FIBA Europe Cup – Filloy trascina la Sidigas a Minsk: lupi ai quarti

FIBA Europe Cup – Filloy trascina la Sidigas a Minsk: lupi ai quarti

Biancoverdi corsari in Bielorussia: qualificazione ai quarti di FIBA Europe Cup centrata grazie alla vena offensiva del play della Nazionale.

di Davide Scioscia

Dopo il pareggio per 70-70 dell’andata, la Sidigas Avellino sbanca il parquet dello Tsmoki Minsk ed approda ai quarti di finale della FIBA Europe Cup. La partita ha vissuto di continui strappi da una parte e dall’altra, con la Scandone che ha subito cercato di metterla sui propri binari, ma che ha dovuto, a cavallo tra secondo e terzo periodo, stringere i denti per spuntarla contro i bielorussi, che erano anche riusciti a sorpassare al 23′; da lì in poi, i ragazzi di coach Sacripanti hanno cominciato a difendere meglio e ad attaccare con più scioltezza, andando dunque a chiudere la pratica nell’ultimo quarto grazie ai canestri di Filloy. Il play biancoverde ha fatto la voce grossa, chiudendo con 22 punti ed un ottimo 8/10 dal campo, ben coadiuvato da un ritrovato Wells da 17 punti, dal solito Rich (15) e dal positivissimo Zerini, che ha concluso con 10 punti; dall’altra parte, ai padroni di casa non sono bastate le prove di Kudrautsau (17) e Kravish (16+13).

STARTING FIVE
Tsmoki: Saddler, Czerapowicz, Kudrautsau, Paliashchuck, Kravish
Sidigas: Filloy, D’Ercole, Rich, Leunen, Fesenko

PRIMO TEMPO: Parte bene la Scandone, che grazie alla vena offensiva di Filloy e Rich riesce subito a portarsi sul 2-8 al 3’. Kudrautsau prova a suonare la carica peri padroni di casa con una bomba dall’angolo, ma dall’altra parte Rich è inarrestabile e firma il +9 del 6’ (5-14); dopo due triple consecutive di Czerapowicz, questa volta Wells a tenere gli ospiti a distanza per il 14-20 dell’8’; steccano i bielorussi in attacco, ne approfitta ancora la Sidigas, che ancora con Wells ed i primi punti di Lawal tocca il +10 alla prima sirena: 14-24 al 10’. Dopo il +12 firmato da Fitipaldo con un tiro dai 6 metri, Salash chiude lo 0-8 di parziale (a cavallo tra i due quarti) con un layup ed al 13’ è 16-26. Filloy segna da tre, ma Adamovic e Kravish tengono a galla i locali riportandoli a -5 al 15’ (24-29); Fesenko sbaglia due canestri facili, ringrazia lo Tsmoki, che, trascinato da Kravish e Beliankou, torna a -3: timeout per Sacripanti al 17’ sul 28-31. Rich si carica sulle spalle Avellino ed i suoi sei punti consecutivi valgono il 5 con cui le squadre vanno all’intervallo: 32-37
SECONDO TEMPO: Leunen e Wells riaprono le danze per la Scandone, ma dall’altra parte show di Kudrautsau, che con otto punti di seguito, più una bomba di Paliashchuk, riporta addirittura Minsk in vantaggio sul 43-42 al 23’. La risposta della Sidigas è griffata dal trio Wells-Zerini-Rich, che, insieme alla prima tripla di Fitipaldo, ridà ai biancoverdi il +6 al 16’ (46-52); Kravish prova a tenere a galla i suoi, ma Zerini e Wells tornano a scavare un piccolo solco in favore della Scandone, che chiude il terzo periodo sul 48-57. Kravish rientra deciso in campo e mette a segno cinque punti in fila, ma dall’altra parte Zerini e Leunen mantengono Avellino sul +10 al 32’ (55-65). Scrubb segna da otto metri, Filloy pure: prova la Sidigas a dare la spallata decisiva, 58-71 al 35’. La partita è, di fatto, andata, anche perché Avellino riesce a gestire con relativa tranquillità gli attacchi disperati dei padroni di casa, che vedono in Filloy il loro giustiziere con altri cinque punti (67-78 al 38’): 72-81 il finale in Bielorussia.

MVP basketinside.com: Ariel FILLOY – 22 punti con 8/10 dal campo

Tsmoki MinskSidigas Avellino 72-81
Parziali: 14-24; 32-37; 48-57

MINSK: Saddler 11, Adamovic 8, Trastsinetski, Salash 7, Meshcheryakov, Beliankov 2, Vashkevich, Czerapowicz 8, Kudrautsau 17, Paliashchuk 3, Kravish 16, Gray. Coach: Krutsikau.

AVELLINO: Zerini 10, Wells 17, Fitipaldo 5, Fucci n.e., Lawal 2, Leunen 7, Scrubb 3, Filloy 22, D’Ercole, Rich 15, Fesenko, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

Arbitri: Piloidis, Stoica, Putenko.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy