EUROLEGA: Top & Flop della 3° giornata

EUROLEGA: Top & Flop della 3° giornata

http://static.in.gr/
TOP: 1) Bilan Miro – Clamorosa vittoria esterna per i croati del Cedevita in casa della corazzata turca Anadolu Efes Istanbul. Protagonista indiscusso il lungo croato classe ’89, Miro Bilan, che con 20 punti e 10 rimbalzi è veramente una spina nel fianco per la difesa turca. Questa vittoria permette al Cedevita di riaccendere le proprie ambizioni nel girone B. 2) Georgios Printezis – Soffre molto l’Olympiacos per sbancare il Forum, ma grande merito, oltre all’immortale Spanoulis, il merito è dell’ala con il numero 15. L’intelligenza cestistica è sopra la media, sempre la scelta giusta, sbagliando veramente poco. 16 punti e 6 rimbalzi e autore di giocate importantissime nei momenti decisivi della partita. 3) Gigi DatomeIl nostro Datome è autore di buonissima prestazione nel big match della giornata tra il suo Fenerbahce e il campione in carica Real Madrid. Dopo la batosta in terra francese, il Fenerbahce si riprende, e anche Datome è di nuovo protagonista con 15 punti e un ottimo 6 su 9 dal campo. 4) Justin Doellman L’altro big match della giornata si giocava al Palau Blaugrana tra i padroni di casa del Barcellona e il Panathinaikos di Coach Djordjevic. Il Barça vince con più facilità del previsto e gran merito è anche del rientrante Justin Doellman. Assente da 3 partite tra Eurolega e Liga, Doellman è un tassello fondamentale per Coach Pascual e la sua presenza in campo si nota eccome. 13 punti (5 su 8) e 6 rimbalzi per l’ex Valencia. 5) Devin Smith – Chi può salvare un Maccabi in notevole difficoltà, se non il suo giocatore con maggiore esperienza? Devin Smith guida la squadra israeliana con 22 punti e 7 rimbalzi che permettono di superare una impotente Sassari, che nulla può di fronte agli 11 mila presenti a Tel Aviv.
http://www.pix123.com
FLOP: 1) Nick CalathesIl play greco ex Memphis è il simbolo di una squadra veramente sottotono e ripassata da un grande Barcellona che rifila al Panathinaikos ben 25 lunghezze di scarto. Solo 52 punti a segno per la squadra di Atene, con un Calathes che forza molto, con 4 su 12 dal campo, sommati anche a 3 palle perse. 2) Sergio LlullLlull leader del Real Madrid campione d’Europa in carica incappa in una prestazione negativa. Protagonista in negativo nella sconfitta del Madrid in casa del Fenerbahce, Llull è autore di solo 5 punti, con 2 su 10 dal campo, aggiungendoci 2 palle perse per un -2 di valutazione. 3) Thomas HuertelIl playmaker francese ex Vitoria, fin qui protagonista di ottime prestazione e leader nel gioco dell’Efes, non riesce a replicare contro il sorprendente Cedevita. 25 minuti in campo con 2 punti (1 su 6) e 3 palle perse. In un girone così complicato come quello B, una sconfitta così in casa può essere decisamente pericolosa. 4) Marquez Haynes – Forse ci si aspettava qualcosa in più da questa Dinamo Sassari. Sempre difficilissimo vincere in un campo come quello di Tel Aviv, ma si poteva sfruttare il momento negativo della squadra di Coach Goodes. Haynes tira molto male dal campo, con un 2 su 10 (in particolare 2 su 8 da 3 punti) che non aiuta Sassari a restare attaccata alla partita. 5) Mardy CollinsPremessa. Non è assolutamente facile vincere in un campo come l’Audi Dome di Monaco, contro un Bayern sempre molto positivo. Lo Strasburgo però, veniva da una grandissima prestazione contro il Fenerbahce e ci aspettava qualcosa in più, soprattutto da Collins. 2 su 9 in 32 minuti di gioco che non sono affatto sufficienti per il giocatore della squadra francese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy