EUROLEGA, Playoff, G4: PrinteZeus regala le FINAL FOUR all’Olympiacos. Barça a casa

EUROLEGA, Playoff, G4: PrinteZeus regala le FINAL FOUR all’Olympiacos. Barça a casa

OLYMPIACOS 7168 BARCELLONA (16-17; 29-37; 50-50)

Il Barcellona si presenta ad Atene con la consapevolezza di essere l’unica squadra a poter portare un quarto di finale a gara 5, l’Olympiacos vuole imitare Real, Cska e Fenerbache e andare con un match d’anticipo alle final four di Madrid. La partita si gioca a ritmi bassi, nonostante la squadra spagnola sia obbligata a vincere. La tensione è altissima e la gara è bella per quello, visto che si gioca su percentuali molto basse, soprattutto nel primo tempo e dall’arco. Sin dall’inizio si è capito che a decidere la sfida sarebbero stati gli episodi nel finale di gara e così è stato. Gli dei del Basket, forse anche Zeus direttamente dall’Olimpo così vicino al palazzetto biancorosso, spingono dentro la tripla di Printezis sulla sirena, regalando una gioia indescrivibile al popolo greco e lasciando l’amaro in bocca ai blaugrana, forse troppo convinti di strappare almeno una vittoria al Pireo. A Madrid, quindi, vedremo Spanoulis e compagni. Il Barça torna a casa leccandosi le ferite con il rammarico più grande di non poter inisidiare il Real proprio tra le mura amiche.

La Cronaca – L’inizio gara non è dei migliori. Il ritmo è molto basso e l’imprecisione sembra l’unico ingrediente presente sul parquet greco. Si gioca quasi unicamente sotto il pitturato e la percentuale al tiro è scadente sia da un lato che dall’altro, tanto che bisogna aspettare più di sette minuti per vedere un tiro dall’arco a segno per il Barcellona con Abrines. Questo da un po’ di fiducia agli spagnoli che colpiscono ancora dall’arco , ancora con Abrines e con Oleson. L’Olympiacos si affida alla schiacciata di Petway e ai tiri liberi per restare agganciato al match, con un -1 da recuperare dopo 10 minuti. La ripresa inizia con la stoppata di Lojeski e un parziale di 4-0 per la squadra greca che però subisce un nuovo parziale e un controsorpasso da parte degli spagnoli. I ritmi restano bassi e solo dopo 15 minuti e sette tentativi l’Olympiacos riesce a segnare da tre con Vasilis Spanoulis. In chiusura di quarto il Barcellona si mette sulle spalle di Navarro, che spara una bomba senza ritmo e con un parziale di 10-2 chiude il primo tempo sul +8, 29-37.Si rientra dagli spogliatoi ma lo spartito non cambia, la tensione agonistica è altissima ma si segna poco e così il Barça riesce a tenere un buon vantaggio fino alla metà del terzo parziale. L’Olympiacos capisce che la partita sta scappando via e così Spanoulis e Petway dall’arco riportano in corsa i greci. A 18 secondi dalla chiusura della terza frazione Spanoulis regala il vantaggio ai suoi, ma l’1 su 2 dai liberi di Tomic fa segnare sul tabellino il 50-50 dopo 30 minuti. Ogni secondo che passa negli ultimi dieci minuti del match fa salire la tensione al Peace and Friendship Stadium. L’Olympiacos realizza un parziale di 5-0 dopo il canestro iniziale di Ante Tomic e si porta avanti, sfruttando anche un grossolano errore di Satoransky che non riesce a schiacciare una palla facile facile. E’ Thomas a regalare al Barcellona il pareggio, ma quando ancora mancano più di cinque minuti alla fine. La squadra greca sembra un po’ contratta, fa raggiungere agli avversari il bonus forse troppo presto e grazie ai liberi i blaugrana vanno ancora avanti di 4. Ma impossibile dire che sia finita, altro super parziale dei biancorossi con Printezis e la schiacciata di Mantzaris per l’ennesimo sorpassso dei greci quando, però, di secondi ne mancano solo 40. Ancora spagnoli avanti nel match con i 2 liberi di Navarro. Possesso per Spanoulis che sfrutta quasi tutti i 24 secondi a disposizione e a 6 secondi dal termine realizza il layup del +1. I greci decidono di spendere il fallo e di mandare ancora dalla lunetta Navarro che, surclassato dai fischi di paura dei tifosi biancorossi, ne mette solo uno che vale comunque il 68-68. Ultima azione del match con 5 secondi e 2 decimi sul cronometro, scarico di Sloukas per Printezis che sulla sirena si alza da tre e con l’aiuto degli dei dell’Olimpo insacca in mezzo alla retina il canestro della vittoria. Game, set and match Olympiacos, il Barcellona va a casa.

Olympiacos: Spanoulis 17; Printezis 14; Mantzaris 11

Barcellona: Tomic 13; Satoransky 12; Abrines 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy