EUROLEGA, QF G2: Un super Fenerbahce annienta il Real Madrid e vola sul 2-0

EUROLEGA, QF G2: Un super Fenerbahce annienta il Real Madrid e vola sul 2-0

Gara 2 alla Ulker Arena di Istanbul. Fenerbahce che cerca l’allungo decisivo nella serie, Real Madrid che prova a riportare l’inerzia verso Madrid.

FENERBAHCE – REAL MADRID  100 – 78  (27-14, 27-15, 22-19, 24-30)

Gara 1 archiviata con un’ottima vittoria del Fenerbahce su un Real Madrid duro a morire fino alla fine. Ora gara 2 alla Ulker Arena, con il Fenerbahce che cerca la fuga decisiva nella serie, e il Real Madrid che prova a invertire la tendenza.

LA CRONACA – Il Fenerbahce parte fortissimo con un’intensità pazzesca in campo. Il nostro Datome è protagonista vero, con un ottimo avvio a differenza di un’opaca gara 1. Rubata, contropiede, rimbalzo in attacco, c’è tutto nel repertorio di Gigi. Il Real Madrid prova a rispondere con due triple di Reyes e Fernandez. Attacchi al potere, con le difese che non riesco a trovare le giuste contromisure. Primo parziale in favore dei padroni di casa, che scappano sul +8 con ritmi altissimi accettando il gioco del Real Madrid. Giocata da highlights quella di Bogdanovic che alza per una paurosa schiacciata di Udoh. Bogdanovic sempre più leader di questa squadra, che ruba a Llull e vola in contropiede per il +13. Il primo quarto termina sul +10 Fenerbahce, con i Blancos che chiudono con una tripla ad altissima difficoltà di Rudy Fernandez.

Il secondo quarto inizia con un Ekpe Udoh a dir poco dominante. Stoppate e schiacciate contro un Real Madrid che non è in grado di fermarlo, provandoci senza successo con Reyes e Ayon. Vola il Fenerbahce sul +20 con un bombardamento di triple a cui prendono parte Hickman, Dixon e Kalinic. All’intervallo il Fenerbahce è avanti di 25 lunghezze, 54-29 con un Chacho Rodriguez stranamente in difficoltà contro le percentuali stratosferiche del Fenerbahce (16 su 19 su da 2 punti).

La ripresa inizia con il terzo e quarto fallo in rapida successione di Gustavo Ayon che è virtualmente fuori dalla partita. Rodriguez e Reyes non mollano e cercano di limitare i danni ma la furia di Udoh è implacabile. Llull completamente fuori partita, con la prima tripla segnata solo a 4 minuti dal termine del terzo quarto. Gigi Datome stellare, tra i migliori in assoluto della compagine turca con una percentuale altissima al tiro da 3 punti. Udoh continua a fare la voce grossa sotto canestro ed è un autentico dominatore. Real Madrid che perde la pazienza con Nocioni che commette un antisportivo su Dixon e permette ai turchi di volare sul +30 al termine dell’ultimo quarto.

Ultimo quarto che continua sulla falsa riga dei precedenti. Un massacro vero e proprio per il Real Madrid che non riesce a reagire e trovare le contromisure. Sloukas è caldissimo in apertura di quarto con un canestro e fallo. I ritmi si abbassano e i ragazzi di Obradovic gestiscono il match. Kalinic molto positivo e sempre +30 per il Fenerbahce. Gli ultimi 5 minuti sono di puro garbage time con i blancos che mollano il colpo e pensano già a gara 3 al Palacio. Percentuali stratosferiche per i padroni di casa, che pur senza un pezzo da 90 come Vesely, dominano sia sotto canestro che da 3 punti, tirando con percentuali pazzesche. Ora si va a Madrid con un Real in versione “Win or Go Home” e un Fenerbahce con il primo match point per Berlino.

MVP: Ekpe Udoh. Partita paurosa dell’ex NBA, che non fa notare per niente l’assenza di un top player come Vesely. Rimbalzi, difesa, punti e una presenza al centro dell’area super. Stravince il confronto diretto contro Reyes e Ayon.

FENERBAHCE: Hickman 6, Hersek, Udoh 18, Mahmutoglu 6, Antic 9, Bogdanovic 16, Sloukas 2, Arna 0, Ugurlu 0, Kalinic 17, Dixon 14, Datome 12

REAL MADRID: Rivers 5, Fernandez 6, Nocioni 3, Doncic 10, Maciulis 7, Reyes 5, Rodriguez 15, Ayon 4, Carroll 6, Llull 5, Hernangomez 4, Taylor 8.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy