EUROLEGA, TOP 16: Top e Flop della 5°giornata

EUROLEGA, TOP 16: Top e Flop della 5°giornata

In questo Top e Flop della 5°giornata di Eurolega, analizziamo le migliori e peggiori prestazioni di questo turno. Decisivi Bourousis e Llull per delle grandi vittorie di Vitoria e Madrid che..

TOP:

1) Ioannis Bourousis – Da condividere con Darius Adams, autore di una partita di grandissima personalità soprattutto nei momenti chiave. Bou sta vivendo un’annata super, essendo decisivo sia in ACB che in Eurolega. Letteralmente incontenibile, vera spina nel fianco dei catalani, chiude con 24 punti e 28 di valutazione per una fondamentale vittoria dei baschi in trasferta.

2) Sergio Llull – Ma quanto mancava questo Llull al Real Madrid? Personalità, leadership e tantissima grinta per il play di Mahón trascinatore dei Blancos. Segna alcune triple da fantascienza, è riferimento in attacco e come sempre difende al massimo sulle guardie greche. 18 punti e 7 assist in una vittoria fondamentale sui rivali greci.

3) Gigi Datome – Ma quanto è importante Gigi per questo Fenerbahce? tanto, tantissimo. E’ il più utilizzato da Coach Obradovic, con 31 minuti di gioco, tirando con un illegale 7 su 9 dal campo (3 su 3 dalla linea dei 3 punti). Questo Fenerbahce si candida sempre più alla vittoria finale, non conoscendo il significato della parola sconfitta.

4) Tyrese Rice – Macchina da vittoria questo Khimki, soprattutto tra le mura casalinghe. Rice è sicuramente tra i leader di questa, uomo giusto con il carisma giusto per questa competizione. Contro lo Zalgiris Kaunas 20 punti, 5 su 8 da 3 punti, 11 assist in soli 24 minuti per 35 di valutazione.  What else?

5) Jayson Granger – Malaga-Efes forse è stata la partita più equilibrata di questa giornata. Vittoria fondamentale in trasferta per i turchi, guidati da un super Granger. 31 minuti in campo, 22 punti e 4 su 8 da 3 punti che trascinano i ragazzi di Itkovic in un’importantissima vittoria esterna.

http://media1.fcbarcelona.com

FLOP:

1) Vassilis Spanoulis – Partita da dimenticare per il leader dell’Olympiacos. 1 solo punto con 0 su 6 dal campo per Vassilis nella sconfitta a Madrid. Pesante sconfitta per i greci, anche perché sono costretti a recuperare un -12 nello scontro diretto, assolutamente non facile da ribaltare.

2) Ante Tomic – Brutta sconfitta tra le mura casalinghe del Palau Blaugrana per il Barça contro un Vitoria in gran palla. Tomic non è incisivo come sempre, paga la grande giornata di Bourousis e non riesce a trasmettere quell’energia necessaria sotto canestro (cosa che è riuscita benissimo all’ex Sassari Lawal).

3) Malcolm Delaney – Forse inserirlo tra i flop può sembrare eccessivo, essendo stato autore di 16 punti per i russi del Kuban, ma per una squadra che ha mostrato tantissime buone cose fino oggi, non è positivo prendere 14 punti a Belgrado. 2 su 8 dal campo e 3 palle perse per il leader di questo Kuban, chiamato ad un pronto riscatto.

4) Martynas Pocius – Pesante sconfitta dello Zalgiris Kaunas, dove in terra russa prende 31 punti di scarto. Ovviamente il Khimki è una super potenza in particolare in casa, fatto che giustifica in parte i lituani. Pocius di solito molto efficace, incappa in una giornata negativa, con 4 punti, 1 su 8 dal campo per un -4 di valutazione finale.

5) Emir Preldzic – Sconfitta di misura per il Darussafaka in casa di un Panathinaikos che non stava attraversando un ottimo momento. Sconfitta che fa male, poiché poteva svoltare una top 16 piena di alti e bassi per i turchi. Preldzic sta in campo per 27, segnando solo 3 punti senza nessun assist. I turchi per provare a passare il turno hanno bisogno di un Preldzic leader e trascinatore con la sua esperienza.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy