FIBA Europe Cup: Varese senza Ukic cede di misura in Ungheria

FIBA Europe Cup: Varese senza Ukic cede di misura in Ungheria

Commenta per primo!

FALCO KC SZOMBATHELI 75–73 OPENJOBMETIS VARESE (21-23, 15-11, 21-18, 18-21)

Il Falco KC Szombatheli supera Varese a fil di sirena grazie alla freddezza dalla lunetta del lungo Reinar Hallik, dopo che 5 punti di Daniele Cavaliero avevano per ben 2 volte – sul 71-70 prima, e sul 73-73 poi – consentito agli uomini di Moretti di rientrare in partita. Varese trova così la terza sconfitta nel girone C della FIBA Europe Cup, e si fa raggiungere in classifica proprio dagli ungheresi. L’altro match del girone, quello tra Telenet Oostende e Sodertalje Kings, aiuterà nella lettura delle nuove trame della classifica, che potrebbe vedere i belga in fuga solitaria al primo posto e appaiate con lo score di 2-3 le altre 3 squadre. Per i biancorossi ottima prestazione di Brandon Davies, autore di una doppia – doppia a 23+11, mentre per quanto riguarda il Falco KC doppia cifra raggiunta per il centro canadese Ryan Wright e per Zarko Comagic, autori rispettivamente di 16 e 15 punti. L’assenza di Roko Ukic per Varese si è inevitabilmente fatta sentire.

La Cronaca: partenza sprint di Varese che con Thompson e la bomba di Galloway vola sul 6-12 al 4′. Wright ricuce sfruttando la sua stazza in post, a cui risponde in egual modo Molinaro che scrive il 17-20 dell’8′. Ancora Wright complica le cose ai lunghi varesini pareggiando a 23, con l’equilibrio che continua a farla da padrone. Due triple di Cavaliero e Campani spezzano il tema dominante consegnando il massimo vantaggio a Varese sul 29-34, ma è un fuoco di paglia: contropiede di Butorac e ungheresi che vanno al riposo avanti sul 36-34. Rundles e Wright spingono il Falco KC avanti sul 40-35 del 22‘, Wayns ricuce, ma Comagic è ancora lì a mordere l’OpenjobMetis, consegnando il +7 sul 46-39 ai suoi. La discrepanza fra le due squadre è ora più netta, con il Falco che si propone costantemente sui 10 punti di vantaggio. Campani realizza da sotto il 56-48 del 28′, poi Simon rimette la doppia cifra di distacco tra le compagini con una gran bomba: punteggio sul 62-52 nel viale d’ingresso dell’ultimo quarto. Nel momento del bisogno emerge Cavaliero, mandando a bersaglio la bomba del 64-59 al 34′. Varese tocca il -1 con Davies al 37′, nel testa a testa finale pesa come un macigno il lay-up di Rundles, che trova il 71-68 con cui inizia l’ultimo minuto: Cavaliero trova prima il 71-70 e poi la bomba del pareggio a 73, con 19” a dividere il match dalla sirena. Hallik allunga dalla lunetta, poi Wayns spreca l’ultimo possesso trovando la stoppata di un ottimo Wright, che esclama così l’affermazione degli ungheresi, da ora appaiati in classifica con Varese a quota 2-3.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy