EUROLEGA, TOP 16, GIR. F: Malaga onora le Top 16, Playoff svaniti per il Laboral

EUROLEGA, TOP 16, GIR. F: Malaga onora le Top 16, Playoff svaniti per il Laboral

trendbasket.net

UNICAJA MALAGA 93-84 LABORAL KUTXA VITORIA (20-16, 23-20, 27-23, 23-25)

L’Unicaja Malaga si regala la vittoria casalinga per salutare le Top 16, tramutatesi in una pietanza particolarmente amara per il Laboral Kutxa, eliminato dall’Anadolu Efes in virtù degli scontri diretti sfavorevoli. Occasione persa per i baschi, che subiscono fin da subito la consueta verve casalinga dell’Unicaja, trainato da un discreto Granger e soprattutto dalla spinta propulsiva di Toolson, top scorer per gli andalusi con 17 punti.

La Cronaca – Partenza equilibrata al Martin Carpena con l’Unicaja che tenta di aggredire il Laboral riuscendo però a racimolare un massimo vantaggio di appena  4 punti, maturato anche tramite il buon impatto di Caleb Green, che dalla lunetta sigla già il quinto punto di serata sul 20-16 di fine primo quarto, preludio alla prima sfuriata degli andalusi, che allungano fino al +7 del 23-16. Il Laboral ritrova energia vitale dalla produzione di Causeur, poi sul match irrompe Ryan Toolson. Il nipote di Danny Ainge esce dal pino e trova 6 punti in un amen costringendo Mike James alla sosta in panchina, rimpiazzato da Adams, mentre il referti sta aggiorna il conto della sfida sul 40-31 per l’Unicaja. Il Laboral rosicchia qualcosa, mentre la bomba di Suarez porta la sfida all’intervallo sul 43-36. Nella ripresa il distacco tra le compagini resta pressoché invariato, con gli attacchi presi per mano rispettivamente da San Emeterio e Granger,  presto giunti in doppia cifra. E’ quest’ultimo poi a iniziare il parziale di 8-0 che inizia ad imprimere il marchio della W nella serata di Malaga, con il punteggio che al 25’ si trova sul 59-44. Il Laboral soffre l’intensità difensiva dell’Unicaja, al quale si unisce la controversa serata balistica degli esterni, che non aiutano i baschi a riavvicinarsi. La bomba di Toolson spinge l’Unicaja ancora più su sul 78-63, mentre la schiacciata di Kuzminskas sembra sigillare ufficialmente il match sull’85-68. Il Martin Carpena si distende tra gli applausi, il garbage time si apre naturalmente accompagnando il match verso la sirena, mentre il Laboral, a buoi scappati, infila un 7-0 di parziale che serve solo a ridurre momentaneamente la forbice tra le due squadre, che si assestano sul 9483 dell’ultima sirena.

Top Scorer:

Unicaja Malaga: Toolson 17, Granger  15, Green 11

Laboral Kutxa: Causeur 21, San Emeterio 16, Adams 12

Classifica Girone F:

Cska Mosca 24 (12-2)

Fenerbahce 22 (11-3)

Olympiacos 18 (9-4)

Anadolu Efes 12 (6-8)

Laboral Kutxa 12 (6-8)

EA7 Emporio Armani Milano 8 (4-10)

Unicaja Malaga 8 (4-10)

Nizhny Novgorod 6 (3-10)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy