EUROLEGA, Top 16: il CSKA fa ballare il Real a ritmo di “paso doble”: Teodosic e De Colo immarcabili

EUROLEGA, Top 16: il CSKA fa ballare il Real a ritmo di “paso doble”: Teodosic e De Colo immarcabili

CSKA MOSCA – REAL MADRID  95-81 (22-20, 50-41, 71-64)

Starting 5

CSKA Mosca: De Colo – Fridzon – Freeland – Nichols – Higgins;

Real Madrid: Rivers – Maciulis – Ayon – Rodriguez – Thompkins.

LA CRONACA: Inizio contratto e pieno di errori da entrambe le parti, con Freeland e Fridzon da un lato, ed Ayon dall’altro, a sbloccare il punteggio. Itoudis prova subito a mescolare i suoi effettivi e, dopo la tripla di Rivers e l’appoggio di Thompkins, è proprio Teodosic a farsi notare con il più classico dei “furti con scasso”: palla rubata e contropiede per il play del CSKA che entra perfettamente in partita. Ma il Real è in palla e grazie al contropiede chiuso dalla bimane di Ayon raggiunge il +5, massimo vantaggio, dopo 5′ di gioco (8-13) costringendo i russi al primo time out del match. Higgins esce bene dalla sospensione, ma Rivers è indemoniato e risponde subito dall’arco; i ritmi si alzano, De Colo da un lato e Rodriguez dall’altro realizzano gran canestri in penetrazione (14-18 al 7′). La difesa dei padroni di casa chiude ogni varco, Vorontsevich con 4 punti consecutivi porta i suoi in parità, ma il tutto è vanificato dall’alley oop sull’asse Rodriguez – Taylor; ma il #20 russo è indemoniato e ne piazza altri 2 di una certa difficoltà, seguiti dai liberi di Teodosic che mandano in archivio il primo quarto sul punteggio di 22-20. Carroll mette piede in campo e realizza un canestro alquanto fortunoso, Vorontsevich realizza dall’arco (9 punti in 4′), Ndour e Hines si rispondono a suon di schiacciate; si scalda poi De Colo che si mette in proprio con 5 punti in fila, obbligando coach Laso a ragionarci su (31-26 al 13′). Entrano Doncic e Nocioni, il “Chacho” e De Colo  smuovono il punteggio, ma il gioco viene spezzettato da qualche fallo di troppo; a questo si aggiungono due bei recuperi del CSKA che chiude con De Colo, e le giocate poco felici di Nocioni mandano in bestia Pablo Laso che si vede costretto ancora una volta a fermare il gioco (37-30 al 24′). La tripla di Doncic è ossigeno puro per i madrileni, ma Fridzon dall’arco e Hines da sotto aggiornano il massimo vantaggio dei russi (42-33) prima che Ayon (10 punti in 10′ con 5/6 dal campo) finalizzi un’ottima azione del Real che spiazza la difesa russa. Due siluri di Doncic (9 punti in 3′) riaccendono la luce del Real, Teodosic decide, sempre dall’arco, di punire la difesa ospite e chiude il quarto mandando a bersaglio 2 tiri liberi (50-41). Rivers spara subito una “bomba”, il CSKA si tiene a debita distanza con De Colo e Freeland, ma Maciulis è freddo dalla lunetta e tiene a galla il Real (54-46); ci pensa De Colo con due triple a metter 10 punti di vantaggio tra le due formazioni, con gli ospiti che non riescono a trovare le giuste contromisure al francese. Rivers prova, con 4 punti consecutivi, a riaccendere i suoi, Thompkins realizza dall’arco ed Itoudis è costretto a fermare il gioco (62-53 al 26′). Freeland realizza subito, ma Rivers ed Ayon provano, per l’ennesima volta a ricucire lo strappo: è il classico giochino del gatto che prova a riacciuffare il topo, Teodosic prova a far scappare i suoi, ma 6 punti del trio Rivers – Ayon – Maciulis riportano il Real a -5 (69-64). Il quarto si conclude con il canestro di De Colo e la tripla del Chacho Rodriguez letteralmente sputata dal ferro. Il Real soffre a rimbalzo e concede ben 4 opportunità ai padroni di casa prima che Vorontsevich depositi facilmente a canestro; la stoppata di Hines su Taylor è sontuosa, ma sull’azione successiva Nocioni realizza, subisce il fallo e converge il libero aggiuntivo. Hines, anche nell’altra metà campo, è imponente e conclude una buona circolazione di palla con una sontuosa schiacciata; ma Doncic imita la giocata precedente del compagno argentino e porta il Real sul -5 (75-70 al 33′). Il CSKA vuole evitare cattive sorprese e De Colo ne piazza 5 consecutivi di una certa importanza che respingono ogni tentativo dei viaggianti; il time out di Laso serve a poco, l’attacco del Real Madrid è molto confusionario ed arrivano così ben 3 palle perse: l’ultima, però, è sanguinosa e consente a Teodosic di realizzare da oltre l’arco per il nuovo massimo vantaggio russo (83-70 al 35′ e parziale aperto di 8-0). Lo stesso play serbo scrive il 10-0 di break e tocca a Reyes dalla lunetta fermare l’emorragia madrilena, ma Hines prima e ancora Teodosic dall’arco poi, allargano ancor di più una forbice ormai enorme (90-72 al 37′). Le ultime residue speranze spagnole sono riposte in Nocioni: l’argentino subisce un fallo che fa infuriare Itoudis che si becca un tecnico. Ma il lungo del Real fa 2/3 dalla lunetta, Rivers sbaglia una tripla “piedi a terra” e Hines (7/7 da 2) riporta a 18 i punti tra il CSKA ed il Real (92-74). Gli ultimi 2′ minuti servono solo ad aggiornare le statistiche: Teodosic mette a segno una vera e propria magia, Rivers realizza da 3 (5/7 dall’arco, 9/12 complessivo dal campo) ed il contropiede chiuso da Nocioni chiude il match sul punteggio di 95-81.

MVP: Senza dubbio la premiata ditta De Colo – Teodosic: 28 punti (12/18) e 7 assist il primo, 23 punti con lo stesso numero di assistenze il secondo. Itoudis prima li alterna ma, la mossa vincente, è schierarli insieme: con loro in campo il CSKA vola!

Tabellini. CSKA MOSCA: De Colo 28, Kulagin D., Teodosic  23, Fridzon 7, Nichols 2, Korobkov ne, Freeland 8, Vorontsevich 11, Higgins 2, Kulagin M. ne, Kurbanov, Hines 14. All. Itoudis.

Real Madrid: Rivers 23, Ndour 2, Nocioni 7, Doncic 12, Maciulis 4, Reyes 2, Rodriguez 6, Ayon 14, Carroll 2, Thompkins 5, Hernangomez ne., Taylor 4. All. Laso.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy