EUROLEGA TOP 16, Gir. E: Barca più efficace nel finale, il Clasico è blaugrana

EUROLEGA TOP 16, Gir. E: Barca più efficace nel finale, il Clasico è blaugrana

BARCELLONA 85-80 REAL MADRID (17-25, 41-41, 64-62)

E’ da poco terminata una sfida dai contenuti tecnici straordinari tra Barcellona e Real Madrid. La partita è stata un vero e proprio spot per questo sport con alcuni tra i migliori giocatori del basket europeo a sfidarsi in un match combattuto fino all’ultimo. Alla fine il Real Madrid ha pagato il blackout offensivo vissuto nel minuto finale che non gli ha permesso di sfruttare alcune ingenuità dei catalani. Come detto i giocatori protagonisti della partita sono stati tanti: da Rodriguez, efficacissimo nel secondo tempo, a Rudy Fernandez che ha duellato dall’arco dei 6,75 m con un Hezonja che ha spiegato a tutti perchè molte franchige NBA sono sulle sue tracce. Nell’ultimo quarto, per il Barca, sono stati fondamentali i punti di Oleson e Thomas.

LA CRONACA – L’avvio di partita è straordianario: dopo un parziale di 5-0 per parte, inizia una partita punto a punto con gli attacchi che dominano sulle difese. Sul finire di prima frazione di gioco il Real Madrid allunga con un 10-2 di parziale siglato principalmente da Rudy Fernandez che fissa il primo mini-parziale sul 25-17.

Il Barca entra in campo per il secondo quarto con l’intenzione di rimontare e di fatti mette a segno un 4-0 di parziale con Lampe ed Abrines che lo riporta a -4. Rodriguez ed Ayon riportano il Real sopra di nove punti per del canerstro di Lampe che vale il-6 che caratterizzerà gran parte del quarto. Rodriguez ed Abrines danno vita ad un gran spettacolo ma è il talento di Hezonja a spostare l’inerzia della partita a favore del Barca che passa in vantaggio sul 37-36. Il Real ripassa in vantaggio e l’1/2 di Pleiss dalla lunetta fissa il punteggio all’intervallo sul 41-41.

Anche nel secondo tempo le squadre fanno intendere chiaramente perchè quello spagnolo sia uno dei campionati europei principali. Ad ogni strappo di una delle due compagini in campo l’altra risponde prontamente. Nel terzo quarto è il Barca a prendere il largo più volte con un Hezonja da NBA ma non supera mai i cinque punti di vantaggio a causa del talento degli esterni madrileni. A fine terzo quarto il Barca conduce per 64-62.

L’avvio di quarto periodo è caratterizzato da due triple di Oleson (sulla seconda subisce anche fallo ma non concretizza il gioco da quattro punti) che portano i catalani a +8 sul 70-62. Il Real ha l’opportunità di rientrare grazie ad un fallo tecnico sanzionato a Marcelinho Huertas ed un Rodriguez che prende per mano i suoi e li conduce fino al 70-70. Pleiss riporta avanti i suoi prima della tripla di Nocioni ma il Barca spreca troppe occasioni per chiudere il match. Thomas e Nocioni portano il Real a -1 (78-77) ad un minuto dalla fine e Maciulis dalla lunetta ha la possibilità di siglare il vantaggio ospite ma fa solamente 1/2 mentre Navarro dall’altra parte fa bottino pieno dalla lunetta. Il Real non segna più mentre Tomic dall’altra parte si fa trovare pronto. La tripla di Oleson chiude i giochi e rende inutile il canestro di Reyes che fissa il punteggio finale sull’85-80.

BARCELLONA: Hezonja 15, Oleson 12, Pleiss 9, Tomic 8, Thomas 7, Nachbar 6, Abrines 5, Satoransky 5,

REAL MADRID: Fernandez 20, Rodriguez 17, Ayon 10, Llull 8, Nocioni 8, Reyes 8, Slaughter 4, Carroll 4, Maciulis 1

CLASSIFICA

Real Madrid 10-3

Barcellona 10-3

Maccabi Tel Aviv 8-5

Panathinaikos 7-6

Alba Berlino 7-6

Zalgiris Kaunas 4-8

Stella Rossa 3-9

Galatasaray 2-11

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy