EuroLega: il CSKA soffre ma passa in casa dell’Efes

EuroLega: il CSKA soffre ma passa in casa dell’Efes

I moscoviti stanno davanti quasi per tutto l’arco dei 40 minuti ma la prova dei turchi è di valore e solo nel finale lasciano il bottino agli avversari

Commenta per primo!

Il CSKA si porta sull’invidiabile record di 3-0 con una vittoria importante su un campo difficile. Non è stata la prestazione più bella di sempre per gli uomini di Itoudis ma la vittoria è arrivata e tanto basta questa sera. Per l’Anadolu Efes, invece, sono tre sconfitte su tre; tuttavia, dall’ottima prestazione di mostrata in questo match Perasovic può ripartire per costruire il futuro europeo della propria squadra.

LA CRONACA – 7-0 è il messaggio inziale che il CSKA manda all’Efes che è abbastanza sorpreso dalla partenza a razzo degli avversari. A piccoli passi, i turchi si avvicinano e a metà tempo addirittura trovano il vantaggio sul 13-12. Un ispirato De Colo (9 punti nel primo quarto), però, riporta la squadra vestita in bianco davanti. Il vantaggio al termine del periodo, tuttavia, è risicato: 23-26.

L’entrata sul parquet nel secondo periodo è prepotente da parte dei russi: un parziale di 11-2 nei primi 5 minuti crea il primo solco importante tra le due squadre. L’Efes sembra incapace di reagire alla folata avversaria. Una timida reazione c’è a cavallo del 6° e 7° minuto ma il divario è di 7 punti ancora(30-37). Una nuova fiammata dei campioni in carica riporta le distanze sul +13 e coach Perasovic è costretto a richiamare i suoi uomini in panchina per schiarirgli le idee. 37-49 è il parziale del match a metà gara.

I padroni di casa provano a portare l’inerzia del match dalla loro e la schiacciata di Dunston, che riporta il -8 (46-58), sembra andare in questa direzione. Altri due punti, costringono Itoudis ad un inevitabile timeout a metà quarto. Il centro ex Varese è un fattore in questo periodo: è sempre lui a riportare più vicino i blu di Istanbul che a 2’30” da fine quarto, si avvicina fino al -5 (56-61). I ritmi del match si alzano ma il CSKA mantiene una distanza di sicurezza sul 63-69.

L’Efes rientra in campo con tanta garra e a 7′ dalla fine rimette la gara in equilibrio sul 71-71 con una tripla di Huertel. L’esperienza dei russi, però, ristabilisce le distanze con un mini-break di 4-0 in pochi secondi. Il cuore dei turchi sembra possa avere la meglio sull’estremo talento dei moscoviti: il pareggio di Huertel (82-82) a 4′ dalla fine è il segnale chiaro che la vittoria è a portata di mano. Con “arroganza”, però, il CSKA fa nuovamente la voce grossa e si porta sul 82-89 a 1’25” dal termine del match. Thomas, che è tra i più positivi della gara, con un bomba rimette i suoi sul -4 a 1′ esatto dalla sirena. Il clamoroso ribaltone, tuttavia, non riesce agli uomini di Perasovic che si inchinano al CSKA per 87-93.

MVP Basketinside: Teodosic (15 pt, 8 as)

Anadolu Efes: Thomas 16, Brown 14, Cotton 12

CSKA Mosca: De Colo 25, Teodosic 15, Higgins 13

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy