EUROLEGA, TOP 16: Darussafaka al fotofinish, il Lokomotiv Kuban cede a Istanbul

EUROLEGA, TOP 16: Darussafaka al fotofinish, il Lokomotiv Kuban cede a Istanbul

Partita intensa a Istanbul, con il Darussafaka che saluta a testa altissima la propria Eurolega superando a domicilio il Lokomotiv Kuban, al quale la sconfitta non comporta alcuna conseguenza in vista dei Playoffs.

DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL 87-86 LOKOMOTIV KUBAN KRASNODAR (20-23, 18-24, 26-19, 23-20)

Il Darussafaka saluta a testa altissima la propria Eurolega superando a domicilio il Lokomotiv Kuban, al quale la sconfitta non comporta alcuna conseguenza in vista dei Playoffs, in quanto la sconfitta del Panathinaikos contro l’Anadolu Efes aveva già garantito ai russi il secondo posto, e quindi il vantaggio del fattore campo. La partita è caratterizzati da continui e corrisposti strappi, con il Lokomotiv che cerca più volte di accelerare (toccando a inizio del terzo quarto anche il +9) e il Darussafaka che con pazienza ricuce il gap, fino a sorpassare nell’ultimo quarto, in cui gli uomini di Mahmuti riescono a conservare un mini vantaggio che basta per guadagnare la quinta vittoria delle proprie Top 16.

La cronaca: il Lokomotiv impone subito il suo ritmo con Claver che scrive il 2-8 al 3’. Broekhoff allunga lo strappo mandando a bersaglio la tripla del 4-13. Harangody e Redding avvicinano il Darussafaka, che con la tripla di Wilbekin si rimette in pista trovando il -2 (15-17 all’8’). A spezzare il ritrovato equilibrio arrivano il 2+1 di Singleton e la bomba di Janning, con i russi che al 12’ conducono 23-29, ma devono fare i conti con la verve offensiva di Bjelica che, con 5 punti in un amen, riporta i suoi sul -2, sul 27-29 del 14’. L’asse Draper – Zubkov prende per mano il Lokomotiv e lo spinge ancora avanti nei pressi dell’intervallo lungo, che giunge sul 38-47 per gli uomini di Bartzokas. Il parziale di 8-0 in avvio di terzo quarto è puro ossigeno per i padroni di casa che, guidati da Harangody, trovano il 48-49 al 23’. La partita procede contrassegnata da continui strappi da una parte e dall’altra, con il Lokomotiv che cerca di scappare e il Darussafa che ricuce, come ancora affermato dalla seconda bomba di serata di Wilbekin, che al 28’ scrive il 59-60. Markoishvili con un jumper scrive il primo vantaggio dei turchi sul 68-66 e, tramite la bomba di Arslan, il Darussafaka tenta il primo allungo, trovando il +4 (77-73) al 34’. Con i liberi di Voronov il Lokomotiv torna a un possesso di distanza, ma Wilbekin è di nuovo rovente e, con 5 punti filati a 90’’ dalla sirena, guida i turchi sull’82-78. Claver colpisce con la bomba dell’84-83 a 1’11’’, ma il Darussafaka timbra la vittoria con liberi di Redding, vanificando la tripla a fil di sirena di Singleton.

DARUSSAFAKA DOGUS ISTANBUL: Harangody 15, Redding 12, Wilbekin 11

LOKOMOTIV KUBAN KRASNODAR: Claver 12, Singleton 12, Zubkov 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy