Francia, Pro A: Nanterre tris, vendetta e primo posto. Per Levallois e Antibes è crisi

Francia, Pro A: Nanterre tris, vendetta e primo posto. Per Levallois e Antibes è crisi

Pur mancando ancora due match da giocare, gran parte della terza giornata di questa Pro A 2013/14 è andata in archivio. Anche in questo turno, come sempre, non sono mancate le sorprese: a cominciare dal colpo grosso dei campioni in carica del Nanterre che, dopo aver sfiorato il colpaccio in Eurolega con il CSKA, hanno consumato la loro vendetta nei confronti dei cugini del Levallois che li avevano battuti in supercoppa. andando a vincere al Marcel Cerdan con un roboante 94 a 85.

Mostruosa la prestazione del solito Deshaun Thomas, autore di 25 punti con 4 su 4 da tre punti.

Adesso la situazione in classifica, anche se siamo soltanto alla terza partita, si fa preoccupante per Sean May e compagni, ancora inchiodati a zero punti.

 

Non molto edificante anche la situazione degli Sharks di Antibes – anche se qui c’è l’attenuante del doversi abituare al nuovo campionato – che hanno incassato a Strasburgo il loro terzo KO (50 a 69) consecutivo e condividono con Paris Levallois e ASVEL l’ultimo posto in graduatoria. Mattatore, nelle fila degli alsaziani, la stella ex NBA Alexis Ajinca che ha messo a referto 21 punti, 7 rimbalzi e tre assist.

 

Percorso netto in questo avvio di stagione anche per il frizzante Cholet che si è sbarazzato senza troppi patemi di un distratto Le Havre costringendolo alla sua seconda sconfitta. Decisivi i 18 punti e 6 rimbalzi dell’interessantissimo Claude Marquis.

Primo squillo per lo Chalon che davanti al proprio pubblico ha sconfitto con un netto 89 a 77 il Le Mans, che dopo due vittorie filate ha dovuto inchinarsi ad un avversario praticamente perfetto. 27 punti, 1 rimbalz e 2 assist per l’ MVP A.J. Slaughter.

Tutto abbastanza semplice anche per il Limoges che mandando in doppia cifra 5 uomini – tra cui anche l’ex milanese Alex Acker con 15 punti – ha superato abbastanza agevolmente un Roanne in serata no, giunto al primo stop annuale. 73 a 59 il finale al Palais des Sport du Beaublanc.

Vittoria esterna per il Dijon che è andato a conquistare i due punti nel domicilio del Gravelines. Sugli scudi, tra gli ospiti, Ferdonand Predom con 18 punti e 8 rimbalzi per un notevole 22 di valutazione complessiva. A Dunkerque, squadra detentrice del miglior record della scorsa regular season( 21 vittorie e 9 sconfitte) non è bastata la generossima prestazione del solito Lewis (22 punti e 10 rimbalzi).

 

Nel primo posticipo Orleans ha messo nei guai l’ASVEL di Tony Parker sconfiggendolo (79-82) e lasciandolo ancora inchiodato all’ultimo posto in classifica con nessuna vittoria all’attivo. A dare un consistente aiuto alla squadra del distretto del Loiret ci ha pensato Kyle McAlamey con 20 punti.

Infine nell’ultimo incontro de turno, un immenso Austin Nichols con 34 punti e un notevole 31 di valutazione ha trascinato al successo al fotifinish il suo Sluc Nancy sul campo del Pau Orthez che non è riuscito a bissare quanto di buono fatto in precedenza contro Villwurbanne.

RISULTATI:

Cholet 80 – 68 Le Havre    (18 Marquis , 20 Paschal)

Gravelines 57 – 65 Dijon    (25 Lewis, 15 Prenome)

Limoges 73 – 59 Roanne  (16 Bongou Colo, 14 Reid)

Chalon 89 – 77  (27 Slaughter, 17 Batista)

Levallois 85 – 94 Levallois   (20 Williams, 25 Thomas)

Antibes 50 – Strasburgo 69  (12 Blue , 21 Ajnca)
 
ASVEL Villeurbanne 79 – 82 Orleans (34 Jackson, 20 Mc Alamey)
Pau Ortez  89 – 91 Nancy (21 Nivins, 34 Nichols)
 
CLASSIFICA:
SQUADRA    PUNTI
1. Nanterre        6
2  Cholet            63  Orleans          64  Strasburgo     6

5  Limoges         4

6  Le Mans         4

7  Dijon               4

8  Pau Orthez     2

9  Roanne           2

10 Le Havre        2

11 Gravelines           2

12 Chalon           2

13 Nancy            2

14 ASVEL           0

15 Antibes            0

16 Levallois          0

 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy