FIBA Europe Cup, Round of 16 – Varese corsara in Kosovo, Pristina ko

FIBA Europe Cup, Round of 16 – Varese corsara in Kosovo, Pristina ko

Vittoria esterna per la Openjobmetis che sbanca Pristina nella gara di andata

di Manuel Berti, @ManuelBerti

Buona la prima per la Pallacanestro Varese che si aggiudica il match di andata contro Z Mobile Prishtina per 80 a 77 in occasione dell’esordio al Round of 16 di FIBA Europe Cup. Positiva la partita dei ragazzi di coach Caja che dopo una super partenza avevano subíto il rientro dei padroni di casa che, a loro volta, avevano dilagato nel risultato. Con la forza dell’orgoglio e grazie ad un Dominique Archie da 22 punti e 7 rimbalzi, i biancorossi sono però riusciti a ribaltare l’inerzia del match, ritrovando il vantaggio allo scadere e trovando la seconda vittoria consecutiva tra campionato e coppa. Un risultato che dà enorme fiducia in vista della prossima gara che vedrà Ferrero e compagni impegnati sul campo della Sidigas Avellino (palla a due alle ore 17:00) per la ventunesima giornata del campionato di LBA.

Dopo un avvio equilibrato, Varese prende il largo nel risultato grazie alle giocate di Avramovic e Salumu che portano i loro sul momentaneo +10 (6-16); i padroni di casa tentano una timida risposta con la bomba di Ahmed, ma i biancorossi non si lasciano intimorire e, pur cambiando gli interpreti in campo, chiudono il quarto con un vantaggio rassicurante: 12-25.
Tmusic inaugura il secondo periodo con la tripla da lontano e rilancia i suoi che tornano a farsi sotto prepotentemente fino al -4 (23-27). Coach Caja allora ferma il gioco e scuote i suoi che, al rientro in campo, si sbloccano con Scrubb e Iannuzzi riportando Varese sul +10 (23-33), gap che Prishtina dimezza per il 32-37 del 20′.

Cain inaugura la terza frazione di gioco con una schiacciata che viene prontamente annullata poco dopo dal “cesto” di Myles che, appena dopo il canestro di Avramovic, piazza altri cinque punti consecutivi che valgono il temporaneo  -1 (40-41). Coach Caja chiama ancora timeout, ma al rientro in campo Prishtina trova il vantaggio (43-41) con il dardo di Berisha dalla distanza. Salumu pareggia, ma i padroni di casa, sulla scia dell’entusiasmo, si riportano nuovamente in avanti dilagando nel risultato (60-52 al 30′).
Varese inizia meglio gli ultimi 10′ del match grazie alla tripla di Tambone; i padroni di casa non si lasciano sorprendere e tornano nuovamente sulla doppia cifra di vantaggio. A scuotere i biancorossi è Archie che, a suon di triple, riporta i suoi in scia anche se è Tambone, ancora dalla distanza, a firmare il pareggio a quota 72. Il match diventa tirato e, a tratti, nervoso. A rompere l’equilibrio è Archie che, nell’insolita posizione di centro (Cain e Iannuzzi fuori entrambi per 5 falli), recupera il rimbalzo decisivo che significa nuovo vantaggio biancorosso (77-78) con 41″ sul cronometro. Prishtina tenta il tutto e per tutto nei secondi finali del match, ma a risolvere la contesa è Salumu che, con precisione, infila i liberi del definitivo 80 a 77.

Z MOBILE PRISHTINA – OPENJOBMETIS VARESE 77-80

Z Mobile Prishtina: Armstead 1, Bunjaku ne, Myles 18, Ahmed 11, Azemi 5, Bullock 8, Rugova ne, Tmusic 6, Berisha 21, Ismaili ne, Boukichou 3, Krestinin 4. Coach: Damir Mulaomerovic.

Pallacanestro Varese: Archie 22, Avramovic 11, Gatto, Iannuzzi 7, Natali, Salumu 13, Scrubb 10, Verri ne, Tambone 9, Cain 2, Ferrero 1, Moore 5. Coach: Attilio Caja.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy