EL Playoffs, G3: il Fenerbahce vince e conquista la semifinale

EL Playoffs, G3: il Fenerbahce vince e conquista la semifinale

Partita solida dei ragazzi di Obradovic, che pur non brillando in attacco, concedono molto poco al Panathinaikos e volano alle Final Four.

di Riccardo Lucarini

Dopo le due belle vittorie ad Atene nel segno di Bogdan Bogdanovic, il Fenerbahce affronta gara 3 in casa con la possibilità di chiudere la serie e approdare alla Final four di Istanbul. Dall’ altra parte il Panathinaikos non può più sbagliare. Sono necessarie tre vittorie di fila per continuare il cammino europeo. Inizia meglio il Fenerbahce , ma i greci non ci stanno e riescono a ricucire lo strappo. Buone percentuali per entrambe le squadre nel primo quarto. Nel secondo periodo i turchi, grazie a molti viaggi in lunetta e a una buona prestazione difensiva, scavano un solco di 7 punti con cui si giocheranno gli ultimi 20′. Sono ancora una volta le difese a farla da padrone nel terzo quarto. I turchi, nonstante i molti errori in attacco, sono giustificati dai dieci punti di vantaggio che mantengono quasi stabilmente durante il terzo periodo. Pesano molto per la truppa di Pascual le conclusioni dalla lunga distanza sbagliate. Nell’ ultimo periodo il Fenerbahce non solo non perde colpi ma accresce ulteriormente il vantaggio guidato da un super Bobby Dixon. K.C. Rivers è l’ ultimo a mollare in casa Pana ma i turchi giocano un ottimo basket e non lasciano spazio al rientro greco. La sirena recita 79-61. Obradovic e i suoi vanno alle Final Four dove proveranno a portare a casa la coppa dopo la beffa dello scorso anno.

LA PARTITA:

Iniziano meglio i padroni di casa che aprono la serata con la bomba di Luigi Datome e scavano subito un piccolo break. ( 11- 4 al 4′) Gli ospiti non si fanno scoraggiare e rientrano grazie alle giocate su entrambe le metà campo di Nick Calathes. Al 6′ K.C. Rivers firma il primo vantaggio Pana. (11-12) Finale di quarto equilibrato con protagonisti Singleton e Bobby Dixon. Al 10′ è 18- 17.

Sono due canestri di James Feldeine ad aprire il secondo periodo. La squadra di coach Obradovic intusice però il pericolo e attaccando frequentemente il ferro riesce tramite i tiri liberi a tornare in vantaggio. ( 27-26 al 5′) Lo stesso copione si ripete negli ultimi minuti nel primo tempo. Il Fener va a riposo con un prezioso +7 a referto. ( 37-30 al 20′)

La ripresa comincia sotto il segno di Gigi Datome. Grazie ai canestri del sardo il Fenerbahce si porta sul 44- 33 al 3′. Singleton risponde all’ italiano e da quel momento si assiste a oltre due minuti senza canestri. E’ un libero di Pappas a riaprire le danze. ( 44-37 al 7′). Da quel momento i turchi allungano ancora grazie ai canestri di Kalinic, Udoh e Sloukas. A 10′ dalla fine è 52- 42.

Grandissimo inizio per Bobby Dixon che con assist e punti è protagonista del parziale di 11-2 con cui si apre l’ ultima frazione. ( 63- 44 al 3′ ) Nonostante Pascual provi a fermare più volte la partita con i Time Out, il Fener non molla un centimetro e mantiene costante il vantaggio. ( 74-54 al 7′)  Nel finale Obradovic concede spazio a tutti i i giocatori a referto, segnale importante in vista di una Final Four dove è molto importante un roster profondo. Finisce 79-61.

TABELLINO:

FENERBAHCE ISTANBUL- PANATHINAIKOS SUPERFOODS ATHENS: 79- 61 ( 18- 17, 37- 30, 52- 42)

FENERBAHCE ISTANBUL: Udoh 10 ( 10 rimbalzi) , Mahmutoglu, Antic, Bogdanovic 10, Bennett, Sloukas 6, Nunnally 12, Vesely 6, Kalinic 10, Dixon 13, Duverioglu 2, Datome 10. All. Zelimir Obradovic.

PANATHINAIKOS SUPERFOODS ATHENS: Singleton  12, Nichols, Rivers 16, James 8, Fotsis 4, Pappas 1, Feldeine 6, Gist 7, Charalampopolus NE, Gabriel 2, Bourossis, Calathes 5. All. Xavier Pascual.

MVP BASKETINSIDE: Bobby Dixon ( 13 punti, 67% da 3, 3 assist, 15 di valutazione)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy