EUROLEGA, PLAYOFF, G2: Efes sprecone, il Real vola sul 2-0

EUROLEGA, PLAYOFF, G2: Efes sprecone, il Real vola sul 2-0

foto

REAL MADRID  –  ANADOLU EFES (22-16; 37-45; 63-66)

Il Real Madrid vince anche gara 2 dei quarti di finale di Eurolega contro l’Efes. Per la formazione turca quella di stasera rappresenta un’enorme occasione sprecata: infatti, il Real ha giocato una partita tutt’altro che buona ed ha rischiato seriamente di vedersi annullare il vantaggio del fattore campo e a dimostrare ciò c’è l’esultanza a fine partita di squadra e tifosi. L’Efes ha sprecato troppe occasioni per chiudere il match dopo un secondo quarto che gli aveva consentito di prendere la testa del match contro un brutto Real in difficoltà in attacco con pessime percentuali dall’arco dei 6,75 m e tante palle perse. Per l’Efes difficilmente si presenterà un’altra occasione così ghiotta mentre il Real Madrid deve sperare di uscire da questo momento di forma non particolarmente brillante al più presto perchè le rivali per il titolo stanno dominando in modo ben diverso i rispettivi quarti.

 

LA CRONACA – E’ l’Efes, con Bjelica, ad aprire le marcature ma il Real risponde subito con un gioco da tre punti di Rudy Fernandez e prova la fuga portandosi in un amen sul 9-2 in suo favore. Nei primi minuti di partita non si assiste ad uno spettacolo eccellente ed il punteggio non è altissimo, nonostante ciò il Real sembra essere più cinico in attacco. Felipe Reyes, dopo il suo secondo fallo, è richiamato in panchina per precauzione mentre Saric ed Heurtel costruiscono un 5-0 di parziale che porta i turchi a -2 (11-9) prima del contro-parziale di 6-0 firmato Llull- Fernandez che riporta i padroni di casa a +8 (17-9) e costringe la panchina avversaria ad un immediato time out. Il Real, a poco più di un minuto dalla fine del primo quarto, con una schiacciata di Llull in contropiede tocca il +11 sul 22-11 ma l’Efes non affonda e chiude il primo quarto sotto di soli 6 pt sul 22-16.
Anche Bourousis commette il secondo fallo personale in avvio di secondo quarto e Krstic fa 2/2 dalla lunetta portando i suoi a -4 sul 22-18. Il Real è in bambola e l’Efes ci mette poco a cancellare lo svantaggio ed impattare la partita sul 22-22. Dopo la sospensione voluta dalla panchina madrilena, i turchi passano in vantaggio grazie alle non poche palle perse dagli avversari ma non riescono a scappare ed il vantaggio tocca quota 6 pt (30-24) solo dopo la tripla di Heurtel a 4’ 43’’ dall’intervallo lungo. Negli ultimi minuti di secondo quarto si alzano le percentuali da una parte e dall’altra con il Real che si sblocca da tre e passa spesso dalla lunetta e l’Efes che trova punti importanti da Saric, ma ciò non influisce di molto sullo scarto tra le due compagini in campo. Dopo i primi 20’ il punteggio vede l’Efes condurre per 45-37.

In avvio di terzo quarto l’andazzo del match non cambia di molto rispetto al finale del secondo: infatti, l’Efes prova a conquistare una stabile doppia cifra di vantaggio ed il Real prova ad impedirglielo. La squadra ospite, passo dopo passo, giunge fino al +17 sul 62-45 grazie alle difficoltà offensive dei rivali ed un Osman in un ottimo momento. Il precoce bonus raggiunto dall’Efes e dei buoni canestri di Reyes e Nocioni sono i principali artefici del 18-4 di parziale madrileno che rimette i padroni di casa in corsa portandoli a -3 all’ultimo mini-intervallo. A fine terzo quarto il punteggio vede l’Efes avanti per 66-63.

L’ultima frazione di gioco si apre con il quarto fallo di Felipe Reyes e l’1/2 di Bjelica dalla lunetta al quale risponde subito Ayon per il -2 sul 67-65 prima che la tripla di Rivers valga il sorpasso ai madrileni. Ayon si fa sanzionare un fallo tecnico per simulazione che non porta più di un punto agli ospiti e il Real prova a dare la stoccata vincente alla partita trovando però l’opposizione di Krstic e Perperoglou che riportano l’Efes sul +7 (75-68). La partita in questa fase è caratterizzata da una tensione che penalizza lo spettacolo: infatti il Real sembra ricadere nelle pecche che l’hanno penalizzata per tutta la partita ma l’Efes fa fatica a chiuderla una volta per tutte ed infatti due triple di Rodriguez e Felipe Reyes portano il Real a +1 sull’83-82 a meno di un minuto dalla fine. L’Efes gestisce malissimo un possesso decisivo e Rodriguez si invola in contropiede subendo un fallo antisportivo da Draper che esce anche per cinque falli. Il “Chacho” fa 2/2 dalla lunetta e subisce fallo sul possesso supplementare facendo ½. Janning con una tripla veloce tiene vive le speranze dell’Efes, ma è sempre Janning con il suo 0/2 successivo a chiudere definitivamente i giochi. Il finale è di 90-85.

 

TOP SCORERS

Real Madrid: Llull 18, Fernandez 15, Reyes 11

Anadolu Efes: Krstic 23, Heurtel 16, Osman 12

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy