Eurolega, Girone D: prove di fuga Lokomotiv, la Stella Rossa lotta invano

Eurolega, Girone D: prove di fuga Lokomotiv, la Stella Rossa lotta invano

euroleague.net

Per il girone D dell’Eurolega in campo nell’anticipo del venerdì la Lokomotiv Kuban e la Stella Rossa di Belgrado, per quello che, classifica alla mano, è un autentico testa-coda, sulla carta favorevole agli uomini di Coach Pashutin, che vincendo continuerebbero la loro corsa in testa al girone, davanti al loro pubblico della Halle Arena, oggi riempito da 5.611 tifosi.
Dopo una sfuriata firmata da Derrick Brown, gli ospiti lustrano i pistoni del loro attacco e prendono il comando per 5-9 al 5′ con la tripla di Branko Lazic, per poi subire la serata di grazia dall’arco dei russi, che tirano 4/5 nel primo quarto e riprendono il comando della partita con i punti pesanti di Simon Krunoslav, in un ottimo momento dopo il buzzer-beater della vittoria in casa del Panathinaikos e i 19 segnati contro il Luboral Vitoria, e il redivivo Marcus Williams, 5.2 assist di media nella sua regular season.
Una sfuriata condita in proprio da Ivan Radenovic porta gli ospiti avanti 18-19, dando vita ad un ultimo minuti di confusione in cui nessuno riesce più ad aggiornare il tabellino alla voce “punti”.
La prima sirena offre così il vantaggio agli ospiti, che chiudono senza aver commesso neanche un fallo.
I primi 5′ del secondo periodo parlano di un persistente equilibrio, in cui la Stella Rossa mantiene il suo esiguo vantaggio trovando buone soluzioni dalla panchina, come il pimpante ex Warrior Charles Jenkins, che segna 4 punti in striscia conditi da 2 steals, mentre in casa Lokomotiv risponde ancora Derrick Brown, che al 17′ riporta la sua squadra in vantaggio con la bomba del 31-29, firmando il suo nono punto di giornata.
Non è un periodo di grande produzione della partita, gli attacchi non sembrano particolarmente lucidi e le medie al tiro ne risentono, mostrando un impietoso 28% (4/14) da 2 per il Kuban, e il 12% (1/8) da 3 per la Stella Rossa.
Dal momento di crisi esce meglio la Lokomotiv, che ancora con Brown e Marcus Williams trova sul +5 il miglior gap della partita, che poi si trascina all’intervallo sul punteggio di 39-35 per la Lokomotiv Kuban.
Nel terzo periodo la Lokomotiv non riesce a dare la scodata decisiva alla partita, poichè gli ospiti difendono con aggressività e trovano una produzione collettiva che gli permette di rimanere aggrappati alla partita senza eccessivi straordinari individuali, e con i punti di Schilb e Jenkins arrivano anche a condurre di 1 punto al 25′, mentre i padroni di casa pasticciano in attacco e perdono troppi palloni, ben 13 al 26′, e non poche le 3 per lo sharp-shooter Simas Jasaitis.
Gli ultimi minuti del terzo check-point hanno come protagonista Richard Hendrix, che fa spendere falli ai lunghi della Stella Rossa e riporta la sua squadra davanti sul 58-54 al 28′, prima che l’ultimo canestro di Schilb apra l’ultimo round sul 58-56 per la Lokomotiv.
Il quarto periodo si apre con due bombe consecutive dell’ala Marko Simonovic, che ne aveva realizzate appena 3 nella sua Eurolega, portando gli ospiti di nuovo avanti sul 60-62 al 32′, che a questo punto sentono la possibilità del colpaccio, trovando però sulla loro strada i primi squilli della serata di Mantias Kalneitis, che aumenta a 4 lo stretto vantaggio dei padroni di casa al 35′.
Simon e Marcus Williams proseguono il cammino indicato dal lituano, portando in ghiaccio la partita per il Kuban, mentre gli ospiti non trovano più la via del canestro, dopo aver condotto comunque una partita più che dignitosa, ed ancora un pimpante Marcus Williams porta sul +9 per i suoi dopo 2 bersagli dalla lunetta, trascinando il match fino all’ultimo canestro di Boban Marjanovic, che scrive il finale di Lokomotiv Kuban 79 – Stella Rossa Belgrado 72, decretando la vetta del girone D nelle mani della tostissima Lokomotiv, che allunga su Maccabi Tel Aviv e Panathinaikos.

Per la Stella Rossa la classifica assume invece contorni sinistri.

Lokomotiv Kuban – Stella Rossa Belgrado = 79-72 (18-19), (21-16), (19-21), (21-16)

Lokomotiv Kuban: Brown 16, Williams 13, Hendrix 13, Kalnietis 9, Bykov, Likhodey 9, Jasaitis 8, Zubkov, Maric 1, Simon 10

Stella Rossa: Mitrovic 2, Blazic 5, Lazic 2, Simonovic 12, Marjanovic 9, Radenovic 6, Katic 9, Nelson 6, Jenkins 10, Schilb 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy