Eurolega, girone D: finalmente si vede il vero CSKA, si accende la lotta per il terzo posto

Eurolega, girone D: finalmente si vede il vero CSKA, si accende la lotta per il terzo posto

Besiktas JK Istambul – CSKA Moscow 58-85

Doveva essere il big match, è stato un massacro perpetrato dalla squadra di Messina ai danni del Besiktas. Alla Abdi Ipekçi Sports Hall ci si aspettava il test definitivo sulle ambizioni del CSKA, balbettante sin qui, anche se sempre vincente. E proprio nella partita – chiave i russi sono venuti fuori alla grande. La partita di fatto dura un quarto, nel quale il Besiktas da l’impressione di potersela giocare fino alla fine, alternando bene sia il gioco sotto canestro – ottimo Vidmar in avvio – sia le penetrazioni con scarichi degli esterni, Jerrels e Guler su tutti. Mosca sembra la solita versione impacciata di quest’anno, complice l’impalpabile avvio di Sasha Kaun; al secondo precoce fallo del croato però, entra e sale in cattedra Nenad Krstic. Il serbo apre spazi per tutti, ma soprattutto prende possesso del pitturato in attacco. La grande prova dell’ex Nets favorisce il parziale di 16-4 che nel secondo quarto di fatto chiude il match. Il secondo tempo serve solo a certificare le dimensioni di una supremazia russa mai realmente in discussione. E finalmente verrebbe da dire: Messina ha avuto quanto ci si aspettava da tutti, con gerarchie finalmente chiare. Krstic e Weems (sua la pioggia di triple che chiude il match) fanno valere la propria superiorità offensiva, mentre Teodosic per una volta non va mai fuori giri, ma anzi distribuisce 6 assist con 0 palle perse. Tutti gli altri fanno da ottimo complemento, alternandosi nel coadiuvare i “big three” con grandi percentuali, specie da 3. Se la quadratura del cerchio sia quella definitiva ce lo dirà la prossima sfida al vertice con il Barça, nell’attesa di inserire Dionte Christmas. Avete letto poco del Besiktas. Effettivamente non c’è molto da dire: oggi tutto male, ridimensionati a dispetto di un grandissimo pubblico, anche se il terzo posto non sembra a rischio.

MVP Basketinside: Nenad Krstic – come detto nell’articolo il serbo è devastante, con 15 punti nel solo primo tempo e 18 totali. Ma soprattutto la sua presenza totemica apre voragini sul perimetro, che i russi sfruttano con fredda lucidità.

Tabellini

Besiktas JK: Guler 12; Akin NE; Acik 5; Vidmar 8; Falker 3; Cetin 4; Markota 8; Christopher 2; Dasic 6; Hersek NE; Ozer 2; Jerrells 8

CSKA Mosca: Teodosic 8; Micov 7; Jackson 4; Sokolov 1 Krstic 18; Weems 18; Voronov NE; Vorontsevich 14; Nicholas NE; Kaun 6, Khryapa 7; Ponkrashov 2

Regal FC Barcelona – Partizan Mt:S Belgrade 85-82

Insidioso testa-coda per il Barça che al Palau St Jordi fa una gran fatica a scrollarsi di dosso un Partizan ancora sconfitto di misura e immeritatamente ultimo a quota 0 punti. Match che procede a strappi: nel primo quarto i serbi vanno avanti 7-0, ma i blaugrana replicano con un 16-0 che ribalta tutto, ma un grande Lucic impedisce ai padroni di casa di scappare nel secondo, che si chiude in perfetta parità. Nel terzo quarto il Barça sembra poter scappare con una gragnuola di 4-“bombe”-4 di Navarro, che regalano il +12. Finita? Nemmeno per sogno: nella quarta frazione Bertans si accende e i catalani tirano il freno e solo un errore sulla preghiera da lontanissimo del tedeschino consente alla squadra di Pascual di portarsi a casa la leadership imbattuta del girone. Grande prova di orgoglio, seppur non premiata dal risultato di tutto il team di Belgrado, con la stellina Bertans sempre più luminosa. Per i padroni di casa super prove balistiche di Navarro e Huertas, che ne fa ben 24 conditi da 9 assist e un ragguardevole 6/7 dalla lunga. Importante la conferma di Jawai, che anche contro la sua ex-squadra si conferma centro di assoluto valore a questo livello.

MVP Basketinside: Marcelinho Huertas – le cifre parlano chiaro: oggi il carioca regala il meglio del suo repertorio, creando sia per sé, che per i compagni e realizzando una partita totale. Ormai è un giocatore maturo e tutti i dubbi su di lui sembrano essere definitivamente fugati. Baloncesto bailado, ma anche tanta concretezza.

Tabellini

Regal FC Barcelona: Sada 6; Huertas 24; Abrines 2; Navarro 15; Jasikevicius 4; Todorovic 2; Wallace 6; Ingles 0; Rabaseda 3; Lorbek 3; Jawai 16; Tomic 4

Partizan Mt:S Belgrade: Thomas 4; Milutinov 4; Westermann 13; Lucic 9; Miloslavljevic 7; Gagic 2; Musli 14; Cakarevic NE; Djekic 0; Gordon 5; Andusic 7; Bertans 17.

Brose Baskets Bamberg – Lyetuvos Rytas Vilnius 84 – 78

Fondamentale vittoria per i campioni di Germania, che mantengono vive le proprie speranze di passaggio del turno, dopo aver piegato in un bella partita i lituani del Lyetuvos Rytas. La partita è un susseguirsi di parziali e contro-parziali che vedono prima i tedeschi prevalere (13-0 nel secondo quarto), poi gli ospiti rientrare (8-0 a fine terzo) e infine i teutonici prendere definitivamente il largo con un 15-0 che chiude i conti nel quarto periodo. E proprio quest’ultimo parziale vede protagonisti i due trascinatori del Bamberg: Nachbar e Gavel, che crivellano la retina ospite da ogni posizione e chiudono con 22 punti a testa. Dall’altra parte la coppia Sibutis-Nedovic è ormai una costante. Il serbo in particolare si sta affermando un po’a sorpresa come uno dei migliori giovani dei tutto il continente, con prove spavalde e di alto tasso tecnico. In ottica qualificazione questo risultato riapre tutti i giochi, rendendo il girone D davvero interessante nella sua interezza.

MVP Basketinside – Anton Gavel: lo slovacco è alla seconda prova oltre i 20 punti in questa Eurolega. Insomma, sa fare canestro e lo si sapeva. Oggi però la sua prova è la benzina per la vittoria, con i canestri decisivi per il parziale che chiude la partita.

Tabellini

Brose Baskets Bamberg: Gipson 9; Goldsberry 5; Nachbar 22; Tadda 4; Richter NE; Neumann 4; Ford 1; Jacobsen 9 Gavel 22; Zirbes 8

Lyetvuos Rytas Vilnius: Dulkys 2; Babrauskas 9; Seibutis 24; Dilys 4; Samardziski 4; Katelynas 4; Nedovic 15; Jomantas 0; Bendzius NE; Radosevic 0; Ivanov 4; Blums 12

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy