FIBA Champions League – Venezia non pervenuta: il Monaco conquista il terzo posto

FIBA Champions League – Venezia non pervenuta: il Monaco conquista il terzo posto

La Reyer Venezia, dopo un primo quarto giocato più o meno alla pari, esce dalla partita cedendo il fianco al Monaco fin dal primo tempo. Il risultato finale è meno severo rispetto al vero andamento del match.

di Ciro Vieni

Nella sfida tra le deluse delle semifinali, a trionfare è il Monaco di Mitrovic. Nel confronto con la compagine veneziana, la squadra francese ha dimostrato molta più intensità e voglia di prendersi la terza piazza di questa prima storica FIBA Champions League. La Umana Venezia, viceversa, è stata troppo arrendevole e al primo intoppo ha tolto il piede dall’acceleratore; la batosta di due giorni fa, contro Tenerife, ancora non era stata digerita dagli oro-granata, stasera in una delle peggiori versioni di se stessi.

AS MONACO – UMANA REYER VENEZIA 91-77 (26-21, 47-33, 73-55)

LA CRONACA – Entrambe le squadre partono forte ed arrivano al canestro con estrema facilità: dopo 3’30” si è sul 8-7 in favore dei francesi. A metà periodo, il più ispirato della Reyer, McGee, inchioda una schiacciata che vale l’11 pari. Il Monaco, però, sembra essere entrato maggiormente in partita e il canestro di Outtara regala il massimo vantaggio di +7 (20-13), al 7′. Il parziale dei bianchi prosegue fino al 26-15 ma l’ultimo minuto e mezzo di quarto è tutto di marca veneziana, con capitan Ress autore di 5 punti: si va così alla prima pausa con il risultato di 26-21.

I monegaschi, adesso, non sono più tanto fluidi in attacco ma Venezia non riesce ad approfittarne. Al 13′, addirittura, coach De Raffaele è costretto a richiamare i suoi in panchina dopo l’inchiodata al ferro di Aboudou che vale il 30-23. A metà seconda frazione, il Monaco torna al proprio massimo vantaggio di +11 (36-25). Gli oro-granata proprio non riescono a trovare la quadratura ed la compagine del Principato trova diversi punti in campo aperto: al 17′, lo score indica 42-27. E con un confortante 47-33 i francesi vanno negli spogliatoi meritatamente avanti.

La Umana rientra sul parquet con un body lenguage positivo ma il Monaco non si lascia intimorire: al 24′, difatti, tocca il +20 (60-40). Venezia dopo l’ennesimo break avversario, adesso, pare avere tirato davvero i remi in barca. La squadra in bianco, però, chiude il terzo quarto avnati “solo” 73-55, dopo aver toccato più volte anche le 24 distanze di vantaggio.

Con la partita ormai indirizzata verso Montecarlo, l’ultima frazione si gioca quasi solo per onor di firma. La Reyer, infatti, non riesce a reagire nemmeno in questo finale e al 34′ è ancora -21 (81-59). Nella seconda metà di quarto si sbagliano diversi tiri, da ambo i lati, e in parte la Umana ne approfitta riducendo il gap fino al -14 finale. A portare a casa il terzo posto è il Monaco che si impone su Venezia per 91-77.

AS MONACO: Davies 17, Bost 12, Wright 11, Sy 12, Gladyr 5, Aboudou 4, Rigot 3, Fofana 6, Shuler 8, Ouattara 13. All. Mitrovic.

UMANA REYER VENEZIA: Haynes 13, Hagins 13, Ejim 6, Peric 0, Bramos 2, Tonut 7, Taddeo 0, Filloy 12, Ress 5, Ortner 2, Viggiano 8, McGee 9. All. De Raffaele.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy