EuroLega: Zalgiris a gonfie vele, il Galatasaray resta ultimo

EuroLega: Zalgiris a gonfie vele, il Galatasaray resta ultimo

Motum guida un Zalgiris convincente al successo sul Galatasaray, che reagisce tardivamente e resta ultimo in solitaria

ZALGIRIS KAUNAS 87–75 GALATASARAY (20-20, 29-17, 20-14, 18-24)

E’ uno Zalgiris Kaunas spumeggiante per larghi tratti della partita quello che batte il Galatasaray, rimasto ultimo nel girone unico della nuova EuroLega. I verdi di Kaunas, concentrati in difesa e fluidi in attacco, scappano nel secondo quarto grazie a un parziale di 11-0 e mettono la gara in ghiaccio a ridosso dell’ultimo quarto, quando Seibutis trova la bomba del +20. Il Galatasaray riesce a rimontare parzialmente nell’ultimo quarto, ma senza mai rimettere in discussione la partita, che viene chiusa da Brock Motum. Ancora una serata da ricordare per l’ex Virtus Bologna, che mette a referto 24 punti (7\9 da 2, 3\4 da 3) dopo i 26 segnati al Barcellona nella scorsa giornata.

La cronaca: equilibrio in avvio di gara, con il Galatasaray che soffre le penetrazioni centrali degli esterni dello Zalgiris ma trova un Guler molto caldo a sostenerlo e a mantiene la parità a 11 al 6’. I turchi sorpassano grazie alla bomba in uscita dai blocchi di Daye, sul 22-25 al 13’. La prima scossa al match arriva del secondo quarto, quando lo Zalgiris scrive un parziale di 11-0 che gli consente di condurre sul 39-30, con il Galatasaray che fatica a conquistare rimbalzi e Ataman che continua a ruotare i suoi lunghi. Jankunas e Dentmon piazzano due bombe in rapida successione, poi Pangos mette il turbo e batte la sirena appoggiando al vetro il 49-37 che manda le squadre all’intervallo, con lo Zalgiris che scrive il proprio record stagionale di punti segnati al termine del secondo quarto. I lituani escono dagli spogliatoi mantenendo intatta l’intensità e toccano il nuovo massimo vantaggio sul +18, 59-41 al 24’, con la bomba a bersaglio di Milaknis. Il Galatasaray riesce a correre meglio e a ricucire parzialmente, ma Seibutis è ancora mortifero e scrive il +20, sul 67-47, al 28’. I primi minuti del quarto finale cambiano ancora lo spartito del match: il Galatasaray serra le viti in difesa e trova 5 punti filati di Preldzic, prima con una bomba in transizione e poi con un contropiede: 70-59 al 31’ e timeout richiesto da Jasikevicius. Lo Zalgiris esce bene dal timeout e riesce ad allungare, Schilb con due bombe in serie tiene i suoi ancora in partita, che però gestiscono male un paio di possessi cruciali e subiscono ancora Motum – 24 punti alla sirena per lui – e vengono ricacciati definitivamente indietro. La sirena premia lo Zalgiris, che vince meritatamente sull’87-75.

ZALGIRIS KAUNAS: Motum 24, Westermann 16, Pangos 9

GALATASARAY: Guler 15, Schilb 12, Preldzic 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy