FIBA Europe Cup: Rimonta da capogiro, Varese trionfa in Bielorussia!

FIBA Europe Cup: Rimonta da capogiro, Varese trionfa in Bielorussia!

La Openjobmetis Varese trionfa in Bielorussia contro un arcigno Tsmoki Minsk. Una vittoria sudata, difficile, ottenuta grazie agli ultimi spettacolari 5 minuti di gioco in cui la formazione lombarda ha firmato una splendida rimonta dopo esser stata sotto di ben 15 punti. Protagonisti dell’incontro Maalik Wayns, autore di 24 punti e realizzatore di alcuni dei tiri più importanti della sfida, e Giancarlo Ferrero, un’autentica senteza da oltre l’arco nonché colui che ha spinto la squadra nel momento più delicato del match.

Cronaca:
Parte bene la squadra di coach Moretti in grado di alternare un’efficace difesa a zona ad intense marcature a uomo; l’ottima qualità dei due attacchi fa si che le formazioni raggiungano dopo poche azioni il 7-9 nel punteggio. I padroni di casa grazie ad una difesa asfissiante riescono per ben 5 giri di orologio a non far segnare i lombardi piazzando un 7-0 di parziale; Varanauskas, Ferrero e Wayns permettono all’Openjobmetis di riaccorciare il divario, chiudendo la prima frazione sul 18-15.

I belorussi nel secondo periodo ricominciano a martellare gli ospiti specie nella metà campo difensiva, e la tripla firmata Hilliard oltre che i canestri di Stutz e Ulyanko regalano il massimo vantaggio di 10 punti (28-18). Wayns (autore di 16 punti nella prima metà di gara), con 8 importanti punti in fila, riporta Varese a stretto contatto, ma saranno Varanauskas e Kangur con le loro triple a completare la rimonta raggiungendo il vantaggio sul 33-35. Una serie di botte e risposte tra Davies, Kudrautsau e Kuksiks definisce il risultato di fine primo tempo sul 38-39 in favore della compagine italiana.

Minsk apre la seconda parte del match con un terrificante parziale di 12-2; Ferrero con due tiri liberi ed una tripla prova a riavvicinare i suoi; l’ala ex Trapani riesce a piazzare altre due mortifere “bombe” che permettono alla banda Moretti di tornare sul -3 (58-55), ma le giocate di Lashkevich e Mirkovic, oltre che dell’ispirato Gray ricacciano indietro i tentativi di rimonta ospite, chiudendo così la terza frazione con un vantaggio di ben 12 lunghezze (70-58).

Stutz al minuto 31 porta lo Tsmoki Minsk sul +15 permettendo ai propri tifosi di intravedere già lo striscione del traguardo, tuttavia la Opnjobmetis è a dir poco dura a morire, tanto che con un parziale di 0-8 firmato da Kuksiks ed il più che mai ispirato Giancarlo Ferrero riesce in pochi minuti a rifarsi sotto sul 74-67. Gli ultimi 5 minuti sono tutti a favore degli ospiti: dopo la tripla del nuovo +10 belorusso firmato Gray, Ferrero e Kuksiks prendono ancora una volta per mano la squadra con 5 punti validi il 77-72; il leader della formazione lombarda, Maalik Wayns con due liberi ed una splendida tripla riaccorcia fino al -2, gap poi totalmente colmato dal canestro di Brandon Davies (80-80). Minsk è in tilt, e Varese ne approfitta con Davies e Varanauskas in grado di allungare nell’ultimo giro di orologio fino al +5. Il tap-in di Davies per l’82-89 chiude definitivamente i giochi. Il risultato finale è di 84-89 in favore della banda Moretti, una vittoria esterna fondamentale che fa già intravedere nel futuro della squadra la qualificazione agli ottavi di finale.

Tsmoki Minsk 84 – 89 Openjobmetis Varese (18-15; 20-24; 32-19; 14-31)

Minsk: Hilliard 5, Gray 21, Maras 5, Ulyanko 7, Mirkovic 15, Lashkevich 8, Beliankou, Stutz 12, Semianiuk, Liutych, Kudrautsau 11

Varese: Davies 16, Faye, Wayns 24, Varanauskas 10, Testa, Molinaro 1, Kangur 9, Ferrero 18, Pietrini, Kuksiks 11

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy