EUROLEGA, TOP 16: il Real cade nel finale, Perperoglou è l’eroe del ‘Clasico’

EUROLEGA, TOP 16: il Real cade nel finale, Perperoglou è l’eroe del ‘Clasico’

Il ‘Clasico’ vede la vittoria del Barceellona, capace di una partenza sprint prima della rimonta veemente del Real. Decisivi nell’ultimo quarto, per ottenere il successo, i rimbalzi offensivi conquistati dai catalani ed i punti di Perperoglou.

FC BARCELONA LASSA – REAL MADRID 72 – 65 (25-4, 15-24, 12-23, 20-14)

Il ‘Clasico’ disputato questa sera ha regalato grande equilibrio in campo. Partenza sprint del Barcellona, con un Real troppo brutto per essere vero nei primi 10 minuti: gli uomini di Laso sono stati autori di una grande e costante rimonta, soprattutto nei quarti centrali. Gli ultimi minuti di gioco sono alimentati da continui cambi di vantaggio da parte delle due squadre, prima che il Barcellona ottenga il successo: Perperoglou, autore di 20 punti e 17 di valutazione, è l’MVP della partita.

Il Barcellona sceglie Satoransky, Oleson, Perperoglou, Doellman e Dorsey in quintetto, con Pascual costretto a rinunciare a Navarro e Abrines, mentre il Real parte con Llull, Carroll, Maciulis, Reyes e Ayon. Inizio forte della squadra di casa, guidata dalle iniziative di Satoransky e Doellman che aprono la gara con un 12-2 di parziale dopo 3 minuti, costringendo Laso al time-out immediato. L’1/13 al tiro degli ospiti nei primi 6 minuti è la chiave del primo tentativo di break importante per la squadra di Pascual: neanche i cambi proposti cambiano l’inerzia del primo periodo, perché l’efficacia sui due lati del campo dei giocatori del Barcellona, soprattutto dei già citati Satoransky e Doellman, è terrificante, nel senso più positivo del termine. I primi 10 minuti si chiudono con un divario notevole tra le due squadre, 25-4 per i catalani. L’avvio della seconda frazione non vede alcun tipo di reazione da parte del Real, mentre due canestri da tre punti di Ribas spingono la sua squadra al +25. Il margine che diventa inferiore ai 20 punti a metà periodo, grazie a qualche buona soluzione individuale degli ospiti in attacco ed al calo delle percentuali al tiro. Due triple consecutive di Llull valgono il 39-22 a 2 minuti dall’intervallo, con Pascual che interrompe il gioco per fermare il mini parziale e per impedire al Real di riavvicinarsi ulteriormente prima della pausa. La schiacciata di Ayon e un libero di Samuels chiudono i primi 20 minuti di gioco sul punteggio di 40-28 per il Barcellona, ma nella seconda frazione la squadra di Laso è riuscita ad accorciare notevolmente il distacco maturato in un primo quarto disastroso.

Il terzo periodo vede una situazione di equilibrio tra le due squadre, con il punteggio che è ancora rassicurante per la squadra catalana: la crescita dell’intensità difensiva degli ospiti crea grandi difficoltà alla squadra di Pascual e, grazie ad una tripla di Rodriguez, il Real torna sotto la doppia cifra di svantaggio a 4 minuti dalla fine del quarto. La fluidità offensiva della squadra di Laso ora è notevole ed il recupero di Sergio Rodriguez vale il -1 a 1 minuto dalla chiusura della terza frazione, che si chiude 52-51. Un 5-0 firmato Carroll e Reyes dà il +4 ai madrileni, massimo vantaggio nella gara in apertura di ultimo parziale: in un momento di grande difficoltà per il Barcellona è ancora una volta Tomas Satoransky, il migliore dei suoi finora, a riportare i suoi compagni a contatto. Le percentuali al tiro delle due squadre si abbassano ulteriormente e un canestro di Dorsey a rimbalzo d’attacco vale il nuovo sorpasso nel punteggio a 3 minuti dalla fine, sul 61-60 casalingo. L’alley-oop Rodriguez-Ayon riporta avanti il Real, prima che un 5-0 di Perperoglou valga il +4 Barcellona a meno di 1 minuto dalla fine: Reyes fa 1/2 in lunetta, Dorsey sbaglia entrambi i liberi ma i catalani catturano il rimbalzo. Il successivo fallo di Llull su Perperoglou, giudicato antisportivo, chiude la partita, perché nonostante i liberi sbagliati, un altro rimbalzo offensivo di Dorsey impedisce al Real di tentare la rimonta nel finale: la gara si chiude con il punteggio di 72-65. Oltre a Perperoglou, per i catalani molto bene Satoransky (17) e Doellman (11), mentre per il Real buone prove di Ayon (16) e Reyes (11), gli unici in doppia cifra: si tratta di una vittoria importante per il Barcellona per affrontare al meglio il finale di TOP 16.

TABELLINI:

FC BARCELONA LASSA: Doellman 11, Dorsey 4+10 rimbalzi, Ribas 6, Satoransky 17, Vezenkov, Eriksson 2, Diagne n.e., Samuels 1, Oleson 7, Arroyo, Perperoglou 20, Tomic 4

REAL MADRID: Rivers 2, Fernandez, Nocioni 5, Maciulis, Reyes 11, Rodriguez 8, Ayon 16, Carroll 9, Lima 4, Llull 7, Hernangomez n.e., Taylor 3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy