EuroLega: il Simonovic show condanna l’Olimpia a Belgrado

EuroLega: il Simonovic show condanna l’Olimpia a Belgrado

In un campo caldissimo la squadra di Repesa si deve inchinare alla grande prova dell’esterno della Stella Rossa.

STELLA ROSSA BELGRADO – EA7 EMPORIO ARMANI MILANO 83 – 70(14-19, 23-13, 17-14, 29-24)

L’ottavo turno di EuroLega ha visto l’Olimpia Milano impegnata su uno dei campi più caldi del Vecchio Continente, la Kombank Arena di Belgrado. La gara è stata molto combattuta e i serbi hanno mantenuto a lungo il vantaggio dopo l’avvio di marca milanese, anche grazie a grandi percentuali da oltre l’arco dei tre punti. Nell’ultimo periodo la squadra di Radonjic prende definitivamente il largo, approfittando delle difficoltà di Milano, ed ottiene un successo meritato: l’MVP della partita è Marko Simonovic, autore di 23 punti.

L’avvio di gara è tutto di marca serba, con la squadra di casa che mette in campo una grande intensità soprattutto nella metà campo difensiva, con due palle recuperate che portano a un primo break a cui Repesa pone fine decidendo di optare per un time-out. La reazione dell’Olimpia è veemente, con un parziale di 6-0 che rimette la gara sui binari dell’equilibrio ed in parità a quota 10: sono Gentile e Hickman a firmare il sorpasso ed una tripla di Kalnietis chiude il primo periodo sul 19-14 per Milano. E’ grande Stella Rossa anche in avvio di secondo quarto, con i serbi capaci di mettere a segno un break di 5-0 per la nuova parità nella gara, prima di una nuova reazione dell’Olimpia che porta al 25-22 con il canestro di Kalnietis. Da questo momento, guidata da Jenkins e da un Simonovic pressoché infallibile da oltre l’arco, la squadra serba mette a segno un break di 10-0 spinta anche dal pubblico, con Milano in difficoltà su entrambi i lati del campo. L’EA7 è tenuta in piedi da Gentile, arrivato in doppia cifra prima dell’intervallo, che trova una serie di soluzioni personali in grado di muovere il punteggio: dopo i primi 20 minuti la Stella Rossa conduce per 37-32, sfruttando il parziale a metà della seconda frazione.

I canestri da fuori sono la vera arma in più dei serbi, capaci con Jenkins e Jovic di superare la doppia cifra di vantaggio nei primi minuti dopo il rientro dagli spogliatoi: l’Olimpia non riesce ad abbassare le percentuali di tiro della Stella Rossa e si affida al collettivo per rimanere agganciata alla partita, che vede tanti parziali da una parte e dall’altra. Dopo un paio di minuti in cui gli attacchi non producono quasi nulla, è la quinta tripla di serata di Simonovic (su 7 tentativi) a rispedire l’Olimpia al -10: il canestro di Sanders in chiusura di periodo fissa il punteggio sul 54-46 dopo 30 minuti. L’ultima frazione vede la squadra di Repesa provare a riavvicinarsi, ma i serbi rimangono in controllo, con il margine che non scende mai sotto i tre possessi, e anzi, con tre liberi di Guduric il punteggio recita 63-53 a 7 minuti dalla fine. Il parzialone della squadra di Radonjic non si ferma più e l’EA7 non è in grado di contenere le azioni degli avversari: Wolters, Bjelica e un Simonovic assolutamente devastante mettono a segno i canestri che valgono il 70-53 a 5 minuti dalla fine. Milano non riesce più a rientrare, nonostante le iniziative dei singoli, ed è Wolters a prendersi il palcoscenico nel finale, mantenendo pressoché invariato il gap tra le due squadre: il punteggio finale è . Il migliore della Stella Rossa è Simonovic (23), seguito da Wolters (14), mentre alla squadra di Repesa non bastano i 14 di Gentile.

TABELLINI:

STELLA ROSSA BELGRADO: Walters 14, Dangubic 7, Mitrovic 2, Lazic 4, Simanic n.e., Dobric n.e., Simonovic 23, Jenkins 6, Guduric 5, Jovic 8, Kuzmic 6, Bjelica 8

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO: McLean 3, Gentile 14, Hickman 4, Kalnietis 9, Raduljica 8, Dragic 9, Macvan 4, Pascolo n.e., Cinciarini n.e., Sanders 4, Abass 8, Simon 7

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy