EUROLEGA, Top 16: Datome e Bogdanovic guidano il Fenerbahce contro un super Kuban

EUROLEGA, Top 16: Datome e Bogdanovic guidano il Fenerbahce contro un super Kuban

http://slamnroll.com

 

FENERBAHCE ISTANBUL – LOKOMOTIV KUBAN 85-79 ( 20-18, 17-27, 14-15, 34-19)

Starting 5

FENERBAHCE: Dixon, Bogdanovic, Datome, Vesely, Udon.

LOKOMOTIV KUBAN: Voronov, Delaney, Broekhoff, Claver, Randolph.

LA CRONACA:

Ad Istanbul arrivano due squadre imbattute nel girone, Fenerbahce e Lokomotiv Kuban. Dall’inizio si può subito capire che sarà una partita combattutissima ed intensa. Parte forte il Kuban con un grande Claver e un ottimo Bykov. La partita è molto fisica, soprattutto sotto canestro e il Fenerbahce risponde con un buonissimo Udoh. Il primo quarto è una fotografia perfetta dell’agonismo presente, si lotta su ogni palla vagante e ci sono parecchie botte a rimbalzo. Il Fenerbahce riesce a limitare bene Delaney, ma nonostante questo il Kuban chiude la prima frazione sul +2.

Il secondo quarto inizia con un parziale firmato Singleton per il Lokomotiv Kuban. Il solito Claver sostiene Singleton con un notevole apporto sia in fase difensiva che offensiva. I turchi sono aggrappati a Dixon e Antic, che sono i più costanti della squadra della capitale turca. Il roster lungo e competitivo aiuta nelle rotazioni il Fenerbahce ma la squadra di casa fatica enormemente ad entrare in ritmo, rimanendo troppo altalenante. Molte le triple segnate nel secondo quarto, che si chiude con il +10 per gli ospiti in apparente controllo della partita.

Il secondo tempo sembra ripartire sulla falsa riga del primo, con il Lokomotiv Kuban in controllo, grazie alla grande energia applicata in difesa e ad una rotazione di palla in attacco da grande squadra. Giocata super di Randolph che inchioda una schiacciata volando ad altezze proibitive permettendo ai russi di controllare il vantaggio. Fenerbahce che fatica a trovare soluzioni in questo terzo quarto, con i propri punti forti in panchina privi di ispirazione, come ad esempio il nostro Datome o Vesely. L’ultima frazione inizia con Bogdanovic che tenta di caricarsi il Fener sulle sue spalle, mettendo alcune triple di notevole importanza. La tensione in campo è papabile, il livello anche è altissimo e si può godere di un basket veramente di alta qualità. A metà ultima frazione si svegliano all’improvviso due giocatori fondamentali di questo Fenerbahce, Datome e Vesely. Quest’ultimo è dominante sotto canestro, sia a rimbalzo che attaccando il ferro, mentre Gigi Datome è una vera sentenza da 3 punti segnando tiri decisivi ad alto livello di difficoltà. Ultimi 3 minuti a dir poco entusiasmanti, punto a punto, con canestri di altissima difficoltà da entrambe le parti. Come detto poco fà, decisivo nel finale Datome dopo 3 quarti di anonimato e anche Bogdanovic (costretto ad uscire a 3 minuti per falli) che riescono ad avere la meglio di un Delaney ultimo a mollare per i russi. Dixon con i liberi nel finale, sancisce una vittoria sudatissima per il Fenerbahce che vola sempre più in alto.

MVP: Gigi Datome. Clutch Gigi. Tre quarti di anonimato, ultima frazione da top player. Non sbaglia un tiro nel quarto finale ed è autentico trascinatore alla vittoria per il Fenerbahce.

FENERBAHCE ISTANBUL: Hickman 0, Hersek 0, Udoh 8, Mahmutoglu 0, Antic 8, Bogdanovic 18, Yurtseven 0, Sloukas 2, Vesely 17, Kalinic 3, Dixon 13, Datome 16.

LOKOMOTIV KUBAN: Voronov 0, Delaney 12, Singleton 10, Claver 21, Broekhoff 9, Zubkov 2, Draper 10, Bykov 7, Randolph 8, Kanygin 0, Kolyushkin 0, Balashov 0.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy