EUROLEGA, TOP 16: Khimki batte il Barcellona ma non salva la differenza canestri

EUROLEGA, TOP 16: Khimki batte il Barcellona ma non salva la differenza canestri

Il Khimki batte per 75-61 il Barcellona, ma non riesce a tenere per sé il confronto diretto a causa di un secondo tempo in cui i russi si sono mostrati poco concentrati.

Si è da poc conclusa la sfida tra Khimki Mosca e Barcellona, una partita che ha visto i padroni di casa russi dominare in lungo e largo il primo tempo per poi subire il rientro blaugrana nel secondo e non salvare lo scontro diretto. Per i russi ottima prova di squadra, soprattutto in difesa nel primo tempo, mentre tra le fila blaugrana sono in pochi a salvarsi.

LA CRONACA – L’avvio di partita è abbastanza frizzante: infatti, Augustine apre le marcature con un bel gancio, ma Doellman risponde subito con una tripla. I russi toccano il +3 (6-3) grazie all’estro di Rice, il Barca risponde prontamente, ma il canestro di Augustine e la tripla di Honeycutt portano il Khimki a +4 sull’11-7. Dopo un timeout, il Khimki realizza un parziale di 5-0 e si porta a +9 (16-7), ma Ribas ferma il tentativo di fuga degli avversari. In questa fase di partita non si segna moltissimo, ma la schiacciata in contropiede di Honeycutt fa sì che il Khimki ritorni a +9 sul 20-11. Shved serve Augustine che realizza il canestro che consente ai padroni di casa di doppiare un Barca che fa fatica, soprattutto nella sua metà campo. alla fine del primo quarto il Khimki conduce per 24-14.

L’avvio di secondo quarto è ricco di errori: infatti, bisogna aspettare quasi due minuti per vedere il primo canestro che viene realizzato da Rice per il massimo vantaggio Khimki sul +12 (26-14). Il Khimki si fa nettamente preferire per il suo gioco in attacco e per la sua intensità difensiva che costringe il Barca a grandi canestri per tentare di restare attaccato alla partita. Shved e un sorprendente Koponen trascinano i russi fino al +19 (37-18) e la panchina blaugrana deve chiamare un immediato timeout. La reazione del Barcellona tarda ad arrivare, ma il Khimki non riesce a trovare il +20 e così la tripla di Doellman porta il Barca a -16 sul 41-25. Il ventello di vantaggio per i russi arriva con il gioco da tre punti di Davis che porta il punteggio sul 45-25 con un Barca che sembra essere uscito dalla partita e che deve rinunciare a Doellman per un brutto colpo subito al naso. La girandola di tiri liberi del finale di quarto fissa il punteggio alla fine del primo tempo sul 48-29 in favore del Khimki Mosca.

I ritmi bassi di inizio terzo quarto rendono ancora più difficile l’impresa del Barca che non riesce ad avvicinare gli avversari. Il Khimki si diverte e commette qualche errore di troppo che non gli consente di chiudere una volta per tutte il match, ma lo spettacolo in questa fase di partita non è sensazionale a causa della scarsa concentrazione di entrambe le squadre. Il gioco da tre punti di Tomic e la tripla del rientrante Doellman portano il Barcellona a -17 (56-39) provando a difendere il vantaggio negli scontri diretti. Dopo un timeout chiesto dalla panchina russa, Navarro dalla lunetta porta i suoi fino al -15 (56-41), ma la rimonta resta sempre un miraggio. Alla fine del terzo quarto il Khimki conduce per 61-43.

In avvio di quarto quarto il Barca arriva a -14 (61-47) in un amen e i supporters russi iniziano a preoccuparsi. Augustine e Shved riallungano, ma Samardo Samuels è entrato in partita e ha inizato a dominare sotto le plance. Il Barca arriva fino al -13 sul 65-52, ma il Khimki, pur attaccando non benissimo, riesce a tenere gli avversari a distanza di sicurezza. I catalani, con la tripla di Doellman, arrivano a -11 (69-58), ma Honeycutt rida il +13 ai suoi. Lo scarto tra le due compagini resta sempre di poco superiore ai dieci punti e ciò è positivo per i blaugrana che difendono il vantaggio nel doppio confronto. All’improvviso il Khimki alza nuovamente l’intensità difensiva e la schiacciata di Shved prova a dare la carica ai suoi, ma alla fine i padroni di casa vincono solamente di quattordici punti sul 75-61

 

KHIMKI MOSCA 75-61 BARCELLONA (24-14; 48-29; 61-43)

Khimki Mosca: Rice 5, Shved 16, Dragic 7, Augustine 13, Boone, Koponen 2, Vyaltsev, Sokolov, Ilnitskiy, Monia 8, Honeycutt 11, Davis 13

Barcellona: Doellman 14, Dorsey 2, Ribas 7, Navarro 6, Satoransky 6, Vezenkov, Eriksson, Samuels 9, Oleson, Arroyo 5, Perperoglou 7, Tomic 5

CLASSIFICA

CSKA Mosca 7-2

Laboral Kutxa 6-2

Khimki Mosca5-4

Real Madrid 5-4

Barcellona 4-5

Bamberg 3-5

Olympiakos 3-5

Zalgiris Kaunas 1-7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy