FIBA Champions League – Reyer, che spettacolo! Saratov schiantato al Taliercio

FIBA Champions League – Reyer, che spettacolo! Saratov schiantato al Taliercio

L’Umana Venezia realizza la prestazione dell’anno e trafigge 106-91 gli ostici russi dell’Avtodor Saratov

Commenta per primo!

MESTRE (VE) – Imperiosa affermazione della Reyer che mette ko l’Advotor Saratov con il punteggio finale di 106-91. Replicata l’ottima fase offensiva vista a Torino, la squadra di De Raffaele ha chiuso la pratica Saratov nell’ultimo quarto mettendo a segno ben 36 punti. Sugli scudi l’intero collettivo: meritano una citazione l’ormai ritrovato Peric, l’intraprendenza di Filloy, il cecchino McGee (17 punti nel secondo tempo) e l’energia di Ejim, autore di due schiacciate da applausi, oltre ad una grande difesa sul pericolo numero della squadra russa, Minnerath, tenuto a soli 12 punti.

Ancora assente Tonut per i noti problemi muscolari, nel primo quarto vige l’equilibrio tra le due formazioni. L’ingresso di Zubcic scombina i piani difensivi di De Raffaele ed il coach livornese al 7’ è costretto a chiamare timeout per far riordinare le idee ai suoi giocatori (14-16 al 7’). Kolyuskhin spinge i suoi fino al +6 (14-20 all’ 8’), ma l’Umana dimezza il gap sul finire del quarto (20-23 al 10’).
Un Ress – tornato finalmente ad alti livelli – infila due triple consecutive per il sorpasso Reyer (26-25 al 12’). Peric e Viggiano trascinano l’Umana sul +6 (31-25 al 13’). Ingenuità di Klimenko che commette fallo antisportivo sul 31-28 al 14’, Venezia allunga nuovamente le distanze (35-28 al 14’). Saratov alza l’intensità difensiva e torna a produrre in attacco: break di 7-0 concluso da Minnerath, parità a quota 35 al 17’. Reazione Reyer con Bramos (40-35 al 18’), ma il finale di periodo è tutto di marca russa: tre triple di Kolyushkin e Zubcic ribaltano nuovamente la situazione (42-46 al 20’).
Si torna dagli spogliatoi e McGee diventa un fattore: tre bombe dell’ex Cremona ed una di Bramos consentono a Venezia di girare ancora l’inerzia della gara (59-58 al 25’). McGee è immarcabile, poi si aggiunge anche Filloy alla sagra del canestro da 3 punti (67-62 al 28’). Saratov non demorde: Frazier e Klimenko non sbagliano un colpo ed il terzo quarto termina in perfetta parità (70-70 al 30’).
Uno straordinario Filloy è il protagonista dell’avvio del quarto periodo (79-72 al 33’). La contesa non sembra avere pause, tante sono le emozioni che regalano le due squadre sul parquet. Kolesnikov dimezza il gap (81-77 al 34’), ma l’Umana è tenace: Filloy e Peric sono in gran serata e la Reyer raggiunge nuovamente un margine rassicurante (88-79 al 36’). Il lungo croato ed Ejim – autore di un’intensa prestazione difensiva – portano il vantaggio addirittura sopra la doppia cifra a 2’38” dalla fine (95-83). E’ proprio il giocatore canadese a chiudere la pratica con due spettacolari schiacciate che fanno esplodere letteralmente il Taliercio (101-86 al 39’). L’ultimo giro d’orologio permette a Venezia di timbrare nuovamente il referto con i sigilli di McGee e Ortner. Termina 106-91.

UMANA REYER VENEZIA 106–91 AVTODOR SARATOV (20-23, 42-46, 70-70)

Umana Reyer Venezia
Haynes 4, Ejim 15, Peric 21, Bramos 15, Tonut ne, Visconti, Filloy 16, Ress 8, Ortner 6, Criconia ne, Viggiano 2, McGee 19.

Avtodor Saratov
Zubcic 18, Astapkovich, Frazier 18, Klimenko 20, Kolyushkin 10, Stockton 4, Kolesnikov 8, Tonovan, Minnerath 12, Carrera 1, Makiev.

MVP BASKETINSIDE.COM: Hrvoje Peric (Umana Reyer Venezia)

Note: 2382 spettatori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy