EUROLEGA, GIR. D: Troppo Maccabi per questa Dinamo, primo hurrà ancora rinviato

EUROLEGA, GIR. D: Troppo Maccabi per questa Dinamo, primo hurrà ancora rinviato

Commenta per primo!
www.jpost.com

Sul parquet della Menora Mivtachim Arena si incontrano le due formazioni del gruppo D ancora a caccia della prima vittoria in quest’edizione dell’Eurolega. Il Maccabi, come da pronostico, riscatta il k.o interno subito la settimana scorsa per mano dell’Unicaja Malaga ai danni di una Dinamo che è riuscita a restare aggrappata al match per 30′ salvo poi, negli ultimi 10′, cedere sotto i colpi dei padroni di casa.

In avvio la Dinamo è brava ad approfittare di un Maccabi piuttosto contratto e pasticcione soprattutto nella metà campo offensiva. Grazie al buon inizio di Varnado e ad una bomba di Haynes i sardi firmano il primo break di serata (4-11 al 5′). Smith prova a dare la scossa ai suoi ma Alexander prima ed Eyenga poi tengono avanti la Dinamo (12-17 al 7′) che però negli ultimi 2′ non trova più la via del canestro, ne approfittano i padroni di casa che di chiudono il primo quarto con solamente due lunghezze da recuperare (15-17 al 10′).
Un canestro pesante di Stipcevic apre la seconda frazione, a questo punto però il Maccabi ha una reazione d’orgoglio e grazie soprattutto a Smith, che raggiunge ben presto la doppia cifra, piazza un parziale di 9-0 in proprio favore e in pochi minuti ribalta il punteggio (24-20 al 14′). I gialli continuano a colpire dalla lunga distanza: sei punti in fila firmati Landesberg e Randle regalano il +7 ai padroni di casa (29-22 al 16′). Qui i ragazzi di coach Sacchetti sono bravi a non disunirsi e grazie ad un canestro pesante di Logan e cinque punti in fila di Eyenga rimettono la testa avanti (32-33 al 19′). Una bomba dall’angolo del solito Smith chiude una prima frazione che termina in sostanziale parità (35-33 al 20′).
Al rientro dagli spogliatoi, soprattutto grazie all’ottimo Eyenga, la Dinamo sembra riuscire a stare a contatto ma Smith continua ad essere un rebus senza soluzione per gli ospiti. E’ proprio l’ex Avellino, che continua imperterrito a colpire senza sosta dai 6.75, a dare il là al primo vero  allungo di serata da parte del Maccabi. I compagni seguono la via tracciata dal loro veterano e grazie ad un canestro pesante di Ofoegbu trovano il primo vantaggio di serata in doppia cifra (56-45 al 28′). Il terzo periodo si chiude con l’inerzia tutta dalla parte degli israeliani. (57-47 al 30′).
Ultimo quarto che vede una Dinamo che non ha più le forze ne fisiche, ne mentali per provare a ricucire lo strappo. L’attacco dei campioni d’Italia non ha i numeri per provare a rimettere in discussione la contesa: una bomba di Landesberg poco oltre la metà del periodo chiude definitivamente i conti (68-52 al 35′). Il massimo vantaggio lo fa registrare Mbakwe, autore di una doppia doppia da 11+15, quando ormai la Dinamo ha già la testa negli spogliatoi (77-58 al 38′). Finisce 79-63 con Logan e compagni che devono rinviare ancora la prima gioia in questa Eurolega.

MACCABI TEL AVIV – DINAMO SASSARI 79-63 (15-17, 35-33, 57-47)

Maccabi Tel Aviv: Farmar, Smith 22(7r), Randle 12, Yivzori, Segev, Pnini, Ohayon 10(6ass), Landesberg 11, Ofoegbu 5, Rochestie 6, Mbakwe 11(15r), Onuaku 2.
Dinamo Sassari: Haynes 7, Petway, Logan 11, Formenti, Devecchi, Alexander 8, D’Ercole, Marconato n.e, Sacchetti, Stipcevic 5, Eyenga 21(6r), Varnado 11(7r).

 

CLASSIFICA:

Cska Mosca 6 (3-0)
Unicaja Malaga 4 (2-0)
Darussafaka 2 (1-1)
Brose Baskets Bamberg 2 (1-2)
Maccabi Tel Aviv 2 (1-2)
Dinamo Sassari 0 (0-3)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy