EUROLEGA, QF G5: Barca eliminato, Lokomotiv Kuban nella storia

EUROLEGA, QF G5: Barca eliminato, Lokomotiv Kuban nella storia

Va al Lokomotiv Kuban gara 5 di questa serie playoff che ha visto i russi entrare nella storia e i catalani confermarsi sugli standard negativi di questa stagione.

Entrerà nella storia la partita che si è da poco conclusa tra Lokomotiv Kuban e Barcellona: infatti, i russi hanno conquistato una storica qualificazione alle Final 4 di Eurolega battendo i catalani che quest’anno non stanno vivendo uno dei momenti più alti della loro storia. Il Lokomotiv è partito forte, ma ha pagato la difesa a zona messa in campo da Pascual nel terzo quarto, ma un Singleton in grande spolvero ha regalato questo storico successo ai suoi.

LA CRONACA – La sfida è aperta dalla tripla di Randolph che da il via al parziale di 10-2 del Lokomotiv Kuban che entra decisamente bene in partita. I russi attaccano benissimo e da tre, soprattutto con Broekhoff e Randolph, è quasi una sentenza. Il ritmo e il punteggio sono molto alti e intorno alla metà del primo quarto i padroni di casa conducono per 17-10. Il Barcellona, dopo un timeout, prova ad accorciare con Perperoglou e Doellman, ma è il long two di Navarro a portare i catalani a -3 sul 19-16. La tripla di Voronov e il canestro di Rnadolph fanno sì che il Lokomotiv allunghi nuovamente e chiuda il primo quarto avanti per 26-21.

Il Barca entra benissimo nel secondo quarto e, con un parziale di 7-0, trova il primo vantaggio della partita dopo la tripla di Oleson che porta il punteggio sul 28-26 in favore degli ospiti. Il Lokomotiv reagisce prontamente, si riprende la testa del match e ritorna a +7 (35-28), spingendo coach Pascual a chiedere timeout. Il ritmo sale nuovamente, ma lo scarto tra le due compagini non varia di molto. La bella tripla di Delaney vale la doppia cifra di vantaggio dei russi che volano a +10 (42-32), con l’inerzia che sembra essere dalla loro parte. Il Barca non difende male, ma il Lokomotiv trova sempre la chiave di lettura giusta che gli consente di arrivare all’intervallo avanti per 50-39.

Il Barcellona in avvio di secondo tempo prova a cercare spesso Tomic in post basso, ma è una tripla di Navarro a smuovere il punteggio e a portare gli ospiti a -4 (50-42). Il Kuban in attacco non è perfetto ed è ancora ‘’re Juan Carlos’’ a punirlo dall’angolo, portando a sole cinque lunghezze (50-45) lo scarto tra le due formazioni e costringendo la panchina russa al timeout. Al rientro in campo i blaugrana colpiscono di nuovo dall’arco, questa colta con Satoransky, portandosi a -2 (50-48). Il Lokomotiv, pur soffrendo tantissimo in attacco, riesce a reagire, ma la partita è totalmente riaperta e da tre si segna con una facilità imbarazzante. La schiacciata di Tomic vale il pareggio sul 57-57 e il 2/2 di Navarro dalla lunetta riporta in vantaggio i catalani sul 59-57. Il prolungato blackout offensivo del Lokomotiv Kuban, dovuto all’intelligente difesa avversaria, consente al Barcellona di chiudere il terzo quarto in vantaggio per 62-58.

È sempre la indecifrabile difesa catalana a essere protagonista in avvio di quarto quarto, ma la tripla di Singleton colpisce anche psicologicamente il Barca che si ritrova gli avversari a -2 sul 64-62. Dopo un timeout Singleton colpisce nuovamente dall’arco e riporta i suoi in vantaggio (65-64), rendendo la partita più viva che mai. L’americano classe 89’ e in uno stato di grazia in questo quarto finale e il Lokomotiv si affida a lui per girare definitivamente l’inerzia della partita e chiudere i conti. La tripla di Janning porta i russi a +9 (73-64) e spinge Pascual a chiedere timeout per non perdere il treno Final 4. In questa fase di partita non si segna con grande continuità, ma ancora Janning dai 6,75 m riporta i russi a +9 (76-67) a circa tre minuti dalla sirena finale. Il Barcellona non segna quasi più e il pubblico inizia a pregustare la gioia di un ingresso storico nelle ‘’fantastiche quattro’’ dell’Eurolega. Il Lokomotiv Kuban vince per 81-67.

 

LOKOMOTIV KUBAN 81-67 BARCELLONA (26-21; 50-39; 58-62)

Lokomotiv Kuban: Delaney 17, Singleton 16, Broekhoff 14

Barcellona: Perperoglou 13, Navarro 12, Satoransky 8, Tomic 8

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy