EUROLEGA, GIR. D: vendetta servita, CSKA padrone del girone

EUROLEGA, GIR. D: vendetta servita, CSKA padrone del girone

UNICAJA MALAGA – CSKA MOSCA: 76-88 (24-20; 46-42; 57-65)

Starting five.

UNICAJA MALAGA: Markovic, Jackson, Diez, Thomas, Hendrix

CSKA MOSCA: De Colo – Fridzon – Vorontsevich – Higgins – Hines

LA CRONACA. Senza calcoli, senza pensieri, senza troppi fronzoli: Unicaja e CSKA, già qualificate, hanno come obiettivo unico la vittoria, che significa primato nel girone. La prima sorpresa arriva dai quintetti: se Itoudis manda in campo il suo solito quintetto, coach Plaza decide di rinunciare inizialmente a Kuzminskas. L’inizio è folgorante e vive di ritmi molto alti: Hendrix sblocca subito il punteggio con un semi-gancio, Hines ne piazza 5 di fila e regala il primo vantaggio ai russi, Diez bombarda la difesa ospite, De Colo e Jackson si rispondono colpo su colpo (7-7 al 3′ e partita da subito bellissima). Le squadre si rincorrono come il gatto col topo, si segna da entrambi i lati, poi entra Kuzminskas che si fa notare subito con una tripla, Vorontsevich replica, Nedovic entra e ne mette 5 in un amen e Teodosic non incide: Malaga raggiunge così un vantaggio di due possessi con il quale chiude il primo quarto (24-20 al 10′). Nel secondo periodo le percentuali si abbassano, De Colo riavvicina subito il CSKA con un piazzato al limite dei 24″, Vazquez risponde con una grande giocate offensiva, in cui cattura di prepotenza un rimbalzo offensivo e schiaccia, caricando così la Martin Carpena Arena e costringendo Itoudis a ragionarci su. Teodosic tira e sbaglia tutto ciò che gli capita tra le mani, Vazquez replica la giocata fatta in precedenza e Nedovic spara la bomba che regala il massimo vantaggio agli spagnoli (33-24 al 14′) che costa un altro time out ad Itoudis. I russi provano a reagire subito con Teodosic che realizza i suoi primi 2 punti del match in penetrazione, Nedovic è indemoniato e realizza con un grandioso step back totalmente fuori equilibrio, De Colo piazza un missile terra aria e Kuzminskas sfrutta l’alley oop di Hendrix per il 37-29 del 16′. Il CSKA, però, è squadra tosta e grazie alla tripla di Vorontsevich si riporta ad un solo possesso di svantaggio (39-36); con i canestri di Jackson e Thomas, e la stoppata di Cooley Malaga tenta un ulteriore allungo, ma Kulagin realizza sulla sirena la tripla che vale il 46-42 con cui le squadre vanno al riposo lungo. I viaggianti partono subito forte nella ripresa ed impattano a quota 48 dopo 3′ di gioco, grazie ai canestri di Higgins e Fridzon; quest’ultimo, poi, realizza la tripla del 50-53 che inizia a far vacillare, per la prima volta nel match, gli ingranaggi dell’Unicaja. Thomas e Smith, infatti, illudono soltanto gli spagnoli che poi subiscono un parziale di 7-0, propiziato dalla tripla di Nichols e dai liberi di Freeland e De Colo: Cooley e Diez muovono dalla linea della carità il punteggio per gli spagnoli, ma ancora una tripla di Nichols e i tiri liberi di Freeland mandano le squadre all’ultimo mini intervallo sul punteggio di 57-65, con il massimo vantaggio conquistato dai russi. L’ultimo periodo inizia sulla falsariga del primo, con le squadre che interpretano gli ultimi 10′ con ritmo altissimo e buona precisione al tiro. Thomas e Smith riaccendono il pubblico, De Colo dall’arco lo gela e Higgins, sempre dai 6.75 ristabilisce il massimo vantaggio del CSKA (63-71 al 34′). L’Unicaja, ancora una volta, prova una reazione, ma senza troppa convinzione; gli uomini di Plaza non ne hanno più, e il CSKA vola fino al +14, con le triple di Nikita Kurbanov e i canestri di Freeland (72-86 al 38′). Kuzminskas, tenuto colpevolmente troppo tempo in panca, realizza un canestro in virata di pregevole fattura, De Colo risponde subito, e Vazquez realizza il suo 10° punto che vale il 76-88 che chiude il match. Il CSKA, con questa vittoria, conquista il primato del girone D e ribalta anche il -8 subito all’andata tra le mura amiche. Crollo verticale, invece, per Malaga che ha come unica colpa quella di aver tenuto a riposo per troppo tempo Kuzminskas.

MVP: la costanza di De Colo, la cinicità di Kurbanov, la freddezza di Freeland: il mix perfetto che scardina la resistenza di Malaga e regala il primato ai russi.

Unicaja: Markovic 2, Jackson 15, Diez 5, Thomas 14, Hendrix 2, Nedovic 10, Kuzminskas 13, Smith 4, Cooley, Vazquez 10, Diaz, Suarez. All. PLAZA.
CSKA: De Colo 18, Kulagin D. 3, Teodosic 6, Fridzon 9, Nichols 6, Korobkov ne, Freeland 10, Vorontsevich 8, Higgins 9, Kulagin M. ne, Kurbanov 10,  Hines 9. All. ITOUDIS

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy