EuroLega – PO, G1: prova di forza Cska con super Rodrìguez. Terzo quarto fatale a Vitoria.

EuroLega – PO, G1: prova di forza Cska con super Rodrìguez. Terzo quarto fatale a Vitoria.

Dopo 20′ di equilibrio, il Cska scappa nel terzo quarto (29-12) e piega la resistenza dei baschi. Rodríguez dominante con 19 punti e 5/6 da 3 in 20′.

di Gabriele Leslie Giudice

CSKA MOSCA 94-68 KIROLBET BASKONIA VITORIA (23-24, 21-16, 29-12, 21-16)

Itoudis non poteva immaginare un esordio migliore per il suo Cska, che domina gara 1 piegando il Baskonia Vitoria con una ripresa super. Dopo 20′ di sostanziale equilibrio, Rodríguez – 19 punti con 5\6 da 3 in 20′ – e compagni aprono il gas trovando il parziale di 29-12 – con 6 triple a bersaglio – che sconvolge l’equilibrio della partita e lascia Vitoria in bambola e in svantaggio anche di 21 punti, chiudendo formalmente una gara 1 in cui l’arsenale qualitativo di Itoudis ha pagato i dividendi. Prestazione a due facce quella degli ospiti: dopo 20′ di pragmatismo, organizzazione e tigna, la sfuriata offensiva dei russi ha tolto di scena la squadra di Perasovic che, ora, ha 48 ore per eliminare le scorie di questa serata, ripartendo dalla supremazia a rimbalzo offensivo, da un primo quarto chiuso in vantaggio e dalla voglia di non abbandonare il sogno di esserci alle Final Four in casa propria. Giovedì, ancora su questo campo, gara 2.

La cronaca: Higgins segna i primi 5 punti del Cska, altrettanto positivo è l’impatto degli ospiti che entrano in gara 1 senza timori reverenziali, e con la tripla di Vildoza trovano il 7-7. Hunter si mette a lavoro con 4 punti consecutivi, a cui ancora Vildoza e Voigtmann replicano spingendo avanti gli ospiti (14-15). Il Cska controsorpassa trovando il +4 (21-17) con Clyburn, ma il finale di quarto è ancora degli ospiti, avanti al primo mini intervallo grazie al miniparziale di 7-2, contrassegnato dalla tripla di Janning e dai liberi di Huertas e Hilliard. Nando De Colo si mette in moto con 5 punti consecutivi che riportano il Cska a +4 (30-26), ma il canovaccio della partita resta intatto, grazie all’attività del Baskonia sotto il tabellone del Cska – già 5 i rimbalzi offensivi concessi agli ospiti – che danno extrapossessi e punti veloci agli ospiti, di nuovo avanti con Shields, che appoggia al vetro dopo la tripla fallita da Vildoza. Sergio Rodríguez apre il gas trovando 5 punti consecutivi che ridanno inerzia al Cska, avanti 44-40 all’intervallo tramite il 2+1 di Higgins. Il Cska entra nel terzo quarto a 1000 km\h iniziando a picconare la resistenza di Vitoria: a guidare le danze è ancora “El Chacho” Rodríguez, che crea tantissimo gioco per Itoudis, sia mettendosi in proprio – 2 triple in serie, 16 punti personali – che orchestrando il pick and roll che Hunter chiude con la bimane del +7 (52-45). Shields risponde di par suo tenendo dentro il Baskonia, ma la tempesta per i baschi non è ancora passata: Kurbanov segna due triple in un amen, mentre la terza è scoccata da Clyburn, che lascia il Baskonia stordito e sotto di 14 lunghezze (61-47), massimo vantaggio della partita per i padroni di casa. Ancora Shields rompe il parziale (di 11-0) dei russi, che non rallentano e trovano la 5° tripla di serata, su 5 tentativi, di Rodríguez (66-49). Hilliard risponde con la stessa moneta, ma è ancora notte fonda per gli ospiti, che incassano la 6° tripla del terzo quarto (di Bolomboy) ed entrano nell’ultimo quarto sotto di 21 (73-52). Il pressing ordinato da Perasovic consente di produrre un miniparziale di 5-0, che induce un furente Itoudis a spendere il timeout. Il Cska torna a lavorare spinto dalla più influente porzione di serata di De Colo (6 punti in un paio di possessi), incassa la rabbiosa schiacciata di Poirier e replica con la tripla del classe ’95 Ukhov (87-66). Gli ultimi minuti scorrono senza ulteriori scossoni, il Cska blinda la vittoria confezionando il miglior esordio possibile nei Playoffs.

CSKA MOSCA: De Colo 11, Bolomboy 3, Peters 4, Ukhov 3, Rodríguez 19, Vorontsevich 3, Clyburn 10, Higgins 12, Hackett 7, Kurbanov 10, Hines 5, Hunter 7.

KIROLBET BASKONIA VITORIA: Vildoza 5, Voigtmann 2, Huertas 5, Janning 5, Diop, Poirier 12, Shengelia 6, Garino 4, Shields 17, Hilliard 12.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy