Eurolega, quarti di finale G5: il Re raggiunge la Regina a Londra, il Barca fa fuori il Pana

Eurolega, quarti di finale G5: il Re raggiunge la Regina a Londra, il Barca fa fuori il Pana

REGAL FC BARCELONA – PANATHINAIKOS ATHENS 64-53 (25-14; 44-33; 51-43; 64-53 )

Il Re raggiungerà la Regina a Londra, e lo farà nel migliore dei modi ovvero giocando il Super Clasico contro il Real Madrid. Il Barcellona di Juan Carlos Navarro, infatti, ha strappato la terza e decisiva vittoria nella serie contro il Panathinaikos in gara cinque al Palau Bragrana per 64-53. I padroni di casa iniziavano alla grande nel primo periodo, segnando in ogni modo e mandando in bambola un Pana con Diamantidis gravatosi di tre falli in un amen. Il ‘’diamante’’, però, riusciva a gestirsi e nonostante tutto i greci erano in partita fino alla fine con uno straripante Lasme (16 punti e 7 rimbalzi) e con Maciulis. In una partita a punteggio comunque basso, venti punti negli ultimi due quarti erano troppo pochi perché i ragazzi di Pedoulakis potessero riuscire a volare in Regno Unito.

Nel primo quarto non c’era assolutamente partita, con un Barcellona semplicemente dominante che surclassava il Panathinaikos dimostrando una netta superiorità. Il fattore decisivo, probabilmente, erano i tre falli che Diamantidis spendeva in meno di cinque minuti, anche se comunque i blaugrana (che partivano a zona) erano in gran serata e firmavano il primo strappo importante dopo sei minuti, con i punti di Lorbek e due triple pazzesche di Ingles (entrambi non brillanti nelle prime quattro sfide) che valevano la doppia cifra di vantaggio. Quando il Panathinaikos provava una piccola reazione con Gist e Lasme veniva subito ricacciato indietro (25-14 al 10’).

Era impossibile continuare a vedere la stessa intensità e una perfezione del genere da parte del Barcellona per tutto l’arco della partita, e infatti i catalani continuavano il loro dominio con un Navarro sugli scudi nella prima metà del secondo periodo, e anche Todorovic si univa alla festa del Palau con una coraggiosa presenza a rimbalzo offensivo e con due punti di ottima fattura (39-22 al 16’). Nel finale del primo tempo, invece, il Panathinaikos provava a rientrare e ci metteva più convinzione e voglia specie dopo la mossa disperata di Pedoulakis di rimettere in campo Diamantidis; il fuoriclasse di Kastoria pescava molto bene un Lasme che creava non pochi problemi alla difesa spagnola, e così all’intervallo la partita non era ancora chiusa (44-33).

Al rientro in campo Panathinaikos banchettava sotto canestro con il già citato duo Gist-Lasme, e i greci riuscivano addirittura a scendere sotto la doppia cifra di distacco (46-37 al 22’). La partita diventava molto maschia, con contatti duri e anche qualche scintilla vista l’altissima posta in palio; a quattro minuti dalla fine del terzo quarto Diamantidis commetteva il suo fallo numero quattro su Tomic che entrava finalmente in partita, ma il numero tredici del Pana chiedeva al suo coach di restare in campo. Il punteggio, poi, si bloccava sul 51-41 negli ultimi cinque minuti del terzo periodo, con attacchi poco precisi e con gli ateniesi che non approfittavano della mira sbilenca dei catalani. Diamantidis sulla sirena suonava la carica ai suoi siglando il canestro del -8 (51-43 al 30’).

Il Panathinaikos tentava il tutto per tutto nell’ultimo quarto, rientrando fino al -6 sempre con Diamantidis e attuando un gran pressing che costava, però, parecchi falli in avvio. Cinque punti in fila di un fenomenale Navarro sembravano chiudere la contesa (56-45 al 34’). Come al solito i greci non ne volevano sapere di mollare e tornavano a crederci con Lasme e con un ottimo Maciulis (59-53 al 37’). Il Barcellona, però, staccava il biglietto per Londra con una tripla di Huertas, che uccideva i verdi nell’azione successiva al tentativo da tre punti fallito da Ukic.

BARCELONA: Sada, Huertas 10, Abrines 2, Navarro 15, Jasikevicius 6, Todorovic 3, Wallace, Ingles 8, Rabaseda n.e., Lorbek 6, Jawai 9, Tomic 5. Coach: Pascual.

PANATHINAIKOS: Bramos 3, Maciulis 9, Ukic 7, Lasme 16, Tsartsaris 4, Diamantidis 6, Gist 6, Banks 2, Xanthopoulos n.e., Giannopoulos n.e., Skordilis n.e., Schortsanitis. Coach: Pedoulakis.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy