EUROLEGA, TOP 16: Spettacolo a Mosca, il CSKA si impone sull’Olympiacos

EUROLEGA, TOP 16: Spettacolo a Mosca, il CSKA si impone sull’Olympiacos

Un classico del basket europeo va in scena a Mosca, face-to-face CSKA e Olympiacos. Al termine della gara sono i padroni di casa ad imporsi per 92-85 con 21 punti di Milos Teodosic. Nei greci ottima prestazione di Daniel Hackett, autore di 17 punti

Commenta per primo!

CSKA MOSCA 92 – 85 OLYMPIACOS BC (18-15; 41-33; 66-61) 

Ultima giornata del girone d’andata delle Top 16 e il CSKA Mosca ospita l’Olympiacos di Sfairopoulos. La squadra russa, una delle favorite per la vittoria finale, viene da due vittorie di fila in Europa mentre i greci sono a caccia dell’impresa per recuperare in classifica dopo un difficile inizio di Top 16.

Starting Five

CSKA Mosca: De Colo, Jackson, Freeland, Khryapa, Kurbanov

Olympiacos: Spanoulis, Milutinov, Printezis, Mantzaris, Lojeski

Cronaca: L’inizio di gara è favorevole ai padroni di casa che in meno di 2 minuti piazzano il primo break del match, andando sul 7-2 grazie a De Colo, Kurbanov e Khrypa mentre l’Olympiacos non è ancora entrato nel match e riesce a segnare solo con Printezis. La gara scende di intensità nei minuti successivi con le squadre che non riescono a trovare la via del canestro per poco più di 120 secondi, quando arriva il botta e risposta Lojeski-Freeland. A metà quarto il punteggio segna 9-5 per i padroni di casa. In uscita dal” timeout tv” bene Hunter che riporta sotto i suoi sul 9-7. Ma nei russi c’è Nikita Kurbanov che è il leader indiscusso del parquet nel primo quarto, piazza sei punti consecutivi e rispedisce a -8 la squadra greca, costringendo Sfairopoulos a fermare la gara per cercare di fermare l’armata CSKA. L’Olympiacos soffre in difesa ma in attacco la situazione non migliora. I russi difendono forte e gli ospiti sono costretti ad affidarsi ai singoli, come Giorgos Printezis che nell’ultimo minuto di gioco mette un parziale di 4-0 per riportare sotto i suoi sul 17-13. Il primo quarto finisce con i due liberi a segno per Daniel Hackett e il tabellone che segna 18-15 CSKA Mosca.

E’ Kyle Hines a mettere a referto i primi punti del secondo quarto alla “Megasport Arena” di Mosca, l’Olympiacos risponde con Hunter servito bene da Strawberry. I padroni di casa non abbassano mai l’attenzione in difesa e riescono a ribaltare l’azione in maniera vincente piazzando il primo break del secondo periodo con il 5-0 firmato Fridzon-Hines. L’Olympiacos è già sotto di 8 al 13′ ma arriva la prima bomba dal campo di Daniel Hackett per il 25-20. Se nel primo quarto dominava Kurbanov nel secondo è Kyle Hines a dettare legge, il 42 in maglia rossa prima va a schiacciare in faccia alla difesa dei greci, poi mette a segno due liberi e al 15′ il CSKA è già avanti di 10 (32-22). L’Olympiacos con Printezis e Lojeski riduce il divario, ma De Colo trova un 2+1 (su fallo di Mantzaris) che vanifica quanto di buono fatto dai ragazzi di Sfairopoulos nelle azioni precedenti. Al 19′ i greci trovano un piccola break con quattro punti veloci, favoriti dal fallo in attacco di De Colo, e si ritrovano sul 38-31 con Itoudis costretto a chiamare time-out. Negli ultimi 90 secondi le squadre si spartiscono le azioni e i punti e alla pausa lunga il CSKA è avanti 41-33.

Le squadre rientrano in campo per il secondo tempo e Othello Hunter trova subito il 2+1 con cui si apre lo score. Il CSKA gioca un’azione interminabile ma sbaglia almeno quattro conclusioni e Spanoulis in contropiede punisce i russi per il -3. Printezis riesce a piazzare la bomba dall’arco e al 22′ le squadre si trovano il parità, 41-41, con un clamoroso 8-0 in favore degli ospiti. La squadra di Itoudis torna a segnare con Freeland e Teodosic ma Hunter va a schiacciare e riporta sotto di due i suoi. Nel terzo quarto cresce Spanoulis che penetra, recupera e a 5:27 dalla fine del terzo periodo serve Strawberry per la tripla del primo vantaggio Olympiacos, 49-50. La squadra moscovita riesce subito a ribaltare la situazione con 5 punti consecutivi di Cory Higgins ed 54-50, ma Spanoulis non si lascia intimorire e alza il secondo alley-oop di giornata chiuso da Hunter che accorcia ancora le distanze. Il livello della gara si alza ed entra nel match anche Milos Teodosic che mette a segno sei punti in un minuto e rispedisce a -8 l’Olympiacos. Negli ultimi due minuti i greci riescono a ridurre un po’ il gap, trovando la tripla importante di Daniel Hackett allo scadere che manda le squadre all’ultima pausa sul 66-61.

Gli ultimi 10 minuti di gara si aprono con i fuochi d’artificio. Teodosic spara da tre e segna, Lojeski penetra e appoggia a canestro. Non c’è un attimo di pausa, il CSKA torna in attacco, Printezis stoppa Teodosic e Strawberry va a schiacciare in contropiede. De Colo ritrova il canestro dall’arco dopo una vita ma risponde subito Daniel Hackett ed il punteggio dice 73-68 al 23′. La pressione è fortissima alla “Megasport Arena” con l’Olympiacos che deve provare a rallentare il ritmo se vuole avere chance di recuperare la gara. Hackett segna ancora ma Teodosic risponde dalla lunetta è ancora +5 CSKA a 5:20 dal termine. Il punteggio della gara va a fisarmonica, con il CSKA che riesce a tenere i cinque punti di vantaggio rispondendo colpo su colpo ai tentativi di rimonta della squadra di Sfairopoulos. A 3 dalla fine il CSKA riesce a portarsi fino al +9 ma Spanoulis spara dall’arco la prima tripla a segno della sua gara e a 2:46 il tabellone segna 83-77. Teodosic non si lascia intimorire e realizza 2 punti conditi dall’assist per De Colo ed è +9 CSKA con Sfairopoulos che chiama time-out. Nell’ultimo minuto l’Olympiacos prova a rientrare ma Khryapa mette la staffa al match segnando il canestro del +8 quando mancano 34 secondi alla fine (89-81). La gara si chiude sul 92-85 per i padroni di casa che riescono così a raggiungere il Laboral Kutxa al primo posto in classifica.

MVP BASKETINSIDE.COM: Il man of the match nella serata moscovita è Milos Teodosic. Il fuoriclasse serbo resta a guardare nella prima parte di gara ma cresce nel secondo tempo e chiude con 21 punti, 2 rimbalzi e 5 assist.

Tabellino

CSKA: De Colo 19; Kulagin; Teodosic 21; Fridzon 3; Nichols; Jackson 3; Freeland 8; Vorontsevich 1; Higgins 12; Khryapa 4; Kurbanov 11; Hines 10

Olympiacos: Johnson-Odom; Hunter 15; Papapetrou; Spanoulis 15; Strawberr 9y; Tsairelis; Milutinov; Mouratos; Printezis 19; Mantzaris; Hackett 17; Lojeski 10

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy