi 7′ col 100% dal campo) ed il duo Kuzminskas e Thomas dall’altro salgono di giri, i giallo blu perdono qualche pallone di troppo e ancora dall’arco l’Unicaja punisce i padroni di casa che, però, hanno una forte reazione d’orgoglio e con un break di 5-0 firmato Smith-Landesberg chiudono la prima frazione di gioco a soli 3 punti dagli spagnoli (21-24). Nel secondo periodo le due squadre non fanno altro che rincorrersi: Rochestie ha una marcia in più, Kuzminskas e Nedovic, però continuano a far male la difesa di un Maccabi che non riesce mai ad effettuare il sorpasso. Gli israeliani impattano prima a quota 38 e poi a quota 45, con l’Unicaja che tiene in mano lo scettro del punteggio fino a 30” dalla sirena lunga quando, 2 liberi di Mbakwe, portano il Maccabi al primo vantaggio sul 47-45. Vantaggio che però dura poco, perchè Kuzminskas manda le squadre al riposo lungo sul punteggio di 47 pari. Kuzminskas riapre il match con una tripla, ma Rochestie e Mbakwe (15 punti al 25′ con 5/5 da 2 e 5/5 ai liberi) non mollano un colpo; l’Unicaja continua a tenere e “gestire” il suo misero vantaggio ma il 4° fallo di Kuzminskas è una tegola enorme per coach Plaza che è costretto a far entrare al suo posto Suarez. I viaggianti però non si demoralizzano per l’uscita del loro leader ed anzi sono Jackson ed Hendrix a propiziare un parziale di 0-7 che prova a creare uno strappo determinante nel match (61-68 al 28′). Ma ancora una volta il Maccabi non si disunisce e grazie ai punti di Rochestie e Pnini riesce a chiudere il parziale con soli 5 punti di differenza (63-68). La partita è sempre più bella ed intensa: Ohayon realizza, poi Nedovic e Pnini aprono il fuoco, ancora Nedovic dall’arco regala 7 lunghezze di vantaggio ai suoi (71-78 al 33′) ma un immenso Rochestie replica e tiene in scia i gialloblu. Smith e Mbakwe provano a mettersi in proprio e ad acciuffare l’Unicaja ma a 3’50” rientra sul parquet Kuzminskas che si ripresenta con una tripla e con le giocate giuste che spaccano il match. L’Unicaja quindi dilaga, Farmar è l’ultimo a gettare la spugna, ma Hendrix fissa il punteggio finale sull’82-93. Delude ancora il Maccabi che resta fermo al palo e non riesce a trovare la chiave giusta per svoltare il match nel suo momento migliore. Sorride il Maccabi che grazie ad una buona prova difensiva e alla vena di un super Kuzminskas, capace di mettersi in proprio e di mettere in ritmo i compagni con i tempi giusti.

MVP:   Kuzminskas: 23 punti, 6/6 da 2, 3/5 da 3 e la freddezza di entrare con 4 falli e decidere il match. Aggiungiamo altro?

MACCABI TEL AVIV: Farmar 13, Bender 4, Smith 14, Yivizori ne, Segev ne, Pnini 7, Ohayon 4, Faverani ne, Landesberg 7, Rochestie 18, Mbakwe 17, Onaku 0.

UNICAJA MALAGA: Markovic 8, Smith 17, Thomas 6, Kuzminskas 23, Hendrix 12, Diaz ne, Jackson 4, Diez 3, Suarez 5, Gabriel, Nedovic 13, Vazquez 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy