EuroLega: Olympiacos, non basta il cuore. CSKA espugna Atene

EuroLega: Olympiacos, non basta il cuore. CSKA espugna Atene

Big Match di giornata che va ai russi, in grande controllo per tutta la partita ad eccezione degli ultimi minuti in cui i padroni di casa tentano il tutto per tutto.

OLYMPIACOS – CSKA MOSCA  75-81  (21-25, 7-19, 23-22, 24-15)

Big Match di giornata, quello che commentiamo oggi ad Atene tra Olympiacos e CSKA Mosca. Teodosic e De Colo ancora imbattuti, sfidano i padroni di casa guidati da Spanoulis e Printezis. I greci iniziano con Spanoulis, Mantzaris, Papapetrou, Printezis e Young mentre la squadra di Mosca con De Colo, Jackson Kurbanov, Augustine e Vorontsevich.

Ottima partenza per gli ospiti, che vanno forte a rimbalzo e piazzano un mini parziale di 6 a 0. Rispondono subito colpo su colpo Printezis e Spanoulis, in un’arena che fa sentire il suo calore. Vorontsevich è un fattore sia dentro che fuori dall’area, ben aiutato da un Jackson subito in grande forma. +8 per il CSKA e padroni di casa subito costretti a fermare la partita. Milos Teodosic entra a fine primo quarto dalla panchina e inizia il suo personale show a suon di assist per i compagni. Quando i russi raggiungono la doppia cifra di vantaggio, Printezis è protagonista di un parziale che riporta l’Oly a -4 al termine del primo quarto.

Il secondo quarto inizia con molti errori da una parte e dall’altra, dettati anche da difese aggressive che forzano all’errore gli attacchi. Dopo alcuni minuti in cui non si segna, ci pensa Teodosic ad accendere la luce dei suoi compagni. Spanoulis è nervosissimo, e dopo alcune palle perse subisce anche un tecnico. La difesa del CSKA è da clinic, quasi perfetta, rendendo la vita durissima per i greci in attacco. Tutta la panchina russa risponde alla grande, non risentendo dei titolari a riposo e allungando sopra la doppia cifra di vantaggio. Il secondo quarto termina con il CSKA Mosca in pieno controllo sul +18 con l’Olympiacos in assoluta difficoltà.

Il terzo quarto parte come si è concluso il precedente, con il CSKA e Teodosic in controllo della partita. Spanoulis non riesce ad entrare proprio in partita, nervosissimo e fuori dall’incontro. Non si segna molto in questo quarto, De Colo stranamente tira con brutte percentuali all’interno dell’area, ma nonostante questo è sempre tra i protagonisti anche con punti, assist e rimbalzi che aiutano i russi a gestire il vantaggio alla perfezione. Il quarto finisce con gli ospiti a +15, con una difesa super e una gestione da super team.

L’ultimo quarto si apre con l’Olympiacos che da il tutto per tutto per tentare di rientrare in partita, ma fatica tantissimo con il tiro dalla lunga distanza. Negli ultimi minuti, inspiegabilmente si spegne la luce negli ospiti, con il rischio di dilaniare tutto quanto di buono fatto vedere fin qui. Printezis e Green scavano fino ad arrivare al -4, ma De Colo e Hines, fondamentali ai liberi e a rimbalzo, permettono al CSKA di espungare la Peace & Friendship Arena di Atene. I padroni di casa pagano la pessima serata di Spanoulis, con il solo Printezis non sufficiente per avere la meglio di una delle migliori squadre d’Europa, se non la migliore.

MVP BasketInside: Nando De Colo. Non trema mai la mano, oltre ai punti aggiunge assist, rimbalzi e la solita grandissima quantità di leadership. Immenso, tra i migliori d’Europa.

CSKA MOSCA: De Colo 23, Teodosic 10, Augustine 2, Fridzon 0, Jackson 15, Antonov 3, Vorontsevich 11, Higgins 2, Khryipa 0, Kurbanov 2, Hines 13.

OLYMPIACOS: Green 8, Birch 10, Young 0, Papapetrou 3, Spanoulis 14, Milunitov 3, Printezis 26, Papanikolau 6, Mantzaris 3, Hackett 2, Lojeski 0.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy