IBL 2^ giornata: il Maccabi si prende la rivincita sull’Haifa, mentre l’Hapoel Eilat vola in testa alla classifica

IBL 2^ giornata: il Maccabi si prende la rivincita sull’Haifa, mentre l’Hapoel Eilat vola in testa alla classifica

Commenta per primo!

 

Si sono giocate soltanto due gare di campionato in Israele, ma si preannuncia già una lunga ed entusiasmante stagione di basket.

La partita di “cartello” di questo secondo turno era sicuramente il remake della finale-scudetto dello scorso campionato tra Maccabi Haifa e Maccabi Tel-Aviv. Questa volta a spuntarla sono stati gli uomini allenati da coach David Blatt che, in una partita tiratissima, hanno sconfitto gli acerrimi rivali 73-75.
Dopo un primo quarto giocato sul filo dell’equilibrio (17-17) è stato l’Haifa a dare il primo scossone alla partita, portandosi sulla doppia cifra di vantaggio alla fine dei primi ’20 minuti di gioco. Dall’inizio della ripresa ci sarà la lenta ed inesorabile rimonta da parte dei gialloblu di Tel-Aviv che, prima riducono lo svantaggio sotto i dieci punti a metà ripresa, e poi riusciranno – grazie ad un parziale entusiasmante di 21-13 – ad impattare il risultato e successivamente vincere negli ultimi istanti di gara la partita.
Il miglior giocatore per il Maccabi Tel-Aviv è stato Ohayon con una partita “a tutto tondo” da 10 punti, 7 rimbalzi e 6 assist insieme al neo-acquisto Ingles (14 punti e 5 rimbalzi). Mentre in casa Haifa i migliori in campo sono stati Roth (13 punti e 6 assist) e il centro nigeriano Ofoegbu, autore di 18 punti personali.

Altro match importante è quello andato in scena ad Eilat. La formazione di casa, infatti, conquista una vittoria sofferta contro l’Hapoel Tel-Aviv che la proietta solitaria in cima alla classifica.
La partita però non era iniziata nei migliori dei modi per i padroni di casa, sotto già di 12 punti nel primo quarto, ma successivamente l’Eilat è riuscito in ogni singolo periodo a “rosicchiare” sempre qualcosa agli avversari. Così, ad inizio ultimo quarto, i punti di svantaggio erano soltanto 3 (57-60) e in un finale appassionante la squadra di casa ha fatto gioire i propri tifosi con una vittoria ormai insperata. Vero e proprio “salvatore della patria” è stato Hanochi coi suoi 17 punti e 6 assist (con 7/9 dal campo). Mentre ha risposto dall’altra parte la guardia americana Brown (23 punti, 6 rimbalzi e 4 assist), aiutato dal solito Limonad che ha sfiorato la doppia-doppia (19 punti e 8 assist).

Una partita sul filo del rasoio è stata quella tra l’Hapoel Holon e la neo-promosa Ironi Nes-Ziona.
Sorprendentemente ad uscire vincitore da questo scontro è stata proprio la squadra ospite che, con grande caparbietà e spirito di sacrificio (visto la panchina cortissima), ha ribaltato le sorti dell’incontro nel secondo periodo. I primi due quarti sono stati davvero indecifrabili: dominio Ironi prima, poi contro-parziale dell’Hapoel che chiude in vantaggio il primo tempo 47-45. I successivi due quarti saranno equilibrati e combattuti da entrambe le formazioni, così la partita si deciderà all’ultimo possesso con la vittoria finale degli ospiti per 81-84.
Grande protagonista della partita è stato il duo Tapiro-Honeycutt che ha chiuso con 17 punti a testa, dando un contributo notevole alla vittoria finale per l’Ironi. Per la squadra di casa, invece, da sottolineare la doppia-doppia di Asbury (14 punti e 11 rimbalzi) e i 20 punti finali di Harush.

La vera sorpresa di giornata è stata la vittoria del Netanya sul campo del Maccabi Ashdod.
Incredibilmente la squadra ospite, nettamente sfavorita alla vigilia del match, è riuscita nell’impresa di battere alla prima stagionale (devono recuperare una partita, ndr) una delle favorite per i primi posti in campionato.
Dopo tre quarti in equilibrio, con parziali favorevoli da ambo le parti, sono gli ultimi minuti di gioco a decidere l’andamento del match: il Netanya, sfruttando il predominio a rimbalzo (45-31) e i numerosi tiri liberi concessi dalla difesa del Maccabi (27 i falli totali per la squadra di casa), chiuderà la pratica con un parziale finale di 18-26 che la porterà agevolmente alla vittoria. Entrambe le squadre hanno avuto nei loro USA i veri leader della partita.
Per i vincitori grandi prove di Boynton (17 punti e 8 rimbalzi) e di Rashaun Freeman (17 punti con 7/7 ai liberi); mentre per gli avversari da sottolineare la doppia-doppia di Pearson (12 punti e 10 rimbalzi) e i 17 punti di Austin Freeman.

Senza storia invece la partita tra il Maccabi Rishon e il Galil Gilboa. A spuntarla, senza particolari difficoltà, sono gli ospiti col punteggio finale di 60-84.
La partita è stata dominata dall’inizio alla fine da parte del Galil, concedendo pochissimo difensivamente – solo 7 i punti realizzati nel primo quarto per il Maccabi – e sfruttando le numerose palle perse (19) degli avversari, insieme ad un’ottima percentuale ai liberi (21/27 col 78%). Il duo americano Jackson (15 punti con 6/7 dal campo) e Robinson (19 punti) ha aiutato a portare a casa la vittoria finale per gli ospiti.  Invece per i padroni di casa sfiora la doppia-doppia Dawson (8 punti e 9 rimbalzi), mentre in doppia cifra sono i punti segnati da Hagag (11) e Ben-David (10).

Un altro match poco combattuto è stato quello tra Bnei Hertzeliyya e Hapoel Jerusalem. Infatti i primi hanno sfruttato il vantaggio del fattore campo e hanno sconfitto gli avversari 74-63.
La partita è stata totalmente sotto il controllo del Bnei, chiudendo addirittura il terzo quarto sopra clamorosamente di ben 22 punti (67-45); difatti l’Hapoel tenterà di chiudere in maniera dignitosa la partita ed avrà una reazione d’orgoglio solamente nell’ultimo quarto di gioco, ma tutto ciò non basterà a rimontare i padroni di casa e non uscire sconfitti in questa seconda giornata. Grande prova di squadra da parte del Bnei che distribuisce ben 21 assist nel corso della partita, facendo spiccare anche le proprie individualità: su tutti Ben-Chimol, autore di 21 punti e 9 assist, e il nigeriano Umeh con 20 punti e 6 rimbalzi. Dall’altra parte doppia-doppia di Duncan (15 punti e 10 rimbalzi, con 9/9 ai tiri liberi).

 

Hapoel Eilat – Hapoel Tel-Aviv  77-76  (10-22; 27-36; 57-60; 77-76)

Hapoel: Hanochi (17), Gates (13), Roderick (11)
Hapoel TV:
Brown (23), Limonad (19), Naor (12)

 

Hapoel Holon – Ironi-Nes Ziona  81-84  (15-24; 47-45; 63-64; 81-84)

Hapoel: Harush (20), Asbury (14), Israeli (12)
Ironi:
Tapiro (17), Honeycutt (17), Watt (16)

 

Maccabi Ashdod – Netanya  76-82  (12-19; 38-35; 58-56; 76-82)

Maccabi: Freeman A. (17), Hayes (13), Pearson (12)
Netanya:
Freeman R. (17), Boynton (17), Mills (13)

 

Maccabi Rishon – Galil Gilboa  60-84  (7-17; 23-39; 43-65; 60-84)

Maccabi: Marsh (12), Hagag (11), Ben David (10)
Galil:
Robinson (19), Jackson (15), Banks (9)

 

Bnei Hertzeliyya – Hapoel Jerusalem  74-63  (22-15; 42-33; 67-45; 74-63)

Bnei: Ben-Chimol (21), Umeh (20), Donaldson (9)
Hapoel:
Duncan (15), Halperin (8), Rosen (8)

 

Maccabi Tel-Aviv – Maccabi Haifa  75-73  (17-17; 34-46; 54-60; 75-73)

Maccabi TV: Ingles (14), Blu (13), Landesberg (12)
Maccabi:
Ofoegbu (18), Roth (13), Smith (11)

 

CLASSIFICA:

Hapoel Eilat                4
Ironi Nes-Ziona
          3
Maccabi Rishon
         3
Gilboa-Galil
                3
Hapoel Tel-Aviv
         3
Bnei Hertzeliyya
        3
Hapoel Holon
            3
Maccabi Ashdod
        3
Maccabi Tel-Aviv
       3
Hapoel Jerusalem
      2
Netanya
                       2
Maccabi Haifa
            1

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy