Grecia, F G4: Spanoulis è il re di Atene, l’Olympiacos è campione dopo una maratona

Grecia, F G4: Spanoulis è il re di Atene, l’Olympiacos è campione dopo una maratona

Ad OAKA è andato in scena il quarto atto della sfida tra Panathinaikos ed Olympiacos risolto dopo due tempi supplementari.

PANATHINAIKOS ATENE – OLYMPIACOS PIREO  81 – 82 d. 2 t.s. (16-19, 19-12, 15-21, 13-11, 18-19)

Ad OAKA il quarto atto della grande sfida tra le due big del campionato greco ha regalato grande spettacolo in campo. La partita, sentita da entrambe le squadre e decisiva, ha mostrato l’equilibrio dei valori in campo, tanto che non sono bastati 40 minuti per decretare il vincitore. Dopo 50 minuti, una tripla di Spanoulis gela OAKA e regala vittoria e titolo all’Olympiacos, chiudendo anche la carriera di Diamantidis: il greco è l’MVP della gara con 25 punti.

L’Olympiacos parte forte nella gara, con l’intenzione di prendere un buon margine di vantaggio da potere gestire. Dopo il 2-13 ospite maturato nei primi minuti della contesa, la reazione dei greens di Atene ha permesso loro di riportarsi a contatto: da questo momento, per diversi minuti, le due squadre sono rimaste in equilibrio, con una serie di sorpassi continui nel punteggio. Al rientro dall’intervallo, Spanoulis e compagni hanno provato a dare un’altra accelerata alla gara nel corso del terzo periodo (39-50 al 27′) prima di un nuovo parziale del Panathinaikos che si è riportato nuovamente molto vicino nel punteggio, impattando anche la gara. La grande tensione emerge nell’ultima frazione, vista la posta in palio: il canestro si restringe per entrambe le squadre, tanto che il punteggio si muove molto lentamente ed iniziano ad aumentare gli errori sia nelle letture offensive sia al tiro. Il pubblico è molto caldo e vuole trascinare Diamantidis e compagni alla ‘bella’ in casa dei rivali: si entra negli ultimi 4 minuti con le due squadre in perfetta parità a quota 60. L’equilibrio sembra difficile da spezzare, nessuna delle due squadre vuole perdere e al 38′ il tabellone recita 63-63, punteggio che non cambia più fino alla sirena del periodo: si va all’overtime.

Nei primi due minuti del supplementare il canestro sembra stregato da entrambi i fronti, prima che il Pana sblocchi la situazione dalla lunetta. Dopo il sorpasso dei reds, una tripla di Diamantidis fa esultare OAKA: a meno di due minuti dalla fine il punteggio è 67-65 per i padroni di casa. Spanoulis risponde da campione, ma il Pana rimette immediatamente la testa avanti con un canestro da 3 punti di Calathes. Lo stesso Spanoulis fallisce il tiro del pareggio, Fotsis dà il +3 ai suoi con un 1/2 in lunetta, Hackett fa 0/2 ma una tripla di Mantzaris impatta la partita a quota 71 a 1 secondo dalla fine. Si va al secondo overtime. Sei punti consecutivi di James Gist valgono il +4 per il Pana, Spanoulis prova ad accorciare le distanze e a poco più di 2 minuti dalla fine il punteggio è 81-79. Il tecnico assegnato contemporaneamente ad Agravanis e Calathes estromette dalla contesa il play del Panathinaikos, grande protagonista negli ultimi minuti: dopo una serie di errori, è un canestro di Spanoulis a fil di sirena a zittire nuovamente OAKA e a regalare la vittoria all’Olympiacos, che diventa campione di Grecia.

TABELLINI:

Panathinaikos Atene: Pappas 16, Diamantidis 15, Gist 15
Olympiacos Pireo:
Spanoulis 25, Hunter 14, Mantzaris 13

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy