EUROLEGA, TOP 16: Panathinaikos sul filo di lana, Darussafaka k.o. nel finale

EUROLEGA, TOP 16: Panathinaikos sul filo di lana, Darussafaka k.o. nel finale

Il Panathinaikos trova una vittoria importante nel proprio cammino europeo superando in volata un Darussafaka per nulla intimorito dalla trasferta in terra greca, e capace di stare sempre dentro al match grazie a una difesa molto solida e a un super Harangody, autore di 18 punti. Nel finale però gli uomini di Djordjevic si assicurano la contesa e il Panathinaikos sigilla la seconda vittoria in queste Top 16.

PANATHINAIKOS 82-79 DARUSSAFAKA (16-21, 26-17, 21-20, 19-21)

Il Panathinaikos trova una vittoria importante nel proprio – delicato – cammino europeo superando in volata un Darussafaka per nulla intimorito dalla trasferta in terra greca, e capace di stare sempre dentro al match grazie a una difesa molto solida e a un Harangody (stasera autore di 18 punti, dopo i 22 messi a segno contro il Fenerbahce) capace, con la collaborazione di Jamon Gordon, di inseguire, e nell’ultimo quarto anche mettersi alle spalle, lo squadrone di Djordjevic. A salvare i greci è l’asse Calathes – Raduljica, che con orgoglio e cinismo guidano nelle battute finali i greens alla seconda vittoria delle Top 16, un’affermazione che porta in dote l’aggancio in classifica all’Unicaja Malaga e al Cedevita Zagabria, uscite sconfitte dagli impegni contro l’Anadolu Efes e il Fenerbahce. Per il Darussafaka si tratta invece della quinta sconfitta consecutiva, con il cammino della promettente squadra di Mahmuti ormai quasi compromesso, ma anche stasera onorato in pieno.

La cronaca: Kuzmic porge il benvenuto all’O.A.K.A. al Darussafaka con una gran schiacciata, ma i turchi rispondono subito con la tripla di Harangody e il coast-to coast di Gordon che porta il Darussafaka avanti 2-6. Gli ospiti mostrano subito un’ottima verve dall’arco, con ancora Harangody e Gordon che scrivono il 5-12. Markoishvili allunga ancora, ma Raduljica comincia a fare la voce grossa sotto le plance piazzando 6 punti in fila, che non bastano al Panathinaikos per evitare di subire il massimo vantaggio del Darussafaka (7 punti). Segue la bomba di Emir Preldzic, con il punteggio sul 16-21 al 10’. Pavlovic pareggia sul 21-21 a seguito di un break di 5-0 dei greens, poi Bjelica guida i suoi di avanti 23-27. Al grande alley-oop architettato da Calathes e concluso da Gist, segue la nuova realizzazione dell’ala di Djordjevic, che riporta il Pana avanti sul 32-30. I padroni di casa sembrano aver sistemato i problemi iniziali e cominciano la loro partita, volando sul 42-34 grazie alla tripla di Calathes. Harangody risponde portando il match all’intervallo sul 42-38. All’inizio del terzo quarto Feldeine porta avanti il Pana sul 47-38, ma il Darussafaka non ha alcuna intenzione di mollare le fauci dalla contesa, risponde di puro fosforo e con 5 punti in fila di Harangody trova il 47-43. Jankovic e Gordon si rispondono dai 6,75, poi la bimane di Raduljica porta il match sul 57-51. I liberi di Harangody riportano il Darussafaka nei pressi del pareggio, ma Calathes colpisce ancora portando i suoi avanti 63-58. La penetrazione di Gordon regala il vantaggio al Darussafaka, che con una gran difesa costringe il Panathinaikos a 5’ senza andare a segno, e con Gordon difende il vantaggio scrivendo il 72-74 al 38’. Jankovic va a bersaglio dalla media distanza, poi Calathes trova di nuovo il vantaggio, con gli ateniesi avanti di 1 a 1’10’’ dalla sirena. Alla funambolica tripla di Gordon segue il bel movimento da sotto di Raduljica: a 29’’ dalla fine il punteggio dice 77-74. Jankunas e Feldeine sono glaciali dalla linea della carità, e la vittoria del Panathinaikos arriva sull’82-79, con il Darussafaka che spreca l’ultimo possesso con appena 4’’ a disposizione.

PANATHINAIKOS ATENE: Raduljica 17, Calathes 14, Jankovic 12

DARUSSAFAKA ISTANBUL: Gordon 26, Harangody 18, Erdin 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy