EUROLEGA, GIR. D: storica eliminazione per il Maccabi, festeggia il Darussafaka

EUROLEGA, GIR. D: storica eliminazione per il Maccabi, festeggia il Darussafaka

http://www.ajansspor.com

 

DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL- MACCABI TEL AVIV  66-70 (23-19, 12-19, 14-12, 17-20 )

Win or Go home. La partita è la più importante del girone e la più decisiva. Maccabi costretto alla vittoria di almeno 11 punti per evitare una prima clamorosa eliminazione nella Regular Season di Eurolega. Come detto in precedenza, gli israeliani devono vincere con minimo 11 lunghezze di scarto a causa dello scontro diretto perso nella partita d’andata contro i turchi del Darussafaka a cerca di una prima storica qualificazione alle top 16.

Si comincia e si nota subito che la posta in palio è alta. L’inizio è firmato Luke Harangody che con 8 punti consecutivi porta immediatamente avanti la squadra di casa. Taylor Rochestie non ci sta e si carica il Maccabi sulle spalle, supportato da un ottimo Landesberg non al 100% della forma. La mente del Darussafaka in attacco è Jamon Gordon, con ottima presenza nell’inizio di partita. Super impatto dalla panchina per l’ex Sixers Aldemir che con 10 punti nella prima frazione permette ai turchi di chiudere avanti di 4 lunghezze, 23-19.

Secondo quarto molto teso, equilibrato e con più errori rispetto all’inizio di partita. Entra in partita con grande decisione Jordan Farmar per il Maccabi Tel Aviv, che con alcune triple è fondamentale nel tentativo di mettere la testa avanti per gli ospiti. Notevoli problemi sulla difesa nel Pick & Roll per la squadra di casa, problemi sfruttati molto bene dalla squadra di Zan Tabak, che chiude un equilibratissimo secondo quarto in vantaggio 35-38.

Ripresa che parte sullo stesso copione del secondo quarto. Molta tensione e posta in palio altissima. Si sblocca Markoishvili con una tripla in apertura, prima di un mini parziale Maccabi, firmato Devin Smith per il +6 Maccabi. Darrusafaka in difficoltà e commette anche un antisportivo su uno scatenato Landesberg. Redding per la squadra di casa accende la luce, dopo molti minuti di attacchi brutti e forzati portando il Darussafaka a -1 sul 49-50.

Ultimo quarto che parte con un Darussafaka scatenato, guidato dalla coppia Bjelica-Redding che spinge la squadra di casa sul +5 e costringe al timeout la squadra di Tabak. Grande intensità in campo, soprattutto da parte dei lunghi, Slaughter su tutti come spesso capita. Sul +10 per i padroni di casa, si sveglia il Maccabi, trascinato da Mbakwe si rifà sotto fino al -2. Partita punto a punto molto equilibrata, fino a quando successe l’impensabile. A 2 minuti dal termine, Tabak ordina ai suoi giocatori di non segnare più e puntare all’Overtime! Situazione paradossale in cui si gioca a sbagliare per il Maccabi Tel Aviv. A pochi secondi dal termine, la decide un tiro libero importantissimo, che porta il Darussafaka a una storica prima qualificazione alle top 16 e ad un’altrettanta clamorosa prima eliminazione per il Maccabi Tel Aviv.

MVP BasketInside: Milko Bjelica. In una partita molto equilibrata, tesa e piena di errori, decidiamo di premiare Bjelica, che ha avuto il modo di spaccare la partita con giocate intelligenti che hanno favorito la squadra di casa.

Darussafaka Dogus Istanbul: Wilbekin 8, Yagmur 0, Redding 7, Turen 0, Erden 2, Markoishvili 3, Aldemir 12, Gordon 11, Arslan 3, Slaughter 2, Harangody 8, Bjelica 10.

Maccabi Tel Aviv: Farmar 13, Bender 0, Smith 2, Randle 5, Segev 2, Pnini 3, Ohayon 2, Zoosman 0, Landesberg 14, Rochestie 12, Mbakwe 9, Onuaku 8.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy