EuroLega: super Bargnani guida il Baskonia, Efes k.o. al fotofinish

EuroLega: super Bargnani guida il Baskonia, Efes k.o. al fotofinish

All’esordio in EuroLega il Baskonia si regala una vittoria di prestigio. Per Bargnani 26 punti in 25′, decisivo Voigtmann. Nell’Efes spicca Brown.

BASKONIA VITORIA GASTEIZ 85–84 ANADOLU EFES ISTANBUL (23-25, 24-24, 19-22, 17-11)

All’esordio nella nuova stagione di EuroLega, il Baskonia si regala una vittoria di prestigio in una serata emozionante, di partenze e ritorni, tutte in un’unica cornice. Si comincia dal passato, pur recente, al secolo Velimir Perasovic, già di ritorno alla Fernando Buesa Arena, che ha omaggiato con applausi scroscianti il suo vecchio coach, si passa per il presente, una squadra nuova e già molto competitiva, che comincia il proprio cammino sul palcoscenico più importante d’Europa dopo una stagione importante, condita con l’accesso alle Final Four. Di partenze e di ritorni, si diceva, e come non soffermarsi su Andrea Bargnani, di ritorno in Eurolega dopo 10 anni spesi oltreoceano: lasciò dopo una serata triste all’O.A.K.A., in cui la Benetton Treviso fu eliminata dalle Top 16 per mano del Panathinaikos, ha ricominciato stasera in maglia Baskonia, con mondi interi a dividere questi due capitoli di una lunga carriera. Per lui, già un punto di riferimento, 26 punti in 25′ di utilizzo. Serata da ricordare anche per il suo cambio Johannes Voigtmann, classe ’92, all’esordio assoluto in Eurolega, che a cavallo tra terzo e quarto quarto – momento in cui la maggiore energia dell’Efes sembrava poter dare un serio indirizzo al match – permette al Baskonia di rimanere a contatto dei turchi e poi di superarli, con un 5\6 al tiro (2\2 da 3), condito da 8 rimbalzi, che si rivelerà decisivo nelle sorti di un match tirato, intenso e deciso all’ultimo possesso, in cui il tentativo di tripla di Cotton sbatte sul ferro e lascia al Baskonia una vittoria importante per cominciare la nuova stagione europea, e per legittimare una serata che sembra appartenergli in maniera particolare.

La cronaca: Shengelia segna 6 punti filati per introdurre il Baskonia nel suo cammino in EuroLega, l’Efes ricuce ma 2 realizzazioni di Andrea Bargnani scrivono il 14-6 per i locali al 4’. Un Cotton decisamente in ritmo brucia la retina oltre l’arco dando a Perasovic il primo vantaggio della partita, sul 15-16 al 6’. Equilibrio e ritmi alti nei minuti a seguire, con Bargnani subito protagonista e ancora in campo nonostante i 2 falli a carico. Brown è on fire, e con 7 punti filati pareggia a quota 29, mentre corre il 12’. Larkin ricuce appoggiando al vetro, mentre è la bomba di Bargnani a rimettere un possesso tra le due compagini, sul 37-38 in dote al 14’. L’Efes prova a mettere la freccia con le bombe di Osman e poi quella, davvero folle, di Heurtel, ma il Baskonia non si scompone e va all’intervallo sotto di un solo possesso, sul 49-51. Bargnani esagera con le proteste dopo un contatto e viene sanzionato con il fallo, a farsi carico del Baskonia è Larkin, che forza la transizione con una gran tripla che rimette i suoi a contatto, sul 62-63 del 27’. Voigtmann è l’asso nella manica di Alonso: notevole l’impatto del centro tedesco, che aumenta l’intensità del Baskonia e pesca la quarta bomba – su 4 tentativi – della sua serata, con i baschi che sorpassano sul 75-74 al 33’. Akognon trova il +5, con Perasovic che perde la pazienza e chiede il timeout. L’Efes, però, sembra aver smarrito l’energia del terzo quarto, e l’inerzia resta dalla parte dei baschi, che piazzano un velenoso parziale di 8-2, spezzato dall’appoggio al vetro di Thomas, che avvia un immediato controparziale di 6-0 dei turchi, che rientrano sull’83-82 regalando il più classico dei finali thrilling: a 1’24’’ dalla sirena Bargnani fa 1\ 2 dalla lunetta, Heurtel dall’altra parte va corto. Successivamente il Baskonia costruisce un cattivo possesso, che Larkin allo scadere dei 24’’ lascia appassire sul ferro. Cotton pareggia dalla lunetta, a 22’’ Shengelia decide di andare in isolamento, conquista il fallo e dalla lunetta gli è sufficiente la metà del bottino: la tripla della speranza di Cotton, infatti, trova solo il ferro, permettendo al Baskonia di trovare la vittoria di appena un punto, sull’85-84.

BASKONIA VITORIA GASTEIZ: Larkin 9, Bargnani 26, Akognon 5, Cooney, Voigtmann 12, Hanga 6, Blazic 8, Diop 3, Shengelia 16, Luz.

ANADOLU EFES ISTANBUL: Thomas 9, Honeycutt 3, Brown 16, Osman 13, Cotton 13, Granger 9, Omic 4, Heurtel 6, Dunston 11.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy