EUROLEGA, TOP 16: l’Olympiakos fatica a ingranare ma alla fine demolisce lo Zalgiris

EUROLEGA, TOP 16: l’Olympiakos fatica a ingranare ma alla fine demolisce lo Zalgiris

Dopo venti minuti abbastanza sottotono, l’Olympiakos ha avuto facilmente la meglio sui lituani dello Zalgiris Kaunas i quali vedono matematicamente compromesse le loro possibilità di accedere ai quarti di finale.

Non è stata una bellissima partita quella andata in scena al Pireo tra Olympiakos e Zalgiris Kaunas: infatti, nel primo tempo i padroni di casa non hanno giocato al massimo delle loro possibilità e hanno concesso ai lituani di crederci, ma nel terzo quarto è arrivato lo strappo decisivo che ha fatto sì che gli ultimi dieci minuti siano stati utili solamente per le statistiche.

LA CRONACA – L’avvio di partita è caratterizzato da ritmi abbastanza bassi e attacchi non troppo efficaci. Il gioco da tre punti concretizzato da Printezis porta il punteggio sul 5-2 in favore dei greci, punteggio che non cambia per molti possessi a causa della scarsa fluidità del gioco di entrambe le squadre. Spanouilis si carica sulle spallei suoi e li trascina fino al +5 (9-4), ma lo Zalgiris dalla lunetta è abbastanza precisa e, in una partita del genere, ciò aiuta molto i lituani. L’Olympiakos riesce a portarsi a +6 sul 14-8, ma lo Zalgiris, con Jankunas e Vecvagars, recupera e riesce a chiudere il primo quarto addirittura in vantaggio per 15-14.

Il secondo quarto è aperto da un -0 di parziale Olympiakos firmato Daniel Hackett e D.J Strawberry che porta i padroni di casa a +6 sul 21-15. Lo Zalgiris resta attaccato ancora grazie ai tiri liberi, ma la partita continua a non essere bellissima a causa anche della discontinuità dell’Olympiakos che non riesce a scappare. Il piazzato di Jankunas porta gli ospiti a -1 (24-23) e la panchina greca decide di chiedere timeout. Al rientro in campo Milutinov, con il suo 2/2 dalla lunetta, riporta i suoi a +3 (26-23), ma il bonus precocemente raggiunto fa sì che lo scarto tra le due compagini in campo non superi le sei lunghezze. Dopo un timeout, Vougioukas subisce un fallo antisportivo che però frutta solamente due punti agli ospiti che chiudono il primo tempo sotto di nove punti sul 39-30 in favore dell’Olympiakos.

Spanoulis appogia a tabellone i due punti che aprono il secondo tempo e che regalano ai greci la prima doppia cifra di vantaggio della partita sul 41-30 in loro favore. L’Olympiakos sembra essere tornato in campo con tutt’altra determinazione e arrivare a +15 (47-32) è un gioco da ragazzi per i padroni di casa. Dopo un timeout, lo Zalgiris trova punti ancora una volta dalla lunetta, ma le tripla di Papapetrou e Printezis  portano i greci a +18 sul 53-35. Il fallo antisportivo di Sajus su Milutinov porta l’Olympiakos a +19 (56-37), ma la zona dello Zalgiris riesce a tenere lo scarto tra le due squadre sotto quota venti. Alla fine del terzo quarto l’Olympiakos conduce per 58-41.

Il quarto quarto sembra essere una formalità fin dalle sue prime battute: infatti, lo Zalgiris non scende in campo con la determinazione adatta a rimontare un ritardo così ampio e così Hackett, con fin troppa facilità, sigla il 4-0 di parziale che porta il punteggio sul 62-41 in favore dell’Olympiakos. Dopo un timeout, lo Zalgiris prova a rendere meno rotonda la sconfitta, ma le possibilità di vittoria sono davvero quasi inesistenti. Alla fine l’Olympiakos vince per 74-59.

 

OLYMPIAKOS 74-59 ZALGIRIS KAUNAS (14-15; 39-30; 58-41)

Olympiakos: Johnson Odom4, Hunter, Papapetrou 3, Spanoulis 8, Strawberry 7, Milutinov 9, Printezis 17, Agravanis 2, Mantzaris 2, Warrick 2, Hackett 9+4 rimbalzi, Papanikolau 11

Zalgiris Kaunas: Randle 3, Vene, Lekavicius 2, Pocius 2, Seibutis 2, Motum 7, Jankunas 12, Vougioukas 14, Sajus 2, Vecvagars 3, Hanlan 6, Ulanovas 6

CLASSIFICA

CSKA Mosca 8-3

Laboral Kutxa 7-4

Barcellona 6-5

Real Madrid 6-5

Khimki Mosca 5-6

Brose Bamberg 5-6

Olympiakos 5-6

Zalgiris Kaunas 2-9

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy