Fiba Europe Cup: Johnson e Abass tengono Cantù a punteggio pieno, Tartu battuto

Fiba Europe Cup: Johnson e Abass tengono Cantù a punteggio pieno, Tartu battuto

Non è certamente stata la partita più bella per la squadra canturina, ma dopo lo stop a Varese arrivato in malo modo coach Bazarevich cercava più il risultato che il gioco, visto anche il difficile pre partita nella gelida terra estone: con Ross partito per l’Israele, Hasbrouck fuori per un colpo subito a Masnago e con Wojciechowski e Zugno e Abass colpiti da un virus influenzale, le premesse per una gara difficile c’erano tutte. Alla fine così è stato, con il modestissimo Tartu in grado di reggere il confronto per tutto l’arco della gara, salvo poi inchinarsi in un finale in cui il maggior tasso tecnico dei canturini è uscito fuori regalando il secondo successo nel girone. Sugli scudi il solito encomiabile Jajuan Johnson, protagonista del match con 24pt e 9rb finali. Menzione anche per capitan Abass (19) e Brady Heslip (13), autore di una tripla pesantissima nel finale che ha rimesso davanti i propri compagni. Agli ospiti non bastano i 26 di Zabas e la doppia doppia (17+12) dell’ex Varese Talts.

TARTU: Haper-Dorbek-Zabas-DoroniinTalts

CANTU’: Hodge-Heslip-Abass-Johnson-Tessitori

CANTU’ OPACA, TARTU AVANTI- Scelte obbligate per coach Bazarevich costretto ad aver solo nove effettivi a referto. L’inizio è però comunque favorevole ai brianzoli che con tre punti di Heslip e due di Tessitori firmano lo 0-5 iniziale. Il Tartu si sblocca con Dorbek, ma una bomba di Johnson e il 2/2 di Abass tiene la Foxtown sul più cinque. Harper si mette in mostra con una bella schiacciata, ma Tessitori risponde con la stessa moneta siglando il 7-12. Botta e risposta tra Johnson e Harper ma è un mini break firmato Abass a metter due possessi di scarto sul tabellone (11-18). Talts e Dorbek salgono in cattedra riportando a meno tre la compagine di casa, con Cantù che continua a faticare sul fronte offensivo. Petrukonis e Kurbas firmano il sorpasso, ma Hodge e due punti di Abass tengono appaiate le due squadre con il primo periodo che termina 23-23. Nel secondo quarto i brianzoli iniziano con la giusta determinazione, allungando con la schiacciata di Wojciechowski e la bomba di Heslip. Kurbas e Zabas ricuciono per il meno uno (29-30), ma Cantù riscappa prima con Johnson che inchioda l’assist di Hodge poi con Cesana, a segno dai 6.75. Anche Wojciechowski s’iscrive al break canturino, ma la risposta del Tartu non tarda ad arrivare e spinta da Talts e Zabas, ricuce fino al 36-37. Dorbek firma il sorpasso in lunetta, Talts e Sokk completano l’opera firmando il 41-37 che chiude la prima metà di gara.

CANTU’ NON BRILLA MA VINCE E RIMANE PRIMA NEL GIRONE-Il terzo quarto è aperto da un gioco da tre punti del solito Zabas, ma improvvisamente Hodge si prende la squadra e in un amen mette a referto dieci punti che valgono il nuovo vantaggio Foxtown sul 47-49.  Due bombe di uno scatenato Talts rimettono gli ospiti avanti (55-51), ma il nono assist di un Hodge on fire pesca Johnson per la bomba che vale il meno due. Dorbek trova il 2+1 vincente, ma Johnson è scatenato e con quattro punti di fila impatta a quota 58.  Hodge piazza l’ennesima giocata del suo terzo quarto, ma a fil di sirena arriva la tripla mandata a bersaglio da Dorbek, che fissa il 61-60 a dieci minuti dal termine. L’ultimo periodo vede le due squadre viaggiare sull’onda dell’equilibrio: Zabas tocca quota diciannove punti personali, Cantù risponde con Johnson ed Heslip ritornando a condurre l’incontro sul 65-66. Inizia così una serie di botta e risposta sui due lati del campo: Zabas e Petrukonis da una parte, Tessitori e Johnson dall’altra, con il punteggio di 71-72 a cinque minuti dal termine che porta al timeout la squadra di casa. La tripla di Kurbas lancia un mini break degli estoni che grazie ad Harper e Petrukonis raggiunge le cinque lunghezze di vantaggio (80-75), ma quando tutto sembra complicarsi Cantù trova un precisissimo Tessitori dalla lunetta che con quattro centri di fila apre il contro parziale canturino, chiuso dalla bomba di Heslip per l’80-82 a due minuti dal termine. Il solito Zabas impatta con un bel lay up, ma Abass estrae dal cilindro una bomba clamorosa che vale nuovamente un possesso pieno di scarto. La palla inizia a pesare, Kurbas fallisce il tiro della parità, poi fa 1/2 prima di mandare Hodge in lunetta: il play americano è una sentenza e con dieci secondi da giocare fa 2/2 mettendo l’83-87. Invano il timeout del Tartu Rock, visto che gli ultimi istanti di gioco non hanno più nulla da dire mettendo così fine alla partita.

MVP BASKETINSIDE.COM: Johnson

TARTU ROCK-FOX TOWN CANTU’ 83-87 (23-23;41-37;61-60;83-87)

TARTU ROCK: Sokk 1 (0/2/0/1), Vene n.e., Dorbek 13 (1/4;1/4),Talts 17 (4/6;3/4), Eichfuss n.e., Sutt n.e., Doronin (0/1 da 2), Meister n.e., Petrukonis 9 (3/11 da 2), Harper 6 (3/4;0/2), Kurbas 11 (2/4;2/5), Zabas 26 (3/6;5/10).

FOX TOWN CANTU’: Bergrenn (0/2 da 2), Abass 19 (2/4;4/8), Heslip 13 (2/4;3/5), Zugno, Nwohuocha n.e., Wojciechoski 4 (2/3;0/2), Cesana 3 (0/2;1/1), Johnson 24 (6/12;3/4), Tessitori 10 (2/7 da 2), Hodge 14 (3/7;0/6). Coach Sergey Bazarevich.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy