Eurolega, grone D: il Partizan vince in volata mentre passano fuori casa Barcellona e Cska

Eurolega, grone D: il Partizan vince in volata mentre passano fuori casa Barcellona e Cska

Partizan Mt:S Belgrade – Lyetuvos Rytas Vilnius 75-74

La partita-chiave della giornata non tradisce le attese dei 7000 spettatori della Pionir Arena di Belgrado e regala spettacolo ed emozioni. La spuntano i padroni di casa, che agganciano il Brose Bamberg e si giocheranno la qualificazione nello scontro diretto dell’ultima giornata, a meno di improbabili colpacci serbi in terra catalana. I bianconeri di Vujosevic hanno dimostrato grande freddezza, quando nell’ultimo quarto il ritorno del Rytas – dopo aver condotto tutta la gara – poteva farli crollare. Così non è stato e le giocate decisive sono arrivate da Gordon e Lucic, che hanno coronato una partita di altissimo livello. Ma al di là dei singoli. il Partizan si conferma  un ottimo collettivo dalle potenzialità individuali elevatissime (un nome su tutti: David Bertans). Peccato per i Lituani, bravi a rientrare in una partita che sembrava scivolare rapidamente via; anche i baltici hanno evidenziato una grande prova di squadra, con i picchi di altri due giovanissimi, ovvero Nedovic e Radosevic, entrambi in costante crescita. Purtroppo serviranno ora due vittorie per sperare nelle Top 16: una con il Bamberg e l’altra contro il Besiktas, che a dire il vero potrebbe giocare senza troppe motivazioni avendo il pass per il turno successivo già in tasca.

La cronaca: nel primo tempo i padroni di casa sembrano poter controllare agevolmente. Nel primo quarto, terminato 18-11,  Lucic guida i suoi a un parziale di 12-3 che taglia le gambe agli ospiti, mentre nel secondo i tre canestri dalla lunga di Bertans rintuzzano la volontà di potenza lituana per il 39-33 alla seconda sirena. Il terzo quarto sembra il momento buono per la fuga serba, che sulle ali di Gordon e Musli vanno oltre la doppia cifra di vantaggio. Il Rytas non ci sta e risponde con un 7-0 perentorio, ma un altrettanto contro parziale speculare ristabilisce le distanze sul 59-51. Nell’ultimo quarto si completa il tentativo di rimonta ospite: Radosevic e Nedovic – incontenibile – suonano la carica e martellando da ogni dove provocano uno 0-13 che consente di ripartire dalla parità. Botta e risposta tra le due squadre. Seibutis illude con la tripla del 73-74 a 2’ dal termine, ma Gordon sale in cattedra: schiacciata e rimbalzo offensivo della partita sono suoi, mentre Seibutis sbaglia da 6 metri il jumper della vittoria.

MVP Basketinside: Drew Gordon – l’atletismo debordante dell’americano classe 1990 si fa sentire alla grande oggi con 10 punti, 8 rimbalzi e 2 stoppate, ma soprattutto con le due giocate di energia ed istinto che regalano al vittoria ai suoi. Most Valuable nel senso più letterale del termine.

Tabellini

Partizan Mt:S Belgrade: Milutinov 7; Westermann 6; Gordic 2; Lucic 13; Miloslavljevic 10; Bogdanovic 0 Gagic 2; Musli 12; Cakarevic NE; Gordon 10; Andusic NE; Bertans 14.

Lyetvuos Rytas Vilnius: Dulkys 0; Babrauskas 5; Seibutis 12; Buterlevicius 0; Samardziski 1; Katelynas 3; Nedovic 16; Jomantas 0; Redikas NE;  Radosevic 15; Ivanov 10, Blums 12.

 

Brose Baskets Bamberg – CSKA Moscow 89-97

Gara scoppiettante e ad alto punteggio quella tra Brose e CSKA, con le due formazioni particolarmente in giornata al tiro, sia da due (64% per Bamberg, 62% per Mosca) che da tre (52% a 42%), ma vinta dai Russi grazie a una maggior fisicità, che si traduce nel maggior numero di liberi e rimbalzi conquistati, e al maggior talento. Ed a proposito di talento, finalmente di vede quello offensivo di Dionte Christmas: il nuovo arrivato nel regno di Messina ne fa 21, con un ottimo 6/8 da tre. Molto bene anche le altre stelle, con Krstic di ritorno da un infortunio che domina l’area e Teodosic, oggi rebus insolubile per la difesa bavarese. Dall’altra parte il trio di cannonieri tedeschi è quello usuale: Jacobsen, Gavel e Nachbar combinano 49 punti in tre, oggi aiutati  più del solito dai compagni di squadra. Lo slovacco in particolare è l’ultimo ad arrendersi con la tripla che dà il -6 a un minuto dalla fine, prima che i liberi di Weems e Khryapa spengano definitivamente le speranze dei suoi. Per il CSKA continua l’imbattibilità esterna, i tedeschi vengono raggiunti in classifica dal Partizan, ma con scontro diretto e calendario a favore:prima affronteranno il Lyetuvos Rytas a Vilnius, poi proprio i Serbi tra le mura amiche.

MVP Basketinside: Milos Teodosic – dominante davanti e dietro. 100% da due e 9 assist, oggi in versione buona, ovvero quella che se mantenesse con continuità lo renderebbe il miglior play – nell’accezione contemporanea del termine – d’Europa.

Tabellini

Brose Baskets Bamberg: Gipson 10; Goldsberry 7; Nachbar 15; Tadda 0; Richter NE; Schmidt 0; Neumann 10; Ford 4; Williams 0; Jacobsen 18; Gavel 16; Zirbes 9

CSKA Mosca: Teodosic 19; Micov 2; Gudumak NE; Jackson 3; Krstic 18; Weems 16; Zozulin NE; Vorontsevich 5; Christmas 21; Kaun 2; Khryapa 11; Ponkrashov 0

 

Besiktas JK Istambul –FC Regal Barcellona 48-78

Va bene che i turchi sono matematicamente nelle Top 16, ma quella rimediata contro il Barcellona è una vera e propria figuraccia (seconda peggior prestazione offensiva assoluta dell’anno di questa Eurolega) o meglio, un risultato che rende bene la differenza tra uno dei top teams europei e una squadra di medio livello. Con i migliori a giocare poco, Navarro e Mickael sono rimasti a Barcellona, le seconde linee catalane distruggono il Besiktas grazie a un parziale di 16-0 tra secondo e terzo quarto e mandando a segno undici dei dodici giocatori schierati. Tra i singoli spiccano il career high di Ingles e quello del dirimpettaio Vidmar, unici due giocatori in doppia cifra della partita.

MVP Basketinside: Joe Ingles – top scorer della partita e carrer high. MVP inevitabile.

Tabellini

Besiktas JK: Guler 0; Ozmizrak 0; Akin 9; Vidmar 18; Falker 0; Cetin 3; Markota 4; Christopher 7; Dasic 0; Hersek 2; Ozer 0; Jerrells 5.

Regal FC Barcelona: Sada 6; Huertas 7; Abrines 5;  Jasikevicius 8; Todorovic 4; Wallace 4; Ingles 22; Rabaseda 0; Hezonja 0;  Lorbek 2; Jawai 6; Tomic 9.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy