EUROLEGA, TOP 16: Un CSKA a due facce dilaga sullo Zalgiris

EUROLEGA, TOP 16: Un CSKA a due facce dilaga sullo Zalgiris

Il CSKA, dopo un primo tempo deludente, si riscatta e vince agevolmente la partita portando il proprio record a 9-4 . Lo Zalgiris fornisce una prova coraggiosa ma il bilancio è un pessimo 2-11 nelle Top 16, che costerà l’eliminazione.

Commenta per primo!

CSKA MOSCA – ZALGIRIS KAUNAS 100-86 (21-23, 26-25, 27-13,26-25)

Alla Megasport Arena di Mosca va in scena il più classico dei testa-coda tra due squadre che, per motivi diversi, non hanno più nulla da chiedere alle Top 16. La spunta il favorito Cska, capace, dopo un primo tempo sottotono, di dilagare nella ripresa. Nando De Colo è l’MVP del match con 26 punti, a cui aggiunge 7 rimbalzi e 3 assist.

Il CSKA schiera in quintetto De Colo, Jackson, Korobkov, Vorontsevich, Kurbanov, mentre lo starting five dello Zalgiris è composto da Randle, Seibutis, Jankunas, Vougioukas e Ulanovas.  Nonostante l’incontro abbia ben poco da dire in termini di classifica, l’avvio è molto equilibrato con le due squadre che giungono appaiate sul 10-10 a metà quarto, grazie rispettivamente ai 7 punti di Kurbanov da una parte e agli altrettanti di Vougioukas dall’altra. I giocatori di coach Itoudis provano rapidamente a prendere in mano la situazione ma i lituani tengono botta con inaspettata tenacia e una tripla di Hanlan dà il più 4 alla cenerentola del gruppo F sul 23-19, consentendo allo Zalgiris di chiudere in vantaggio alla prima sirena. Nel secondo quarto il CSKA prova a svegliarsi dal torpore e un paio di iniziative di Higgins e Teodosic portano la capolista per la prima volta a +3,  ma un nuovo parziale di 5-0 degli uomini di Jasikevicius costringe i campioni di Russia al timeout. Con il passare dei minuti diviene sempre più evidente la scarsa concentrazione della squadra moscovita, e i lituani si issano addirittura a +10 sul 43-33 quando mancano soli 3 minuti alla pausa lunga. I padroni di casa si tengono a galla solamente grazie ad un ispirato Milos Teodosic, autore di 11 punti (saranno 13 nel primo tempo) e unica freccia nell’arco dei “rossi” in un primo tempo a dir poco sottotono; il 2/2 dalla lunetta di Nando De Colo restituisce un minimo di ossigeno ai suoi sul -5 , e, quando finalmente decide di accendersi il miglior realizzatore dell’Eurolega il CSKA ritorna ad una sola lunghezza di distanza, riuscendo addirittura a mettere la testa avanti sul 47-46; due liberi allo scadere di Randle tuttavia riconsegnano un esiguo ma meritato vantaggio agli ospiti.

In avvio di ripresa è subito evidente come il piglio dei giocatori di Itoudis sia cambiato, con i padroni del gruppo F che raggiungono rapidamente il +8 sul 59-51 e costringono per la prima volta Jasikevicius a chiamare un timeout per fermare l’inerzia negativa. Il jumper dalla media di un incontenibile De Colo spinge il vantaggio fino alla doppia cifra con i lituani ora totalmente incapaci di abbozzare una reazione; la situazione si stabilizza sulla doppia cifra di scarto tra le due squadre e la tripla in transizione di Fridzon, dopo la rubata di Vorontsevich, dà il massimo vantaggio ai russi sul 72-59. Il tramortente parziale del terzo quarto è di 27-13 per i padroni di casa. Il quarto periodo si apre con lo Zalgiris che tocca anche il -15 ma , nonostante lo svantaggio inizi ad essere considerevole, ha il merito di non arrendersi, riuscendo a tenere lo scarto sempre sulla soglia della doppia cifra; il canestro di Hanlan ricuce sull’86-77  e a 5 minuti dall’ultima sirena la contesa è sorprendentemente ancora in discussione. Con la conclusione vicina tuttavia sale di nuovo in cattedra De Colo che, complice una tripla dall’alto coefficiente di difficoltà, riporta il CSKA sul 94-80 a 3 minuti dal termine; quest’ultimo risulterà alla fine lo strappo decisivo che spegne le speranze della squadra lituana e consegna la vittoria a Teodosic e compagni con il punteggio di 100-86. Per i padroni di casa straordinaria prestazione di De Colo, massimo realizzatore della partita a quota 26 punti, a cui si aggiungono le buone prove di Teodosic (15) e Hines (14); per lo Zalgiris il migliore è Hanlan con 15 punti, oltre ai 13 a testa di Vougioukas e Motum.

 

 

CSKA MOSCA: De Colo 26+7 rimbalzi e 3 assist, Teodosic 15+4 assist, Fridzon 12, Nichols 6, Jackson, Korobkov 2, Lazarev, Vorontsevich 9, Higgins 5, Kulagin n.e., Kurbanov 11, Hines 14

Zalgiris Kaunas: Randle 10, Vene 2, Lekavicius 7, Seibutis 4, Motum 13, Jankunas 8, Vougioukas 13+7 rimbalzi, Sajus, Lipkevicius 2, Vecvagars 7, Hanlan 15+6 assist, Ulanovas 5

 

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy