FOCUS: Lega Adriatica, il ritorno in patria dei grandi allenatori, da Repesa a Spahija

FOCUS: Lega Adriatica, il ritorno in patria dei grandi allenatori, da Repesa a Spahija

Commenta per primo!


Si prospetta una stagione dai grandi ritorni in Lega Adriatica: se Vujosevic dopo la breve parentesi al CSKA, rivelatasi poi fallimentare, tornò nel suo Partizan di Belgrado, nel 2013-2014 torneranno in patria nomi eccellenti come Repesa e Spahija. E’ probabile che in un prossimo futuro possano fare ritorno a casa anche altri coach slavi attualmente sparsi in Europa, come Zan Tabak e Dusan Ivkovic. Scopriamo insieme cosa riusciranno a portare questi grandi allenatori ad un movimento cestistico importante come quello slavo, che negli ultimi anni soffre la crisi economica mondiale, ma che riesce sempre a far crescere nuove stelle nel basket europeo.

Jasmin Repesa: Il coach della nazionale croata, che in passato allenò anche in Italia a Treviso, Roma e Bologna (sponda Fortitudo), ritorna ad allenare in Croazia dopo l’esperienza in spagna con l’Unicaja Malaga durata un anno con esiti poco positivi. Repesa allenerà il Cedevita Zagabria, squadra che quest’anno ha partecipato all’Eurolega, mentre nella prossima stagione parteciperà all’Eurocup, ma già in passato ha allenato in Croazia con risultati eccellenti, tra cui il Cibona Zagabria, con cui ha vinto 4 titoli nazionali (1996, 1997, 2002, 2012) e 2 coppe croate (1996, 2002), e il KK Split. Il compito del coach nato in Bosnia ed Erzegovina, sarà quello di riformare un gruppo giovane che si è perso nella passata stagione dopo i pessimi risultati ottenuti in Lega Adriatica, campionato croato ed Eurolega. Repesa con molta probabilità allestirà un roster giovane da far crescere per permetterli di fare esperienza in un campionato che comunque è impegnativo e con pochi veterani (probabile la conferma di Marko Tomas e Wright) con cui vorrà in tutti i modi vincere la Lega Adriatica, dopo la finale persa contro il Maccabi Tel Aviv nel 2012, e provare a far tornare il Cedevita nella finale di Eurocup dopo 3 anni.

Neven Spahija: Il coach croato ritorna ad allenare in Croazia dopo 12 anni, e ritorna proprio sulla panchina del Cibona Zagabria con cui vinse un titolo croato e una coppa croata (2001). Spahija cercherà di riportare il Cibona in Eurolega dopo 2 anni d’assenza, ma per riuscirci dovrà conquistare l’accesso alla Final 4 di Lega Adriatica, obbiettivo numero 1 del Cibona oltre alla vittoria del campionato croato, soprattutto per ridare visibilità al club famoso per aver visto crescere Drazen Petrovic. Inoltre l’obbiettivo di Spahija sarà di portare in squadra tutta la sua esperienza acquisita in Europa attraverso i successi ottenuti in Spagna, Turchia ed Eurocup, in un roster che molto probabilmente sarà composto da molti veterani ma anche da giovani promesse come Saric, Arapovic e Mazalin. Il coach dovrà anche cercare di preparare il meglio possibile Dario Saric per il probabile sbarco in NBA al prossimo draft.

Dusko Vujosevic: Probabilmente l’allenatore più vincente in Lega Adriatica, Vujosevic è stato l’ultimo allenatore a portare una squadra dell’ex Jugoslavia ad una Final 4 d’Eurolega. Dopo una parentesi al CSKA Mosca, finita anticipatamente a causa dell’eliminazione della squadra russa nei gironi iniziali dell’Eurolega, il coach serbo è tornato sulla panchina del Partizan con cui ha vinto 5 volte la Lega Adriatica (2007, 2008, 2009, 2010, 2013), una coppa Korac (1989), 6 titoli jugoslavi (1987, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006), 5 campionati serbi (2007, 2008, 2009, 2010, 2013) e 5 coppe nazionali (1989, 2007, 2008, 2009, 2010). Quest’anno Vujosevic, con un roster composto da ragazzi di 22 anni d’età di media, è riuscito a vincere titolo serbo e Lega Adriatica in un anno economicamente difficile per il club, avendo avuto anche i pronostici a sfavore di inizio anno. Indicato da molti come uno dei migliori allenatori nel far crescere i giovani, Vujosevic nella prossima stagione confermerà lo stesso roster di quest’anno con qualche nuovo acquisto, per provare a raggiungere le Top16 d’Eurolega e per riconfermarsi con il Partizan come dominatore assoluto in Lega Adriatica. Tra i giovani più importanti cresciuti sotto la guida di Vujosevic troviamo Vesely, Westermann e Bertans.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy