EuroLega: Panathinaikos vittorioso su un coriaceo Darussafaka

EuroLega: Panathinaikos vittorioso su un coriaceo Darussafaka

Panathinaikos che parte fortissimo, si spegne e si riaccende nel momento decisivo della partita battendo un Darussafaka duro a morire.

PANATHINAIKOS – DARUSSAFAKA 86-80 (21-16, 25-18, 18-26, 22-20)

Entrambe le squadre arrivano da delle sconfitte e sono chiamate al riscatto. I greci con l’effetto Pascual provano a rialzare la testa e a tornare nei piani alti, mentre il Darussafaka cerca continuità sotto l’ala di Coach Blatt. Il Panathinaikos comincia con Calathes, Feldeine, Fotsis, Singleton e Nichols mentre i turchi iniziano con Clyburn, Batuk, Wanamaker, Anderson e Slaughter.

Primi minuti di gioco contrassegnati da parecchi errori in campo, ci pensa poi Calathes con la solita sicurezza a sbloccare il punteggio. Risponde subito colpo su colpo Anderson per i turchi. Primo mini allungo per i padroni di casa, guidati da KC Rivers, Calathes e una grande intensità sotto canestro. Il Darussafaka fatica molto a trovare la via del canestro nel primo quarto, chiudendo sotto di 5 lunghezze.

Il secondo quarto inizia sotto il segno di Ioannis Bourousis, presente e attivo sotto canestro, il quale permette alla sua squadra di raggiungere la doppia cifra di vantaggio. Singleton e Nichols sono ottimi ad aprire il campo con le triple dell’ex Kuban e a fare la voce grossa sotto canestro con il secondo. Clyburn è in giornata di grazia, segna a ripetizione, mantenendo in vita il Darussafaka che nel frattempo è crollato a -13, sotto le bombe di Rivers.

Nella ripresa è un altro Darussafaka. Strigliati da Coach Blatt, i turchi recuperano lo svantaggio, mostrando una grande intensità sotto canestro. Clyburn è scatenato, in giornata di grazia e difficilmente marcabile per la squadra di Atene. Il parziale si fa sempre più importante per i turchi, i quali arrivano a stretto contatto dei padroni di casa. Blatt si innervosisce molto con la terna arbitrale nel finale di terzo quarto, prendendosi anche un tecnico per proteste. Quattro punti da recuperare al termine del terzo quarto per la squadra di Istanbul.

Nichols e Calathes da una parte, Anderson e Clyburn dall’altra, sono loro i protagonisti più importanti in apertura di quarto. L’equilibrio regna sovrano, dimenticando i momenti in cui il Panathinaikos dominava la partita. Ultimi minuti molto emozionanti ed equilibrati all’OAKA. A due minuti dal termine, Singleton ruba e va a schiacciare in contropiede per il +3 Pana. Anderson dall’altre parte non è preciso dalla lunetta con un 1 su 2 che riporta a -2 il Darussafaka. Negli ultimi secondi è decisivo il tap-in di Bourousis che indirizza la partita in modo decisivo verso i padroni di casa. Il Panathinaikos la chiude negli ultimi secondi grazie a un’ottima precisione ai tiri liberi.

Vittoria fondamentale per gli uomini di Xavi Pascual, che rientrano nelle posizioni che contano, a ridosso dei cugini dell’Olympiacos, aspettando la fondamentale trasferta della settimana prossima in cui ci sarà l’emozionante ritorno a Barcellona per Coach Xavi Pascual.

MVP: Ioannis Bourousis. L’ex Olimpia Milano è decisivo nei momenti che contano della partita. Subisce tantissimi falli ed è molto preciso dalla lunetta, dove non gli trema mai la mano.

PANATHINAIKOS: Singleton 13, Nichols 7, Rivers 13, James 7, Fotsis 3, Pappas 12, Feldeine 0, Gabriel 2, Bourousis 18, Calathes 11.

DARUSSAFAKA DOGUS: Wilbekin 8, Batuk 0, Erden 5, Wanamaker 19, Clyburn 26, Aldemir 2, Savas 0, Anderson 16, Slaughter 0, Bertans 4.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy