EuroLega: grande difesa e un Llull galactico, per il Real è ‘buona la prima’

EuroLega: grande difesa e un Llull galactico, per il Real è ‘buona la prima’

La nuova EuroLega è cominciata con la gara di Madrid, in cui la squadra di Laso ha ottenuto un successo convincente all’esordio.

REAL MADRID – OLYMPIACOS PIREO 83 – 65 (24-17, 18-23, 20-13, 21-12)

La prima gara della nuova stagione di EuroLega ha messo di fronte due delle grandi protagoniste della pallacanestro europea degli ultimi anni. La partita di Madrid ha visto grande spettacolo in campo, con due squadre di alto livello che si sono sfidate all’insegna dell’equilibrio, rotto dai giocatori di Laso nel corso della terza frazione. L’MVP della partita è Sergio Llull, autore di 22 punti, di cui 15 nel solo primo periodo.

Laso sceglie Llull, Fernandez, Taylor, Thompkins e Ayon, mentre l’Olympiacos risponde con Mantzaris, Spanoulis, Papanikolau, Printezis e Milutinov. Spanoulis firma, con una tripla, il primo canestro della stagione, mentre per il Real Madrid è eccezionale l’avvio di Llull, che con 8 punti consecutivi infiamma il pubblico e prova a creare un primo break nella gara. L’equilibrio in campo rimane, con i blancos sempre in leggero vantaggio, prima che una magia di Spanoulis e un canestro di Papanikolau riportino i greci avanti sul 15-14. E’ ancora un Sergio Llull indiavolato a spingere avanti la squadra di Laso: sono già 15 i suoi punti nella frazione e il punteggio è 24-17 dopo i primi 10 minuti di gioco. L’avvio dell’Olympiacos nel secondo periodo è molto positivo, con buone iniziative corali che riducono a un solo possesso la distanza tra le squadre, prima di una nuova accelerata dei padroni di casa, finalizzata da Doncic con la tripla che vale il +8, sul 31-23. L’uscita dalla sospensione vede Daniel Hackett prendere per mano i propri compagni sul fronte offensivo, mentre Anthony Randolph si presenta al suo nuovo pubblico con una schiacciata spettacolare che ferma il parziale di rimonta greco. Gli attacchi brillano più delle difese, con il punteggio che cresce rapidamente, anche se ci sono anche gesti tecnici importanti come la stoppata con cui Birch cancella il tentativo di Carroll di segnare due punti comodi. Una giocata volante sull’asse Spanoulis-Printezis e un’altra prodezza del numero 7 biancorosso chiudono il primo tempo con il Real ancora in vantaggio per 42-40, al termine di un tempo in cui le due squadre hanno regalato grande spettacolo.

Il terzo quarto si apre con i canestri di Printezis e Ayon, prima di un antisportivo fischiato contro Spanoulis per avere fermato Llull, con il Real abile ad approfittare della situazione e mantenersi avanti nel punteggio. La tripla di Mantzaris, dopo due liberi di Spanoulis, valgono il sorpasso Olympiacos sul 51-49, prima che un 5-0 firmato Fernandez-Llull valga il nuovo contro sorpasso, in una gara contraddistinta dal grande equilibrio. I greci accusano una serie di passaggi a vuoto in attacco, non trovando buone soluzioni e consentendo ai padroni di casa di allungare: Sfairopoulos decide di fermare il gioco, con la sua squadra sotto di 7 lunghezze. L’ondata blanca produce il primo vero grande break nel corso della ripresa: dopo 30 minuti il tabellone recita 62-53. Le triple di Lojeski e Carroll aprono l’ultimo quarto, con il Real avanti in doppia cifra: l’Olympiacos accorcia sfruttando al meglio un antisportivo fischiato contro Othello Hunter, grazie ad un’altra tripla di Lojeski. Una serie di errori in fila impediscono ai greci di arrivare a stretto contatto con gli avversari:il Madrid sfrutta i tiri liberi a propria disposizione per dilatare ulteriormente il proprio vanttaggio, sempre e costantemente in doppia cifra negli ultimi minuti. E’ una tripla di Doncic a poco più di un minuto dalla fine a scrivere i titoli di coda sulla gara, che vede la vittoria del Real per 83-65. Il migliore è stato Lull (22), seguito da Doncic (11) e Carroll (10), mentre per l’Olympiacos si salvano Lojeski (14), Spanoulis (12) e Printezis (11).

TABELLINI:

REAL MADRID: Randolph 7, Draper 2, Fernandez 7, Nocioni n.e., Doncic 11, Reyes 6, Ayon 9, Carroll 10, Hunter 4, Llull 22, Thompkins 2, Taylor 3

OLYMPIACOS PIREO: Green, Birch 6, Young 1, Papapetrou, Spanoulis 12, Agravanis 6, Milutinov 2, Printezis 11, Papanikolau 4, Mantzaris 3, Hackett 6, Lojeski 14

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy