EUROLEGA, QF, G3: Abrines fa impazzire Barcellona, blaugrana avanti 2-1!

EUROLEGA, QF, G3: Abrines fa impazzire Barcellona, blaugrana avanti 2-1!

Il Barça ribalta l’inerzia della serie affermandosi con autorevolezza anche tra le mura amiche. Super Abrines, che spacca la partita con 25 punti e un superbo 6\10 da 3. In Gara 4 i catalani avranno il primo match point per raggiungere le Final Four di Berlino.

FC BARCELONA LASSA 82 – 70 LOKOMOTIV KUBAN KRASNODAR (19-23, 23-13, 19-14, 21-20)

Il Barcellona ribalta l’inerzia della serie affermandosi con autorevolezza anche tra le mura amiche del Palau Blaugrana. L’inizio del match è piuttosto equilibrato, con i blaugrana che soffrono la verve di un Delaney da 11 punti (su 15 totali) nel solo primo quarto. Alla lunga, però, esce con grande impeto il Barcellona di gara 2, accompagnato dal miglior Abrines di stagione. Serata magica per l’ala piccola di Pascual, che spacca letteralmente la partita con 6 triple che spingono il Barcellona troppo lontano per un Lokomotiv che non riesce a tenere il ritmo degli avversari e cede alla distanza senza riuscire a reagire. In gara 4 il Barcellona avrà il primo match point per centrare le Final Four di Berlino.

La cronaca: partenza lanciata del Barça, che con la bomba di Satoransky trova il 7-2 al 2’. Un Delaney subito in grande spolvero pareggia e sorpassa dall’arco, poi ancora il numero 0 spinge i russi fino al +7, massimo vantaggio della gara. I blaugrana alzano i livelli del pressing, complicando la creazione e il flusso dei possessi del Lokomotiv che, inoltre, in difesa fatica a contenere Abrines, autore di 5 punti che spingono di nuovo il Barcellona avanti, sul 29-27 al 14’. Il Lokomotiv si appoggia sulle rassicuranti spalle di Singleton, che non ha alcun timore della presenza di Samuels e con il bank shot riporta i suoi a contatto, a -3. Il problema di Bartzokas, però, ha sempre addosso la numero 10 e nei polpastrelli un’estasi improvvisa: Barça avanti 37-31 con la seconda e la terza tripla in serie di Abrines, mentre i liberi di Draper sono il preludio all’intervallo, che arriva sul 42-36.
Il Barcellona esce dagli spogliatoi estremamente concentrato, e sull’asse Satoransky – Tomic vola sul 50-40, con Doelmann che appoggia al vetro un’assistenza vellutata del centro croato. Il Lokomotiv fatica a reagire, soffrendo la verve dei blaugrana e faticando a trovare un break che potrebbe mettere a posto le cose. Nel frattempo, a colpire è ancora Satoransky che, in campo aperto, schiaccia in faccia a Randolph il 58-46 del 29’. Abrines apre l’ultimo quarto con la bomba di serata (64-52), poi il quarto fallo di Randolph, che sfonda su Perperoglou, inguaia Bartzokas. Satoransky corregge l’errore in contropiede di Perperoglou, poi Samuels, pescato in area dallo stesso play ceco, schiaccia il +16, con il Lokomotiv ormai quasi spacciato. Ribas e Doellman colpiscono ancora il Lokomotiv, che accorcia con Janning ma subisce il gioco in post di Samuels, che scrive il +20 (79-59) al 36’. Nelle battute conclusive arriva il sussulto d’orgoglio dei russi, che piazzano un parziale di 8-0 (4 di un pimpante Randolph) utile solo a rendere meno amaro il finale, che arriva sull’82-70.

FC BARCELONA LASSA: Doellman 12, Ribas 8, Abrines 25, Navarro 9, Satoransky 13, Vezenkov, Diagne, Samuels 5, Oleson 2, Arroyo, Perperoglou 1, Tomic 7.

LOKOMOTIV KUBAN KRASNODAR: Delaney 15, Singleton 13, Randolph 16, Draper 9, Claver, Bykov 2, Janning 11, Voronov 2, Zubkov 2, Broekhoff.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy