EUROLEGA, QF G3: il Real crolla anche a Madrid, Fenerbahce alle Final4

EUROLEGA, QF G3: il Real crolla anche a Madrid, Fenerbahce alle Final4

I campioni in carica salutano la competizione con la terza sconfitta in altrettante gare: inarrestabile la squadra di Obradovic, che azzanna il match nel terzo quarto e vola alla seconda Final4 consecutiva.

A volte un’immagine vale più di mille parole. Ebbene, l’immagine della serata di Madrid arriva dall’ultimo quarto: dopo essere sprofondato a -16, il Real Madrid prova la rimonta cavalcando quel tiro da tre punti che per tutta la sera non ha voluto sapere di entrare. “El Chacho” Rodriguez ha appena completato un gioco da quattro punti che può segnare la svolta per i Blancos. E qui si scatta la fotografia: tutti i giocatori del Real Madrid si trovano nella metà campo offensiva. Datome affretta la rimessa e lancia lungo per Bogdanovic, che schiaccia in libertà. Come a dire: tanta fatica per nulla.

Che la posta in gioco fosse alta, lo si è capito dai primi minuti di gioco: punteggi bassi, difese molto attente, conclusioni forzate. Il leit-motiv non cambia nemmeno nel secondo parziale, con ambedue le formazioni alle prese con percentuali dall’arco da brivido (1/11 e 2/13) e un punteggio che lascia aperta qualsiasi possibilità. La svolta arriva nel terzo quarto: il Real inizia bene con la prima tripla di un Fernandez per il resto dannoso (chiuderà con 2/10 dal campo e -1 di valutazione) e un recupero di Ayon, che valgono il nuovo vantaggio (32-30). Ma è un’illusione: un gioco da quattro punti di Bogdanovic dà il là al break decisivo del Fenerbahce, propiziato anche dai troppi errori in lunetta dei padroni di casa. Il parziale di 14-0 porta la firma del play serbo, autore di 8 punti, e scava il solco che Rodriguez e compagni non riusciranno più a colmare.

MVP della serata è ancora una volta uno strabordante Ekpe Udoh: il centro, dopo un avvio silenzioso, irrompe sulla scena nella seconda metà di gara chiudendo in doppia doppia con 15 punti e 12 rimbalzi, per un notevole 33 di valutazione. Decisivo anche l’apporto di Gigi Datome, prezioso nello stoppare – in tutti i sensi – i tentativi disperati dei padroni di casa nel finale.

Vince il Fenerbahce, quindi. Vince con merito contro un Real Madrid ben lontano dalla squadra straordinaria che undici mesi fa giustiziava proprio i turchi in semifinale prima di andarsi a prendere il titolo contro l’Olympiacos. Vince Zeljko Obradovic, capace di forgiare una squadra solida in grado di sopperire in questa serie ad un’assenza pesante come quella di Ian Vesely: ora all’orizzonte ci sono le Final4 di Berlino. E la possibilità, per “Mr. Eurolega” di scrivere una nuova pagina della storia del basket europeo.

REAL MADRID – FENERBAHCE ISTANBUL  (13-18, 14-12, 13-24, 23-21)

Real Madrid: Rodriguez 15, Ayon 14, Llull 8

Fenerbahce Istanbul: Bogdanovic 17, Udoh 15, Dixon 14

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy